Ultime notizie

Eccellenza, Gravina e Casarano in allungo

Otranto, Novoli e Leverano in affanno

Eccellenza

Eccellenza

L’ottava giornata del campionato di Eccellenza fa registrare la prima vera fuga stagionale. Ed è una fuga a due, tra Gravina, primo a quota diciannove punti, e Casarano, secondo, staccato di una lunghezza. Vincono entrambe, entrambe in trasferta, ed entrambe su due campi molto difficili. Bene anche il Bisceglie, che guida il treno delle inseguitrici. Attenzione a Mesagne e Barletta, che si avvicinano alle zone nobili della classifica. Stazionaria la situazione nei bassifondi.
Ma la copertina è tutta per il Gravina, che, nel big match di giornata, dilaga al “Caduti di Superga” contro il Mola: Albano apre le marcature su rigore, poi arrivano la doppietta di Montemurro e il gol di Rana per lo 0-4 finale. E sono numeri importanti quelli dei murgiani: settimo risultato utile consecutivo e sesta vittoria, e primato della difesa meno battuta, con sole tre reti al passivo. Successo di misura, invece, per il Casarano, che supera, in rimonta, il Trani: al vantaggio dei padroni di casa con Quaresimale, rispondono Ancora e Puglia, che lanciano i rossazzurri, per l’1-2 finale. Due reti che contribuiscono ad alimentare il bottino complessivo, che fa del Casarano il miglior attacco del torneo, con diciannove centri all’attivo. Contro il Novoli, arriva la quarta vittoria consecutiva per il Bisceglie: decide la rete di Sylla al 22’ st. Pronto riscatto del Vieste, che, tra le mura amiche, s’impone con un sonoro 4-2 sull’Otranto: vantaggio ospite con Pellegrino in avvio di gara, micidiale uno-due del Vieste con Sanè e Silvestri al 22’ e 26’ del primo tempo, i foggiani possono, poi, dilagare, con Stoppiello e capitan Augelli; inutile il gol di Regner che accorcia le distanze.
Pareggio, a reti bianche, tra Bitonto e Molfetta. L’altro pari di giornata è quello tra Altamura e Locorotondo: Moscelli sblocca allo scadere della prima frazione di gioco, ma, nel finale, Visconti, su rigore, rimonta e fa 1-1. Ancora un risultato deludente per l’Altamura, che continua a perdere terreno dalla vetta. Importantissima vittoria del Mesagne, che sbanca il “Santa Sofia” di Fragagnano, stadio che ospita le gare interne dell’Hellas Taranto: decide Mummolo, con una zampata al 13’ del secondo tempo. Stesso risultato per Barletta-Grottaglie: ai biancorossi basta una rete di Ladogana per portarsi a casa i tre punti contro la cenerentola del torneo. Decisivo il fattore campo anche nel match tra Castellaneta e Leverano: una doppietta di Gjonaj decide la sfida del “De Bellis”, inutile il gol al 91’ di Palazzo per il 2-1 finale.

salentosport.net

The following two tabs change content below.

La redazione

Comments

comments

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: