Ultime notizie

Calcio, ancora tanti interrogativi per le altamurane

CalcioSarà un’estate piena di interrogativi quella che attende il calcio altamurano. Sfumato il sogno, per il Team Altamura, di approdare in serie D, campionato abbastanza anonimo per Fortis Altamura e Ultrattivi.
Ma se per queste due ultime compagini, di tempo per programmare la prossima stagione ce n’è ancora abbastanza, la scadenza più imminente e probabilmente l’unica, è quella riguardante l’iscrizione, non è così per la società guidata da Vincenzo Di Palo che, subito dopo l’eliminazione dai playoff nazionali di Eccellenza per mano del Real Metapontino, si era affrettato a rassicurare i tifosi che avrebbe presentato domanda di ripescaggio. Dopo l’entusiasmo iniziale e, probabilmente dopo essersi fatto due conti, il vulcanico patron altamurano non si è più sbilanciato. D’altronde per presentare domanda di ripescaggio in “quarta serie“, servono circa 150 mila euro ai quali bisogna aggiungere altri 50 mila per l’iscrizione al campionato di Eccellenza, necessaria nel caso la domanda di ripescaggio non vada a buon fine. Lo sappiamo tutti che, in tempi di ristrettezze economiche, reperire tutti quei quattrini è impresa alquanto difficile, se a questo si aggiunge la “grana” stadio, il quale per essere idoneo necessita di alcuni lavori di ristrutturazione, ecco spiegato il mezzo passo indietro dei dirigenti biancorossi. Inoltre, per quanto riguarda la situazione stadio, anche in questo caso il primo cittadino altamurano, Giacinto Forte, dopo aver seguito le ultime partite tra gli ultras ai quali aveva promesso tutto il suo sostegno alla causa “Team”, non si è fatto più sentite, impegnato com’è a risolvere i problemi interni alla sua maggioranza, già divisa dopo poco più di un anno dal suo insediamento. Insomma, tante parole, pochi fatti con i tifosi sul piede di guerra, dopo tante promesse disattese.
Intanto domenica prossima, in piazza Duomo, alle ore 20,30, incontro pubblico organizzato dal Team Altamura per tutti coloro che hanno contribuito alla stagione appena conclusa. Vedremo se in quell’occasione si saprà qualcosa in più sul futuro.
Detto del Team Altamura, poco o niente si sa di Fortis Altamura e Ultrattivi. Per quel che riguarda la società presieduta da Beppe Piccininni, si dovrebbe andare avanti anche per la prossima stagione, con uno spiraglio aperto ad eventuali fusioni. Questo il post pubblicato sul profilo della società: “Riparte un’altra stagione. L’obiettivo della Fortis Altamura continua ad essere quello di creare una aggregazione con più imprenditori possibili, con gli appassionati e con le altre realtà sportive. Ed in questo senso la Fortis non si stanca mai di lavorare. Le porte sono sempre aperte a chiunque. Siamo convinti che l’Unione fa la forza. Bisogna prendere spunto dalla realtà che si è generata a Gravina. Non bisogna dipendere da un solo benefattore ma da diversi. È come una azienda che ha un solo cliente…se gli viene a mancare, entra in crisi…se invece i clienti sono tanti, se ne viene a mancare uno… si continua ad andare avanti”. Anche in questo caso staremo a vedere.
Non si sa niente, se non che Gianluigi Colonna non sarà più l’allenatore della prima squadra, degli Ultrattivi che, tranne catastrofi, dovrebbero partecipare, per il secondo anno, al campionato di Prima Categoria. Vista la storia della giovane e dinamica società presieduta da Giacinto Fiore, non più di due anni nella stessa categoria, ci si attende una squadra ben attrezzata.

The following two tabs change content below.

La redazione

Comments

comments

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: