Ultime notizie

Fortis Altamura, Ardino non basta

Una doppietta del folletto altamurano non basta per la vittoria

Fortis-Smarco

Fortis Altamura e San Marco schierate a centrocampo

Vittoria sfumata quasi in dirittura d’arrivo per la Fortis Altamura che, ancora costretta a giocare a Toritto l’ennesima partita casalinga della stagione, non va oltre il pareggio, per 2 a 2, contro il San Marco. Grande protagonista di giornata, l’attaccante tascabile Ardino autore di una doppietta che, comunque, non è bastata per regalare la vittoria ai suoi. A condannare i falchetti una sfortunata autorete di Cirrottola a sette minuti dalla fine. Onore comunque agli ospiti che hanno dimostrato di meritare la terza posizione in classifica.
E sono proprio gli ospiti a partire meglio e a costruire le azioni più pericolose come al 5′ quando il giovane portiere Barone, all’esordio stagionale, dice di no ad una punizione dal limite Iannacone. Poi, la 10′, è De Cesare a creare scompiglio sugli sviluppi di un angolo e, infine, è Perna a vedersi respingere un tiro a botta sicura da un difensore altamurano. Solo a questo punto, la squadra murgiana si sveglia e, dopo alcune potenziali buone opportunità, è Ardino, al 21′ a sbloccare il risultato con un tiro dal limite dell’area sul quale l’estremo ospite non è impeccabile. Qualche minuto più tardi è invece Cappiello a provarci di testa, senza esisto, stessa sorte per Loiudice intorno alla mezz’ora. Poi, quasi più niente, se non una punizione dai sedici metri di Ardino che si spegne sul fondo.
La ripresa si apre con una doccia fredda per i padroni di casa che subiscono il goal del pareggio ad opera di Coco , su schema di punizione. Gli ospiti, ringalluzziti dal pari, tentano il forcing e per ben due volte sfiorano il vantaggio, la prima con Perna che, solo contro Barone, alza troppo la mira, la seconda con l’autore del gol, Coco, che da distanza ravvicinata, non trova la porta. La reazione della Fortis è sta tutta in un tiro da poco dentro l’area di Tresca che termina di poco a lato. Nei minuti successivi, la squadra altamurana continua a soffrire, ma al 35′ ci pensa Ardino a togliere la castagne da fuoco quando si inventa un gol da fuoriclasse: l’attaccante altamurano prende palla al limite dell’area, si accentra e lascia partire un sinistro che non lascia scampo a Sportelli. Il tecnico degli ospiti, Parisi, però non si da per vinto e manda in campo un altro attaccante, Ramunno, che di li a poco, tenta un traversone sul quale interviene Cirrottola che, nel tentativo di anticipare un avversario, insacca nella porta sbagliata. Gli ospiti tentano addirittura di vincere la partita, ma la Fortis, rimasta nel frattempo in dieci per l’espulsione di Castoro, resiste.
Insomma, per com’è andata la partita, per la Fortis si può parlare di due punti persi, piuttosto che di uno guadagnato. Magari con un po’ di attenzione in più, l’esito della partita poteva essere diverso, ma per una squadra così giovane va bene così.
Domenica prossima, la Fortis Altamura avrà una ghiotta opportunità per ritornare al successo dato che affronterà in trasferta la Polimnia, squadra in penultima posizione con un punto.

FORTIS ALTAMURA – SAN MARCO 2-2

FORTIS ALTAMURA: Barone, Tarullo, Tancredi, Castoro, Cirrottola, Grassani, Cappiello (17′ st Mele), Loiudice, Marsico, Ardino, Tresca (40′ st Difonzo). A disposizione: Coretti, Proggi, Colonna, Lanzolla, Clemente. Allenatore: Angelastri.
SAN MARCO
: Sportelli (35′ st Marchitto), Cagnetti, Villani, Iannacone, Gulano, De Cesare, Barbone, Nardella (31′ pt Camillo), Catalano, Coco, Perna (35′ st Ramunno). A disposizione: Rinaldi, Ianzano, Pertosa, Coccia. Allenatore: Parisi.
ARBITRO
: Doronzo di Barletta, assistenti Fiore e Seccia di Barletta.
RETI
: 21′ pt Ardino (FA); 2′ st Coco (SM), 35′ st Ardino (FA), 38′ st Cirrottola (SM, aut.).
AMMONITI
: Castoro, Cappiello, Marsico, Ardino (FA); Cagnetti, Barbone (SM).
ESPULSI: 40′ st Castoro (FA), per doppia ammonizione, Gulano (SM) dopo il fischio finale, per proteste.
RECUPERO
: 1′ pt, 3′ st.

The following two tabs change content below.
Domenico Olivieri

Domenico Olivieri

Erano gli anni dei "Figli dei Fiori" quando, esattamente nel 1977, nasceva Domenico Olivieri. Fin dai primi vagiti si mostrava un bambino turbolento così come lo erano quegli anni. Poi, durante l'adolescenza, inizia ad interessarsi allo sport pur non praticandone nessuno con profitto, divorando trasmissioni e quotidiani sportivi praticamente ogni giorno. Dopo la maturità, conseguita nel 1996 presso l'Istituto Tecnico Commerciale "F. M. Genco", inizia ad appassionarsi a tutto quello che riguarda la tecnologia. Poi, nel 2006, finalmente, decide di lanciarsi in prima persona nel mondo dello sport diventando addetto stampa di una squadra di calcio a 5, l'ormai defunta Avanti Delfini Altamura. Dopo due anni passa, sempre con lo stesso ruolo, tra le fila della Pellegrino Sport, altra squadra altamurana. Dal 2009 al 2011, invece, è l'addetto stampa della Tris Gravina, squadra militante nel campionato di serie C1 di calcio a 5. Grazie a questa esperienza inizia la sua collaborazione con un portale di calcio a 5, diventando parte integrante dello staff. Poi le collaborazioni con Altamuralife.it, pugliacalcio24.it e calciowebdilettanti.it. e, infine, dal 2012, insieme all'amico fraterno Leonardo Loporcaro, fonda il sito www.altamurasport.it, unico portale cittadino ad occuparsi di tutto lo sport. Le sue grandi passioni, oltre allo sport e alla tecnologia, sono i libri, il cinema e i viaggi, passione, quest'ultima, che lo ha portato in giro per il mondo. Nella vita di tutti giorni, inoltre, lavora come impiegato presso una società che opera nel comparto del mobile imbottito, è felicemente sposato e papà di una bambina.

Comments

comments

Domenico Olivieri
CircaDomenico Olivieri (214 Articles)
Erano gli anni dei "Figli dei Fiori" quando, esattamente nel 1977, nasceva Domenico Olivieri. Fin dai primi vagiti si mostrava un bambino turbolento così come lo erano quegli anni. Poi, durante l'adolescenza, inizia ad interessarsi allo sport pur non praticandone nessuno con profitto, divorando trasmissioni e quotidiani sportivi praticamente ogni giorno. Dopo la maturità, conseguita nel 1996 presso l'Istituto Tecnico Commerciale "F. M. Genco", inizia ad appassionarsi a tutto quello che riguarda la tecnologia. Poi, nel 2006, finalmente, decide di lanciarsi in prima persona nel mondo dello sport diventando addetto stampa di una squadra di calcio a 5, l'ormai defunta Avanti Delfini Altamura. Dopo due anni passa, sempre con lo stesso ruolo, tra le fila della Pellegrino Sport, altra squadra altamurana. Dal 2009 al 2011, invece, è l'addetto stampa della Tris Gravina, squadra militante nel campionato di serie C1 di calcio a 5. Grazie a questa esperienza inizia la sua collaborazione con un portale di calcio a 5, diventando parte integrante dello staff. Poi le collaborazioni con Altamuralife.it, pugliacalcio24.it e calciowebdilettanti.it. e, infine, dal 2012, insieme all'amico fraterno Leonardo Loporcaro, fonda il sito www.altamurasport.it, unico portale cittadino ad occuparsi di tutto lo sport. Le sue grandi passioni, oltre allo sport e alla tecnologia, sono i libri, il cinema e i viaggi, passione, quest'ultima, che lo ha portato in giro per il mondo. Nella vita di tutti giorni, inoltre, lavora come impiegato presso una società che opera nel comparto del mobile imbottito, è felicemente sposato e papà di una bambina.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: