Tutti gli articoli di Vincenzo Chironna

Goleada al Palapiccinni

Dopo due pareggi e una sconfitta, la Pellegrino Sport C5 ritrova la vittoria contro il Velo Club Adelfia nella ventiduesima giornata di campionato. Partita che ha poco da raccontare data la supremazia dei padroni di casa che affrontano la gara senza il loro capitano Gramegna. Mister Maremonti si affida ad Angelastri tra i pali, Montemurno pivot, Angelino e Tancredi sulle fasce e Maino pivot. Partita subito in discesa per i padroni di casa grazie a Maino che, al primo minuto, supera gli avversari come birilli e dal limite dell’area tira e trafigge il portiere avversario, 1-0. Pellegrino Sport C5 amministra il vantaggio per quasi tutto il primo tempo e cercando anche il raddoppio ma, al 17’, Ranieri con un tiro dalla sinistra trafigge Angelastri e pareggia i conti. Immediata la reazione dei padroni di casa che cercano di riportarsi in vantaggio con conclusioni da fuori; il primo a provarci è Facendola, ma la sua conclusione si schianta contro il palo, al 25’ invece il tiro di Montemurno trafigge il portiere e riporta i suoi in vantaggio. Vantaggio che nel giro di pochi minuti aumenta grazie a un tiro di Maino al 28’ e a una ribattuta che favorisce la zampata di Danilo D.. Primo tempo che si conclude con i padroni di casa della Pellegrino Sport C5 in vantaggio per 4-1 e con una partita ormai chiusa già nella prima mezz’ora. Secondo tempo che non ha nulla da raccontare, i padroni di casa amministrano il vantaggio senza problemi e senza subire occasioni pericolose da parte degli avversari. Uniche occasioni degne di nota sono i due gol siglati da Facendola, la prima al 18’ con un tiro da fuori e la seconda al 23’ su punizione da posizione centrale. Partita conclusa sul 6-1, tre punti importanti per la classifica e specialmente per i probabili play-off.

PELLEGRINO SPORT C5 – VELO CLUB ADELFIA 6-1

PELLEGRINO SPORT C5: Angelastri, Dileo M., Maino, Facendola, Santacroce, Tancredi, Ciccimarra, Clemente, Dileo D., Angelino, Lombardi.

VELO CLUB ADELFIA: Lopriore, Pace, Angiulli, Coppi, Flora, Giglio, Paparella, Tanzi, Colella, De Sandi, Ranieri, Volturno.

RETI: 1’ pt Maino, 25’pt Montemurno, 28’ pt Maino, 32’pt Dileo D., 18’ e 23’ st Facendola (PS), 11’st Ranieri (VA)

FALLI: 4-3 pt, 1-3 st.

AMMONITI: Montemurno (PS), Lopriore (VA)

RECUPERO: 2’ pt, 0’ st.

La dura legge dell’ex

Nella ventesima partita di campionato di c2, girone B, va in scena l’ultimo derby stagionale tra Pellegrino Sport C5 e l’Alta Futsal. Entrambe le squadre cercavano la vittoria per portare a casa i tre punti, ma il 2-2 finale lascia l’amaro in bocca ad entrambe le società. La Pellegrino Sport C5 si affida ai fedelissimi e manda in campo Lombardi tra i pali, complice l’infortunio di Angelastri, Gramegna G. centrale, Santacroce e Tancredi laterali e l’ex della partita Maino pivot. Primo tempo lento da parte di entrambe le squadre, per la prima vera conclusione dobbiamo aspettare il 10’ quando Maino, dopo aver recuperato palla a centrocampo, entra in area e tira ma, il giovanissimo Vitale devia in angolo. Dieci minuti più tardi Montemurno, da sinistra, vede l’inserimento di danilo D. in area e lo serve, ma quest’ultimo sbaglia l’aggancio ed effettua un tiro che finisce di molto fuori. Alta Futsal concede solo due azioni pericolose nel primo tempo, grazie ad un ottima copertura difensiva da parte dei propri giocatori, ma allo scadere del primo tempo Cirrottola tira di punta da posizione defilata ma Lombardi riesce a deviare in angolo. Primo tempo che si conclude con uno 0-0 e con poco spettacolo.

Partita completamente diversa nel secondo tempo, entrambe le squadre vogliono vincere il derby e, la voglia di segnare spinge le squadre a buttarsi in attacco, infatti al 2’ la Pellegrino Sport C5 si butta in attacco ma, Stano recupera palla a centrocampo e si trova uno contro uno con Lombardi, prova a batterlo ma il tiro si schianta sul palo sinistro. 8’ vediamo il giovane Vitale mettersi in mostra con un doppio super intervento, prima devia un tiro insidioso di Gramegna G., dalla deviazione la palla arriva a Facendola, che ribatte in porta, ma Vitale riesce a deviare in angolo ed a salvare il risultato. Pellegrino Sport C5 si porta in vantaggio al 12’ grazie al capitano Gramegna, Montemurno vede il compagno inserirsi sul secondo palo e, con un ottimo pallone filtrante, manda in porta il suo capitano che a porta semi sguarnita, segna il momentaneo 1-0. Passa poco più di tre minuti e l’Alta Futsal pareggia i conti con un tiro dalla lunga distanza di Casalino, tiro preciso che si infila sul palo alla sinistra di un Lombardi non molto attento. Partita riportata in parità ma  Lombardi, al 19’, esce dall’area e travolge un giocatore avversario, fischio dell’arbitro, sesto fallo e tiro libero assegnato all’Alta Futsal. Dalla panchina entra Sardone per tirarlo e, con un destro precisissimo, trafigge Lombardi alla sua destra. 1-2 che va stretto per l’Alta Futsal e, subito dopo il vantaggio, Sardone cerca la doppietta personale, ma una sua conclusione si schianta sul palo e salva i padroni di casa. Pellegrino Sport C5 cerca di pareggiare la partita con il quinto uomo e, allo scadere dei minuti regolamentari, Maino tira da posizione centrale e regala il pareggio alla sua squadra. Gol non gradito dai suoi ex tifosi, infatti, il bomber della Pellegrino Sport C5 si ritrova a  ricevere insulti abbastanza pesanti, ma l’infortunato Angelastri si trasforma in ultà, e urla al suo compagno di continuare a segnare, coprendo gli insulti indirizzati a Maino.

Partita che si conclude con un pareggio che lascia l’amaro in bocca ad entrambe le squadre, per la Pellegrino Sport C5 è un buon punto per i play-off, ma per l’Alta Futsal un pareggio che va stretto e che porta la squadra altamurana a perdere il primo posto in classifica, vista la vittoria della Polisportiva Adelfia.

PELLEGRINO SPORT C5 – ALTA FUTSAL 2-2

PELLEGRINO SPORT C5: Lombardi, Angelino, Dileo M., Santacroce, Facendola, Gramegna M., Maino, Tancredi, Dileo D., Gramegna F., Carone.

ALTA FUTSAL: Vitale, Cirrottola, Livrieri, Loizzo, Chironna, Casalino, Cornacchia V., Sardone, Cornacchia G., Bardaro, Stano, Lillo.

RETI: 12’ st Gramegna G., 28’st Maino (PS), 15’ st Casalino, 19’st Sardone (AF)

FALLI: 3-2 pt, 6-3 st.

RECUPERO: 1’ pt, 3’ st

AMMONITI: Danilo D., Maino, Lombardi (PS)

Pellegrino KO

La Polisportiva Adelfia porta a casa i tre punti vincendo contro un discreto Pellegrino Sport C5 per 2-4, tre punti che consente agli ospiti di portarsi al primo posto nella classifica di C2 girone B. Pellegrino Sport C5, orfana degli squalificati Carone e Tancredi, schiera Angelastri tra i pali, Gramegna G. centrale, Montemurno e Santacroce laterali e Maino pivot.

Partita che comincia in salita per i ragazzi di Maremoti che al 6 minuto, Campagna recupera palla a centrocampo e, dopo aver percorso la fascia destra, trafigge Angelastri con una puntina sul palo opposto del portiere. Cinque minuti più tardi Bosco cerca la conclusione in area ma Angelastri in spaccata gli dice di no. La Pellegrino Sport C5 prova a reagire dopo il gol subito ma le poche azioni create dai ragazzi altamurani sono neutralizzate da una buona difesa ospite. Primo tempo che si conclude con molti errori da parte delle due squadre, infatti i due portieri vengono chiamati poco, quasi per nulla in causa.

Secondo tempo che prende la stessa piega del primo, Gasparro al terzo minuti di gioco conclude in porta, ma grazie a una deviazione della retroguardia altamurana, porta i suoi sul 2-0.Nel giro di pochi minuti le due squadre si scatenano e, prima arriva l’immediata reazione della Pellegrino Sport C5 con Maino, che da destra, tira in porta e accorcia le distanze con un tiro che passa da sotto le gambe del portiere. 6’ e Anastasia dal limite dell’area, si gira e segna 1-3.Minuto successivo e Facendola apre a destra dove Maino riceve palla e scarica in porta un destro non molto potente, 2-3 e partita riaperta. I ragazzi altamurani provano a pareggiare e, a quasi cinque minuti dalla fine provano il quinto uomo di movimento ma, i risultati non sono positivi, infatti allo scadere della partita Colaemma recupera palla e tira in porta da prima del centrocampo 2-4 e fischio finale. Peccato per i ragazzi di mister Maremonti che, dopo un primo tempo non bellissimo, reagiscono nel secondo tempo portandosi più volte in attacco, anche se con poche vere conclusioni.

PELLEGRINO SPORT C5 – POLISPORTIVA ADELFIA  2-4

PELLEGRINO SPORT C5: Lombardi, Angelastri, Montemurno, Facendola, Santacroce, Gramegna G., Gramegna F., Angelino, Maino, Dileo D., Dileo G.

POLISPORTIVA ADELFIA: Genchi, Di Bisceglie, Campagna, Candalice, Basile, Bosco, Colaemma, Anastasia, Morisco, D’ambrosio, Gasparro, Ragone.

RETI: 4’, 8’ st Maino (PS) 6’pt Campagna, 3’st Gasparro, 6’ st Anastasia, 32’ st Colaemma (PA)

AMMONITI: Maino, Montemurno, Facendola (PS) Campagna (PA)

RECUPERO: 1’ pt, 2’ st.

FALLI: 1-3 pt, 1-4 st

Tre punti sullo scadere

Maino tira durante il riscaldamento

Altri tre punti conquistati in casa dalla Pellegrino Sport C5, che nell’ultimo turno di campionato, vincono all’ultimo secondo contro un modesto Rutigliano. Mister Maremonti schiera in porta Lombardi, Montemurno centrale, Tancredi e Santacroce sulle fasce e pivot Maino. Il Rutigliano attacca già dai primi minuti, e Dioguardi , da punizione, impensierisce Lombardi che devia ma, sulla ribattuta, Lamorgese tira in porta ma il tiro sbatte addosso al portiere altamurano. 8’ e gli ospiti si portano in vantaggio con Dioguardi che ,da punizione centrale, buca un Lombardi poco attento. Tre minuti più tardi arriva il raddoppio degli ospiti con Gigante che buca Lombardi grazie a una palla recuperata dai suoi compagni. La Pellegrino Sport C5 reagisce immediatamente con il solito Maino che, da posizione centra si defila a sinistra e buca Palumbo con un mancino sul secondo palo. 20’ pt ed arriva il raddoppio dei padroni di casa, Gramegna F. si fa tutta la fascia destra, vede Montemurno in area e con un tiro potente lo serve, piatto di Montemurno e 2-2. Partita ripresa immediatamente dalla squadra di casa che in pochi minuti oltre che a riprendere la partita si portano in vantaggio nel giro di un minuto con il solito Maino che, con una sua accelerazione, supera la difesa avversaria e trafigge Palumbo con un tiro sotto le gambe del portiere. Neanche il tempo di festeggiare che Facendola anticipa Dell’Edera e con una puntina sotto la traversa aumenta il vantaggio per i suoi. Due minuti sono serviti al Pellegrino Sport C5 per passare dal 2-2 al 4-2. Paritata quasi chiusa ma, un ingenuità di Tancredi provoca un rigore allo scadere del primo tempo. Dioguardi dal dischetto trafigge Lombardi che intuisce il tiro ma non riesce a deviare, 4-3 e fine primo tempo.
Secondo tempo meno vivace del primo infatti la prima occasione passa sui piedi di Angelino che al 13’, dopo un passaggio di Tancredi, tira fuori. Due minuti più tardi e il Rutigliano pareggia con Gigante che si ritrova in area un pallone deviato male dalla retroguardia altamurana e, senza pensarci due volte tira, 4-4. Secondo tempo molto caotico da parte di entrambe le squadre, entrambe cercano il gol del vantaggio ma la troppa voglia di passare in vantaggio fa si che il livello del gioco si abbassi. A pochi secondi dal fischio finale, Santacroce recupera palla e, dopo aver percorso tutta la fascia destra, si ritrova uno contro uno con Palumbo e con un destro potente lo trafigge regalando ai suoi tre punti fondamentali in chiave play-off.
PELLEGRINO SPORT C5 – RUTIGLIANO 5-4
PELLEGRINO SPORT C5: Lombardi, Clemente, Gramegna M., Maino, Facendola, Santacroce, Tancredi, Facendola, Montemurno, Angelino, Gramegna F., Carone.
RUTIGLIANO: Calisi, Palmaroli, Creatore, Ardito, Ciavarella, Luceri, Di Fino, Gigante, Dell’Edera, Dioguardi, Lamorgese, Palumbo.
RETI: 14’pt Maino, 20’pt Montemurno, 22’pt Maino, 23’pt Facendola, Santacroce ( PS), 8’pt Dioguardi, 11’pt Gigante, 29’ pt Dioguardi, 15’st Gigante(RU)
AMMONITI: Tancredi, Montemurno, Carone (PS), Creatore, Lamorgese (RU)
RECUPERO: 1’ pt, 2’ st.

La Pellegrino Sport C5 ritorna a volare

pel_900x675
Fase di gioco Pellegrino Sport c5

La Pellegrino Sport C5 fa scorpacciata di reti e punti e, dopo avere battuto sabato scorso lo Sporting Bari per 3-1, vince anche nel recupero della decima giornata  contro il Noci C5 con un roboante 7-1. Grande protagonista del match è Maino, in serata di grazia, trascina i suoi compagni alla vittoria, diventando un autentico incubo per la difesa avversaria.
Mister Maremonti fa le sue scelte e si affida ad Angelasti in porta, Gramegna M. centrale, Santacroce e Tancredi laterali e Maino pivot. I padroni di casa partono subito all’attacco con Maino che da destra, invece di cercare l’imbucata in area scarica per il vicino Tancredi che tira in porta, Casulli devia in angolo. Al 10’ gli ospiti si rendono pericolosi con Degiorgio ma  Angelastri non si fa trovare impreparato e derma tutto in bello stile. La Pellegrino Sport C5 si porta in vantaggio al 12’ con Maino che si accentra e, con un tiro di punta trafigge il portiere avversario.  Soltanto due minuti più tardi, lo stesso Maino si trasforma in assist-man quando, dopo aver portato palla da metà campo, vede e serve Tancredi a sinistra che non sbaglia e segna il 2-0. Il gioco si ferma per qualche minuto a causa dell’infortunio capitato ad Angelastri, che esce dolorante dal campo lasciando il posto al giovano Carone che si rende subito protagonista deviando in spaccata una conclusione nata da una punizione per il Noci C5. Il primo tempo si chiude con gli altamurani ancora in avanti e meritatamente in vantaggio di due reti.
La ripresa comincia con gli altamurani che spingono sull’acceleratore e, in soli tre minuti, segnano altre tre reti chiudendo virtualmente il match. Maino, autentico mattatore del secondo tempo, prima regala due assist ai fratelli Gramegna che ringraziano e segnano il 3-0 3 il 4-0 , poi recupera palla e chiude la sua azione personale segnando la sua doppietta personale che vale il 5-0. Con la gara ormai chiusa, il Noci C5 tenta una reazione e, giocando con il quinto uomo di movimento segna la rete della bandiera con Sportelli, che aiutato da una deviazione altamurana, segna il 5-1. La mossa utilizzata da mister Di Bari, però, non riesce a far recuperare altro terreno agli ospiti che, anzi, subiscono anche le reti di Santacroce e Facendola, che dalla loro metà campo, fissano il risultato finale sul 7-1.

 PELLEGRINO SPORT C5 – NOCI C5  7-1
PELLEGRINO SPORT C5: Angelastri, Dileo M., Gramegna M., Maino, Facendola, Santacroce, Tancredi, Ciccimarra, Dileo D., Angelino, Gramegna F., Carone. All. Maremonti
ASD NOCI CALCIO A 5: Casulli, Scarano, D’Onghia, Fanazzi, Sgobba, Pugliese, Giannone, Sportelli, Castellana, Degiorgio, Pace, Plantone. All. Di Bari
ARBITRI: Domenico Lamacchia della sezione di Bari.
FALLI: 2-4 pt, 3-5 st.
RETI: 12’ pt Maino (PS), 14’pt Tancredi (PS), 3’ st Gramegna F. (PS), 5’st Gramegna M. (PS), 7’st Maino (PS),  20’st Santacroce (PS), 28’st Facendola (PS), 18’st Sportelli (NC)..
AMMONITI: Pugliese (NC), Degiorgio (NC).
RECUPERO: 5’ pt, 3’ st.

Coppa Italia Eccellenza al Team Altamura: Bisceglie battuto ai rigori

TeamCoppa
Giocatori e dirigenti festeggiano con la Coppa (ph. Carlo & Rita Fotografi)

Il Team Altamura ha vinto la Coppa Italia di Eccellenza pugliese. A Gravina, ci sono voluti i calci di rigore dopo l’1-1 maturato nei centoventi minuti di gioco. Vantaggio altamurano grazie a Del Core al 26′, pareggio di Ventura all’81. Entrambi i capitani sono stati espulsi per rissa nei minuti finali di gioco.
Gravina, stadio neutro Vicino, il Team Altamura affronta l’Unione Calcio Bisceglie. Dopo il successo dell’anno scorso con il Gravina, mister Di Maio vuole ripetersi, e portare a casa il titolo al primo anno dal suo ritorno sulla panchina altamurana. Solito 3-4-3 per gli altamurani che vedono di fronte il 4-4-2 di mister Zinfollino. Altamurani che scendono in campo già grintosi e pronti a portarsi a casa il titolo infatti, Rana ,nel giro di 5 minuti, già inizia a creare problemi per la retroguardia avversaria prima con due tiri da fuori e al 10′ con un colpo di testa che entra in rete, ma l’arbitro annulla per fuorigioco. Gol che arriva subito dopo grazie alla bella incursione sulla destra di Del Core al 26′ servito da Di Senso. Altamurani in vantaggio e da qui alla fine del primo tempo i ritmi si abbassano ed entrambe le squadre creano poco.
Secondo tempo che prende una piega diversa, al 63′ Keita si supera con un tuffo alla sua destra, respingendo il tiro di Moscelli da punizione. Il Bisceglie continua a creare azioni pericolose ma la retroguardia bianco rossa allontana senza problemi ma, all’81’ Ventura
stacca più in alto di tutti e con un colpo di testa all’indietro, devia il pallone buttato in area da calcio di punizione e beffa Keita, 1-1 e partita riaperta.
Ai supplementari vince la stanchezza e gli errori, infatti nel primo tempo supplementare l’unico evento da raccontare è uno scontro che vede coinvolto Fiorentino, il gioco si ferma per permettere all’ambulanza di entrare e prestare soccorso al giocatore a terra. Tutto il campo applaude lo sfortunato giocatore che esce dal campo sull’ambulanza e il mister Di Maio lo sostituisce con Lede. Nel secondo tempo supplementare invece al 109′ bella triangolazione tra Rana e Del Core ma il tiro di Rana è deviato in angolo da Musacco. Dall’angolo l’Altamura riesce a segnare ma l’arbitro annulla per carica sul portiere. Pochi minuti più tardi i due capitani, Moscelli e Del Core si fanno buttare fuori dall’arbitro per una rissa creatasi vicino il centrocampo.
Si va ai rigori, decisivi gli errori di Ventura, traversa, e Bartoli che si fa parare il tiro da Keita, mentre Lede si supera facendo il cucchiaio a Musacco e con il gol di Dibenedetto, il TEAM ALTAMURA conquista la Coppa.

TEAM ALTAMURA – UNIONE CALCIO BISCEGLIE 5-3 d.c.r. (1-1 d.t.s)

TEAM ALTAMURA: Keita, Natale, Montrone, Montemurro, Ostuni, Dibenedetto, Di Senso (76′ Cannito), Fiorentino (105′ Lede), Del Core, Rana, Sisalli (105′ Tragni). A Disposizione: Petruzzelli, Colaianni, Zimbardi, Fernandez. Allenatore: Di Maio.
UNIONE CALCIO BISCEGLIE: Musacco, Dattoli, Asselti, Bartoli, Cossu, Caprioli, Piperis, Mastropasqua (67′ Di Pierro), Pascual (40′ Ventura), Moscelli, De Mango (72′ D’Ambrosio). A disposizione: Lullo, Sangirardi, Salomone, Amoruso. Allenatore: Zinfollino.
ARBITRO: Domenico Mallardi da Bari.
ASSISTENTI: Nicola Morea da Molfetta, Michele Colavito da Bari.
QUARTO UOMO: Domenico Leone da Barletta.
RETI: 26′ pt Del Core (TA), 81’st Ventura (UCB).
AMMONITI: Del Core, Montrone, Dibenedetto, Montemurro(TA); Moscelli, Caprioli, De Mango(UCB),
ESPULSI: Del Core(TA) e Moscelli(UCB) per rissa.
RECUPERO: 2′ pt, 4′ st
RIGORI:
TEAM ALTAMURA: Montrone gol, Rana gol, Montemurro traversa, Lede gol, Dibenedetto gol.
UNIONE CALCIO BISCEGLIE: Di Pierro gol, Ventura traversa, Bartoli parato, Cossu gol.

Il Team Altamura c’è!

team_vieste_940x400
Il Team Altamura, dopo il pareggio nel turno infrasettimanale contro Molfetta, ritorna al successo superando, al “D’Angelo”, l’ Otranto per 1 a 0. La partita non è stata molto entusiasmante: entrambe le squadre non sono riuscite ad impensierire più di tanto le difese avversarie.
Primo tempo abbastanza vivace con il Team Altamura che prova immediatamente a spingersi in attacco con Cannito che vede Di Senso in area, lo serve con un bel cross ma la difesa dell’Otranto allontana. Al 6’ minuto, Martin Sanchez tira un missile da fuori, Keita respinge e sulla ribattuta Palma si ritrova il pallone tra i piedi, ma a porta vuota tira alto sprecando un’occasione d’oro. Il Team Altamura prova in tutti i modi a portarsi in vantaggio creando qualche occasione ma solo al 29’, complice un errore difensivo dell’Otranto, ci riesce con Del Core che, dopo un disimpegno errato degli ospiti, si ritrova il pallone tra i piedi e dal limite dell’area calcia in porta e segna l’1 a 0.L’Otranto prova a reagire affidandosi ai cross, ma Keita non ha problemi e riesce sempre ad allontanare i pericoli. Primo tempo con poche azioni e troppi errori, ottima solidità difensiva da parte del Team Altamura che riesce a neutralizzare gli attacchi avversari.

Secondo tempo che ha da dire veramente poco, entrambe le squadre si affidano a lanci lunghi dalla difesa, infatti una delle poche azioni interessanti nasce al 32’ quando Ostuni parte in contropiede ma, invece di servire il compagno alla sua destra, cerca la conclusione in porta che termina abbondantemente a lato. Un minuto dopo è l’Otranto a creare problemi alla retroguardia altamurana quando, Luca tira dal limite dell’area con la palla scheggia il palo sinistro e termina sul fondo. Al 40’ ennesimo contropiede sbagliato da parte dell’altamura, Fernandez serve in area Lede che, invece di tirare, rientra sul sinistro e si fa recuperare dalla difesa che ferma tutto. Dulcis in fundo, al 43′, Mister Di Maio è allontanato per proteste contro il direttore di gara.

La partita termina con una vittoria sofferta per i padroni di casa che, se avessero concretizzato le ripartenze, avrebbero  terminato in goleada.

La vittoria, comunque, ha un’altra valenza: grazie al pareggio del Bitonto, i biancorossi sono ad un solo punto dalla vetta, occupata dai neroverdi e dal Cerignola e domenica al “D’Angelo” c’è p proprio il big match contro la formazione bitontina, nella giornata che apre il girone di ritorno.

TEAM ALTAMURA – OTRANTO 1-0

TEAM ALTAMURA: Keita, Cannito, Colaianni ( 23’ st Natale), Montemurro, Lede, Dibenedetto, Di Senso, Morea (30’ st Ostuni) , Del Core, Rana (34’ st Fernandez), Sisalli. A disposizione: Petruzzelli, Fiorentino, Notari, Tragni. Allenatore: Di Maio.
OTRANTO: Carotto, Serio, Mounchid, Stajano, Roulam ( 16’ st Villani), Deffo, Palma, Boualam ( 34’ st Mariano), Brindisi, Martin Sanchez ( 34’ pt Luca), Gonzales. A Disposizione: Cazzato, Degrorgi, Schrinzi, Saracini. Allenatore: Salvadore.

ARBITRO: Giuseppe Rispoli

ASSISTENTI: Vincenzo Balestrucci, Antonio Conte
RETI: 29’ pt Del Core (TA).
AMMONITI: Cannito, Di Senso, Lear (TA); Roulam (OT).
RECUPERO: 2′ pt, 5′ st.

NOTE: al 43′ allontanato l’all del team di Maio per proteste

Pellegrino Sport C5, che beffa!

pel_just_900x675
Pellegrino Sport C5 e Just Mola nel minuto di raccoglimento in memoria della Chapecoense

La Pellegrino Sport C5 cade in casa, nell’ ottava giornata di campionato contro il Just Mola, perdendo immeritatamente con il risultato di 0-1 solo nel finale. I ragazzi altamurani sprecano molte occasioni da gol e, nonostante un superbo Angelastri, subiscono il gol del ko nell’ ultimo giro di orologio su un calcio di punizione dal limite.
Mister Maremonti schiera come quintetto iniziale Angelastri tra i pali, capitan Gramegna centrale, Maino e Mercadante laterali e Tancredi pivot. I biancorossi altamurani  partono con ritmi elevati, e il portiere ospite Santamaria è costretto subito agli straordinari, prima blocca un diagonale di Gramegna e subito dopo devia in angolo un tiro insidioso di Maino. La risposta del Just Mola arriva al 10’ con il tiro di Baylan dall’out di sinistra  ma Angelastri blocca senza particolari problemi. Montemurno, poco ispirato, lancia sulla sinistra per Santacroce, che senza farsi pregare, tira da fuori ma la palla sfiora solamente l’incrocio dei pali e si spegne sul fondo. Al 25’ Bellantuono imbecca in area altamurana Simone, il suo stop al volo è elegantissimo ma il suo tiro lascia a desiderare e l’azione pericolosa sfuma. Si mette in mostra anche il neo acquisto altamurano Facendola che ha l’opportunità di portare in vantaggio i suoi ma, dopo aver superato un avversario, è sfortunato perché  il suo tiro prende in pieno il palo. Il primo tempo si chiude a reti inviolate con la Pellegrino Sport C5 che forse meritava il gol più dell’avversario.
La ripresa comincia con gli altamurani che provano sin da subito ad attaccare con un buon giro palla a velocità sostenuta ma, prima Mercadante non inquadra la porta e tira fuori, subito dopo Montemurno vede e serve Tancredi libero in area ma il suo tiro è debolissimo e il portiere avversario blocca senza problemi. Angelastri al 43’ si supera e, nel giro di un minuto, fa due super parate: nella prima devia in angolo un tiro potente di Bellantuono, poi, sugli sviluppi del successivo calcio d’angolo, si riconferma in ottima forma deviando un tiro al volo sempre di Bellantuono. Il Just Mola ci prova ancora con Baylan al 47’ ma il suo  tiro da fuori non impensierisce il portiere altamurano. A due minuti dalla fine Dileo D. ferma Baylan al limite dell’area altamurana  in maniera fallosa e, per il direttore di gara, è punizione e cartellino rosso per fallo da ultimo uomo. Sulla battuta del calcio piazzato si presenta Valente che realizza la rete del vantaggio mandando la palla nell’angolino basso sulla sinistra del portiere Angelastri. La Pellegrino Sport C5, letteralmente scioccata, non ha il tempo di una possibile rimonta perché l’arbitro decreta la fine della gara e sancisce la vittoria del Just Mola, che festeggia incredula i tre punti conquistati.

PELLEGRINO SPORT C5 – JUST MOLA   0-1

PELLEGRINO SPORT C5: Lombardi, Gramegna, Maino, Mercadante, Di Leo D., Facendola, Santacroce, Manarelli, Montemurno, Tancredi, Dileo M., Angelastri. All. Maremonti.
JUST MOLA: Santamaria, Martino, Lacoppola, Antonazzo Bianco, Simone, Valente, Albanese, Baycan, Bellantuono, Catalano.  All. Recchia.
ARBITRO: Luigi Balacco della sezione di Molfetta.
FALLI: 5-3 pt, 4-3 st.
RETI: 60’ Valente (JM).
AMMONITI: Mercadante (PS), Maino (PS), Gramegna (PS), Bellantuono (JM).
ESPULSI: Dileo D. (PS).
RECUPERO: 1’ pt, 1’ st.

La Pink Bari domina la Virtus

img-20161121-wa00101
Virtus Altamura vs Pink Bari

Primo ko in casa, secondo consecutivo, per le ragazze della Virtus 1987 Pallacanestro Altamura che, si arrendono 8 – 84 alla Pink Sport Time Bari. Coach Salvaggiulo schiera come quintetto base Benga, Comanda, Lorusso, Ceglie e Carretta che, nel primo quarto, perdono molti palloni e fanno ripartire le avversarie in contropiedi solitari, chiudendo sul 3 – 23, unici centri realizzati da Carretta. Secondo quarto molto più aggressivo per le ragazze altamurane che, incitate da un pubblico numeroso, lottano su ogni palla ma la differenza di preparazione e di esperienza non gioca a loro favore, infatti con zero centri si chiude 3 – 44 il secondo quarto. Terzo e quarto segue lo stesso ritmo del secondo, con le ragazza della Virtus che provano in ogni modo a far canestro ma le ragazze della Pink Bari non hanno nessun problema a chiudersi bene in difese e ripartire in contropiede. Ultimi due quarti chiusi con il punteggio di 7 – 63, con in canestri di Benga e Carretta, e 8 – 84 con l’ultimo centro da tiro libero di Carretta.

Le ragazze sono indietro nella preparazione fisica e tattica rspetto alle altre squadre, ma in tutta la partita non è mai mancata la grinta e la determinazione di andare a canestro. Coach Salvaggiulo ha a disposizione ragazze con grinta e voglia di migliorare, una su tutte Carretta che oltre a essere la giocatrice con più canestri, è apparsa anche la più determinata in squadra. La base per un buon progetto c’è ma il tempo per mettersi alla pari con le altre squadre è davvero poco.

PRIMO QUARTO: 3 – 23

SECONDO QUARTO: 0 – 21

TERZO QUARTO: 4 – 19

QUARTO QUARTO:  1 – 21

Fortis Altamura, avanti così

wp_20161120_0011
Stadio Comunale Tonino D’Angelo

Arriva il quinto risultato di fila per la Fortis Altamura che, battendo per 3 a 0 la Puglia Sport Laterza, arriva nella zona play-off della classifica. Ieri allo stadio Comunale Tonino D’Angelo, la squadra allenata da mister Maurelli, ha portato a casa tre punti che alla vigilia sembravano già in cassa.

La squadra altamurana, già dalle prime battute di gara si butta in avanti, infatti al 7’, un’incomprensione della retroguardia ospite che allontana male il pallone, favorisce Bozzi, vedendo la porta vuota, insacca da fuori con un tiro a campanile. La Puglia Sport Laterza, nonostante lo svantaggio prova a creare qualcosa, ma gli uomini di mister Maurelli sono molto attenti e non lasciano avvicinare in area i loro avversari. La partita cambia al 35’ del primo tempo quando Nardò si fa espellere dall’arbitro per un fallo a centrocampo, lasciando i suoi in dieci. Primo tempo che regala solo tiri dalla distanza, merito delle due difese che coprono beni gli spazzi, evitando giocate pericolose.

Secondo tempo diverso dal primo. Gli ospiti, nonostante l’inferiorità numerica, provano a pareggiare la partita, ma il giovane Casella non ha molto lavoro da fare, grazie a una difesa molto solida. I ragazzi di mister Maurelli provano a chiudere la partita, infatti prima ci prova Bozzi ma spara alto da dentro l’area, poi Casale prova la conclusione da fuori che non impensierisce il portiere della Puglia Sport. Raddoppio che arriva alla mezz’ora grazie al subentrato Castoro che accompagna in porta il pallone ribattuto da Donatello dopo una splendida parata sul tiro di Bozzi. Padroni di casa che amministrano gli ultimi minuti di gioco senza problemi, infatti al 46’, la difesa ospite allontana male un cross e Amandonico regala il 3 a 0 ai padroni di casa.

Nonostante la sconfitta i ragazzi della Puglia Sport Laterza hanno lottato fino alla fine, senza mai arrendersi alla Fortis Altamura, ma giocare più di un tempo in inferiorità numerica non è alquanto facile. Per la Fortis, invece, buon momento di forma e secondo posto che adesso dista solo tre lunghezze.

Domenica prossima, intanto, delicata trasferta a Monte Sant’Angelo, squadra che condivide con la formazione murgiana lo stesso numero di punti, 17, e che vorrà sicuramente riscattare la scoppola rimediata dall’Omnia Bitonto

 

FORTIS ALTAMURA – PUGLIA SPORT LATERZA 3-0

FORTIS ALTAMURA: Casella, Tarullo, Dispoto, Bozzi, Faliero (38 st’ Piperis), Lorusso, De Palma, Casale, Ostaku, Abrescia (13’ st Cirigliano, 27’st Castoro), Ardino. A disposizione: Goffredo, Loiudice, Regina, Mele. Allenatore: Maurelli.

PUGLIA SPORT LATERZA: Donatello, Amorno, Bitetti, Del Zotti (9’ st Perrone), Amandonico, Giasi, Grittani (27’ st Turi), Fiore, Salatino (26’ st Bottiglione), Fonzino, Nardò. A disposizione: Marinaro, Carrera, Chietera. Allenatore: Danza.

ARBITRO: Acquafredda di Molfetta.

ASSISTENTI: Nasca e Manzari di Bari.

RETI: 7’ pt Bozzi (FA); 30’ st Castoro(FA), 46’ st Amandonico (FA, aut.)

AMMONITI: Lorusso, Bozzi, Ostaku (FA); De Zotti (PS)

ESPULSI: Nardò(PS).

RECUPERO: 3’ pt, 4’ st.