Ultime notizie

Fortis Altamura, primo sorriso in trasferta

Bella reazione d'orgoglio della squadra altamurana che sbanca Modugno

Mudugno-Fortis

Un’azione di gioco (ph USD Modugno)

Ci si attendeva una reazione che puntualmente è arrivata. Dopo tre sconfitte consecutive e dodici goal subiti la Fortis Altamura è riuscita a cogliere un bel successo, il primo in trasferta, superando per 2 a 1 il Modugno. Bella reazione d’orgoglio dei ragazzi guidati da mister Piero Moramarco che, sotto di un gol, sono riusciti a portare a casa i tre punti.
Senza la coppia titolare dei centrali di difesa, Cirrottola e Grassani, mister Moramarco, ancora in tribuna per squalifica, è costretto a reinventarsi completamente il pacchetto arretrato, schierando Loiudice e Tancredi al centro, Tarullo e Proggi, larghi sulle fasce. A centrocampo rientra Castoro, schierato con Pellicciari, mentre Mele e Cappiello agiscono da esterni. In attacco Ardino e Marsico.
Forse scottata della ultime prestazioni, la squadra altamurana inizia la partita con un atteggiamento abbastanza timido, condito da parecchi errori, dall’altra parte il Modugno si limita a svolgere il compitino. Ne viene fuori una partita abbastanza noiosa che si sblocca, però, al 20′ quando Favia, sugli sviluppi di un angolo, sfrutta un’incertezza di Coretti e gonfia la rete. La Fortis, nemmeno il gol subito, si da una mossa, gli unici tentativi arrivano da calcio da fermo, prima con Marsico e poi con Castoro che, però, non hanno fortuna.
Nella ripresa la Fortis Altamura torna in campo con un po’ più determinazione ma la prima occasione è per i padroni di casa che però non riescono a concretizzare una brutta palla persa da Pellicciari. A questo punto, la squadra altamurana si scuote e, dopo aver collezionato quattro corner consecutivi, sugli sviluppi di una punizione di Ardino, è il 10′, Castoro risolve un batti e ribatti che si era venuto a creare. Il pareggio non va giù ai padroni di casa che iniziano ad innervosirsi. A farne le spese è Tamma che, forse provocato da Tancredi, gli rifila un calcio, rimediando una sacrosanta espulsione. La Fortis, però, con l’uomo in più non ne approfitta e, anzi, rischia lo svantaggio quando Locascio, favorito da una mezza dormita di Tarullo, si presenta solo contro Coretti e colpisce il palo. Gli altamurani ringraziano la dea bendata e a cinque minuti dal fischio finale passano in vantaggio con una prodezza di Marsico che, dopo aver stoppato la palla di petto, da circa 25 metri, lascia partire un tiro al volo che non lascia scampo a Colagrande. Nei minuti finali da registrare soltanto il secondo rosso per i padroni di casa ai danni di Solimini.
Insomma, per la Fortis Altamura, una vittoria che rappresenta una boccata d’ossigeno in un momento non molto favorevole, tre punti arrivati dopo una partita non giocata benissimo e risolta da un eurogol di Marsico, sempre più decisivo con il passare delle giornate. Va detto che la squadra altamurana è scesa in campo con una formazione ancor più giovane del solito e questo può aver influito in negativo sopratutto nella prima frazione. Da segnalare, infine, anche l’ottima prestazione di Loiudice che non ha fatto rimpiangere le assenze di Cirrottola e Grassani.

MODUGNO – FORTIS ALTAMURA 1-2

MODUGNO: Colagrande, Tarantino, Petruzzelli (40′ st Laraspata), Favia, Ruggero, Iurlo, Locascio (20′ st Balenzano), Foggetti, Tamma, Romito (15′ st Siciliani), Solimini. A disposizione: Caravelli, Zaccheo, Salvatore, Pizzuto. Allenatore: Mongelli.
FORTIS ALTAMURA
: Coretti, Tarullo (25′ st Lorusso), Proggi. Castoro, Loiudice, Tancredi (38′ st Clemente), Cappiello, Pellicciari, Marsico, Ardino, Mele (12′ st Tresca). A disposizione: Barone, Difonzo, Colonna, Lanzolla. Allenatore: Angelastri.
ARBITRO
: Ambasciati di Foggia, coadiuvato da Favilla di Foggia e Fortunato di Barletta.
RETI
: 20′ pt Favia (M); 10′ st Castoro (FA), 40′ st Marsico (FA).
AMMONITI
: Tamma, Solimini (M); Masrico (FA).
EPULSI
: 15′ st Tamma (M), per fallo di reazione; 42′ st Solimini (M), per doppia ammonizione.

The following two tabs change content below.
Domenico Olivieri

Domenico Olivieri

Erano gli anni dei "Figli dei Fiori" quando, esattamente nel 1977, nasceva Domenico Olivieri. Fin dai primi vagiti si mostrava un bambino turbolento così come lo erano quegli anni. Poi, durante l'adolescenza, inizia ad interessarsi allo sport pur non praticandone nessuno con profitto, divorando trasmissioni e quotidiani sportivi praticamente ogni giorno. Dopo la maturità, conseguita nel 1996 presso l'Istituto Tecnico Commerciale "F. M. Genco", inizia ad appassionarsi a tutto quello che riguarda la tecnologia. Poi, nel 2006, finalmente, decide di lanciarsi in prima persona nel mondo dello sport diventando addetto stampa di una squadra di calcio a 5, l'ormai defunta Avanti Delfini Altamura. Dopo due anni passa, sempre con lo stesso ruolo, tra le fila della Pellegrino Sport, altra squadra altamurana. Dal 2009 al 2011, invece, è l'addetto stampa della Tris Gravina, squadra militante nel campionato di serie C1 di calcio a 5. Grazie a questa esperienza inizia la sua collaborazione con un portale di calcio a 5, diventando parte integrante dello staff. Poi le collaborazioni con Altamuralife.it, pugliacalcio24.it e calciowebdilettanti.it. e, infine, dal 2012, insieme all'amico fraterno Leonardo Loporcaro, fonda il sito www.altamurasport.it, unico portale cittadino ad occuparsi di tutto lo sport. Le sue grandi passioni, oltre allo sport e alla tecnologia, sono i libri, il cinema e i viaggi, passione, quest'ultima, che lo ha portato in giro per il mondo. Nella vita di tutti giorni, inoltre, lavora come impiegato presso una società che opera nel comparto del mobile imbottito, è felicemente sposato e papà di una bambina.

Comments

comments

Domenico Olivieri
CircaDomenico Olivieri (214 Articles)
Erano gli anni dei "Figli dei Fiori" quando, esattamente nel 1977, nasceva Domenico Olivieri. Fin dai primi vagiti si mostrava un bambino turbolento così come lo erano quegli anni. Poi, durante l'adolescenza, inizia ad interessarsi allo sport pur non praticandone nessuno con profitto, divorando trasmissioni e quotidiani sportivi praticamente ogni giorno. Dopo la maturità, conseguita nel 1996 presso l'Istituto Tecnico Commerciale "F. M. Genco", inizia ad appassionarsi a tutto quello che riguarda la tecnologia. Poi, nel 2006, finalmente, decide di lanciarsi in prima persona nel mondo dello sport diventando addetto stampa di una squadra di calcio a 5, l'ormai defunta Avanti Delfini Altamura. Dopo due anni passa, sempre con lo stesso ruolo, tra le fila della Pellegrino Sport, altra squadra altamurana. Dal 2009 al 2011, invece, è l'addetto stampa della Tris Gravina, squadra militante nel campionato di serie C1 di calcio a 5. Grazie a questa esperienza inizia la sua collaborazione con un portale di calcio a 5, diventando parte integrante dello staff. Poi le collaborazioni con Altamuralife.it, pugliacalcio24.it e calciowebdilettanti.it. e, infine, dal 2012, insieme all'amico fraterno Leonardo Loporcaro, fonda il sito www.altamurasport.it, unico portale cittadino ad occuparsi di tutto lo sport. Le sue grandi passioni, oltre allo sport e alla tecnologia, sono i libri, il cinema e i viaggi, passione, quest'ultima, che lo ha portato in giro per il mondo. Nella vita di tutti giorni, inoltre, lavora come impiegato presso una società che opera nel comparto del mobile imbottito, è felicemente sposato e papà di una bambina.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: