Ultime notizie

Città di Altamura, così non va

Ennesima sconfitta che lascia la squadra altamurana al penultimo posto in classifica

Cda-Trulli

Foto di gruppo per il Città di Altamura

Tutti pensavano ma soprattutto speravano che le ottime notizie arrivate dal mercato potessero dare una scossa alla squadra in vista dell’ottava giornata di campoinato. Così non è stato e per il Città di Altamura C5 è arriva ancora una sconfitta interna contro un Trulli e Grotte di certo non irresistibile che ha svolto il compitino con una buona difesa a uomo e tanta semplicità negli schemi offensivi che hanno inguaiato Basile e compagni. Tra le fila del Trulli e Grotte hanno impressionato il sempreverde centrale difensivo Lomelo, classe 1955 e il migliore in campo De Leonardis che ha mostrato una tecnica davvero sopraffina.
La partita risulta alquanto noiosa e nei primi dieci minuti si registra solo l’infortunio del portiere altamurano Ascaretti che esce dai pali in maniera scoordinata su pivot Barletta e ha la peggio. Al suo posto entra Sangirardi che si mette in mostra al 17’ con una parata in spaccata su tiro di Barletta da calcio di punizione. Al 18’ lo stesso Barletta, servito perfettamente da De Leonardis, coglie il palo con un lezioso colpo di tacco a pochi metri dalla porta altamurana. Al 22’ l’azione altamurana è bellissima, Facendola scarica per Cassone che con un colpo di tacco gli restituisce palla lanciandolo solo nell’area ospite, il mancino altamurano invece di avanzare verso la porta tira da fuori area e la palla finisce altissima. Un minuto più tardi,al 23’, il Città di Altamura C5 passa in vantaggio con Mercadante che ruba palla nella sua area e si invola solo sulla fascia sinistra, arrivato al limite dell’area lascia partire un chirurgico diagonale basso che si infila all’angolino dell’incolpevole L’Abbate. Nel primo minuto di recupero Daddabo potrebbe raddoppiare quando salta un avversario e tira a botta sicura ma L’Abbate gli nega la gioia parando di piede in angolo. Il primo tempo si chiude con il risultato di 1-0 sostanzialmente meritato ma con molto nervosismo da entrambe le parti per una direzione di gara alquanto discutibile.
La ripresa comincia con Lorusso che sfiora il goal di giornata con un sinistro dal limite che passa a pochi centimetri dall’incrocio dei pali. Ma sul più bello, ecco che ricomincia un film visto e rivisto tante volte in questo inizio di campionato: al 32’ De Leonardis crea scompiglio sulla fascia sinistra e dopo aver saltato un altamurano mette una palla al bacio per Carrieri che ringrazia e facile facile mette in rete la palla che vale l’ 1-1. Al 35’ dormita colossale del Citta’ di Altamura C5 con la palla che vola altissima e finisce tra i piedi di De Leonardis che a pochi passi dalla porta altamurana salta anche Sangirardi e segna il goal dell’ 1-2. Al 38’ ancora lo scatenato De Leonardis sulla fascia sinistra salta Colonna, poi Mercadante e scarica al centro per Barletta che tutto solo grazia Sangirardi e tira debolmente. Mister Mascolo suona la carica ai suoi che prendono in mano la gara ma i risultati non sono quelli sperati e la squadra altamurana produce solo tiri da fuori che non spaventano il sempre vigile L’Abbate. Al 48’ il tecnico altamurano decide di giocarsi la carta del quinto uomo ma la manovra è lenta e i giocatori altamurani sono inspiegabilmente fermi a passarsi e ripassarsi la palla facilitando il comito della difesa a uomo del Trulli e Grotte. Solo al 55’ Cassone tira in diagonale sul secondo palo ma Lorusso arriva con un attimo di ritardo e la palla esce di pochi centimetri. Come spesso è accaduto in questo campionato, al 59’ Barletta ruba palla e con tutti gli altamurani in area ospite segna dalla sua metà campo il goal del 1-3. La partita si incattivisce e falli fischiati e quelli non visti dal duo arbitrale aumentano e a farne le spese sono Daddabo che viene espulso per doppia ammonizione e il ds altamurano Locapo che viene allontanato dal campo per proteste. Nel secondo minuto di recupero, Basile recupera palla e scarica per Lorusso che dalla sinistra mette sul secondo palo per Mercadante che di petto segna la rete del definitivo 2-3.
Con questa sconfitta il Città di Altamura C5 rimane con quattro punti in classifica e deve assolutamente ricominciare a fare risultato per non accumulare ancora ritardo fino alla riapertura del mercato, quando potrà utilizzare i nuovi acquisti. Acquisti che aumentano, arriva infatti, l’ufficialità dell’accordo raggiunto con il fortissimo pivot argentino Jorge Guillermo Regner, classe 1988 autore di tante reti tra serie B e serie A.

CITTÀ DI ALTAMURA C5 – TRULLI E GROTTE 2-3

CITTÀ DI ALTAMURA C5: Sangirardi, Ninivaggi, Facendola, Colonna, Mercadante, Daddabo, Lorusso, Basile, Cassone, Tarquinio, Chironna, Ascaretti. All. Mascolo.
TRULLI E GROTTE:
L’Abbate, Tria, Carrieri, Lacatena, Lomelo, Primavera, Schettini, De Leonardis, Barletta, Rizzi, Marzullo, Romanelli. All. Cisternino.
RETI:
23’ Mercadante (CA), 32’ Carrieri (TG), 35’ De Leonardis (TG), 59’ Barletta (TG), 60’ + 2 Mercadante (CA).
ARBITRI
: Di Ruvo di Barletta e Nacchiero di Foggia
FALLI: 4-4 pt, 3-2 st.
AMMONITI:
Sangirardi (CA), Daddabo (CA), Basile (CA), L’abbate (TG), Primavera (TG), De Leonardis (TG).
ESPULSI:
Daddabo (CA).
RECUPERO:
1’ pt, 2’ st.

Comments

comments

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: