Ultime notizie

Fortis Altamura, secondo pareggio in trasferta

La squadra altamurana disputa una partita gagliarda e strappa un punto ai foggiani

Ordona-Fortis900x675

Sporting Ordona e Fortis Altamura schierate a centrocampo

Secondo pareggio in altrettante trasferte per la Fortis Altamura nel campionato di Promozione. La squadra allenata da Piero Moramarco è riuscita a strappare un punto in casa dello Sporting Ordina, una delle squadre più attrezzate per il salto di categoria. Buona la prestazione della giovane squadra altamurana che, comunque, deve essere più concreta.
Mister Moramarco recupera Grassani dopo un turno di stop e ripropone la stessa squadra che all’esordio ha pareggiato contro il Real Siti. Unica novità quella di Marsico che prende il posto di Cappiello. Tra i padroni di casa, occhi puntanti sulla coppia d’attacco D’Introno-Terrone, ex dello Sporting Altamura.
Parte bene la squadra altamurana, in maglia rossocrociata e, dopo qualche tentativo a vuoto, ecco il primo tiro in porta con Marsico che, su scheda da calcio d’anglo, chiama in causa Saracino. La reazione dell’Ordona non si fa attendere e si concretizza in un doppio tentativo di De Rosa, il primo sventato da Loiudice che permette l’intervento di Coretti, il secondo con una conclusione sbilenca dopo una bella discesa sulla sinistra di Piscopo. I padroni di casa insistono e al 14’ passano in vantaggio don D’Introno che, sfruttando una corta ribattuta di Coretti su tiro da fuori di Ferrantino, mette la palla in fondo al sacco. La Fortis accusa il colpo, perde Castoro e Difonzo, sostituiti da Cappiello e Proggi, ma con il passare dei minuti si riprende, tanto da rendersi pericolosa in più di un’occasione. Al 29’ gli altamurani invocano un rigore per sospetto fallo di mano di un difensore di casa su girata di Grassani, al 37’ ci prova Cappiello con una conclusione che termina oltre la traversa e un minuto dopo con un tiro da fuori di Loiudice, ben parato dal portiere di casa. A pochi minuti dall’intervallo, Ordona vicino al raddoppio con Proggi che salva sulla linea su angolo calciato da Piscopo.
La ripresa inizia benissimo per la Fortis che dopo appena due giri di lancette pareggia: punizione dal limite dell’area ed esecuzione perfetta di Marsico che mette la palla sotto l’incrocio dei pali. L’Ordona non ci sta e al 10’ si rende pericoloso con un tiro di Terrone che termina di poco alto. Le occasione più nitida della frazione, però, sono della Fortis, prima con Calderoni che, al 25’, su cross dalla destra di Marsico, di testa, trova la risposta miracolosa di Saracino, poi al 31’ con Loiudice che, dopo aver superato un avversario, entra in area e lascia partire un tiro che si stampa sul paolo alla sinistra dell’ormai battuto Saracino. Poi, niente da segnalare, ameno fino allo scadere quando la palla buona per il vantaggio capita sui piedi di Balletta: il neo entrato dell’Ordona, però, dal limite dell’area piccola preferisce mettere al centro invece di tirare e, così, l’azione sfuma. È l’ultima emozione della partita che si chiude con il risultato di 1 a 1.
Bella partita, quella giocata da Sporting Ordona e Fortis Altamura che hanno giocato a viso aperto. Per la squadra altamurana, reduce dalla sconfitta, con qualche rimpianto, di Noci in Coppa, un’altra bella prestazione fuori casa, anche se è mancato quel pizzico di cattiveria che, forse, le avrebbe consentito di ottenere un risultato ancora migliore. Va detto, però, che la Fortis è una squadra molto giovane e quindi il tempo è dalla sua parte.
Prossimo impegno per i ragazzi altamurani, domenica 4 ottobre in casa contro la Rutiglianese.

SPORTING ORDONA – FORTIS ALTAMURA 1-1

SPORTING ORDONA: Saracino, Pepe, Montemorra, Ferrantino, Mascia, Monaco, De Rosa (18’ st Barberio), Costa (17’ st Sementino), D’Introno, Terrone, Piscopo (33’ st Balletta). A disposizione: Delli Carri, Pontone, Alari, Ciccone. Allenatore: Ricucci.
FORTIS ALTAMURA: Coretti, Tarullo, Tancredi, Castoro (25’ pt Cappiello), Cirrottola, Grassani, Difonzo (28’ pt Proggi), Loiudice, Calderoni (48’ st Tresca), Ardino, Marsico. A disposizione: Goffredo, Mele, Colonna, Cutecchia. Allenatore: Moramarco.
ARBITRO: Balestrucci di Barletta, coadiuvato da Gambarotta e Maggi di Barletta.
RETI: 14’ pt D’Introno (SO); 2’ st Marsico (FA).
AMMONITI: Ferrantino, Costa (SO); Cirrottola (FA).
RECUPERO: 1’ pt, 3’ st.

The following two tabs change content below.
Domenico Olivieri

Domenico Olivieri

Erano gli anni dei "Figli dei Fiori" quando, esattamente nel 1977, nasceva Domenico Olivieri. Fin dai primi vagiti si mostrava un bambino turbolento così come lo erano quegli anni. Poi, durante l'adolescenza, inizia ad interessarsi allo sport pur non praticandone nessuno con profitto, divorando trasmissioni e quotidiani sportivi praticamente ogni giorno. Dopo la maturità, conseguita nel 1996 presso l'Istituto Tecnico Commerciale "F. M. Genco", inizia ad appassionarsi a tutto quello che riguarda la tecnologia. Poi, nel 2006, finalmente, decide di lanciarsi in prima persona nel mondo dello sport diventando addetto stampa di una squadra di calcio a 5, l'ormai defunta Avanti Delfini Altamura. Dopo due anni passa, sempre con lo stesso ruolo, tra le fila della Pellegrino Sport, altra squadra altamurana. Dal 2009 al 2011, invece, è l'addetto stampa della Tris Gravina, squadra militante nel campionato di serie C1 di calcio a 5. Grazie a questa esperienza inizia la sua collaborazione con un portale di calcio a 5, diventando parte integrante dello staff. Poi le collaborazioni con Altamuralife.it, pugliacalcio24.it e calciowebdilettanti.it. e, infine, dal 2012, insieme all'amico fraterno Leonardo Loporcaro, fonda il sito www.altamurasport.it, unico portale cittadino ad occuparsi di tutto lo sport. Le sue grandi passioni, oltre allo sport e alla tecnologia, sono i libri, il cinema e i viaggi, passione, quest'ultima, che lo ha portato in giro per il mondo. Nella vita di tutti giorni, inoltre, lavora come impiegato presso una società che opera nel comparto del mobile imbottito, è felicemente sposato e papà di una bambina.

Comments

comments

Domenico Olivieri
CircaDomenico Olivieri (214 Articles)
Erano gli anni dei "Figli dei Fiori" quando, esattamente nel 1977, nasceva Domenico Olivieri. Fin dai primi vagiti si mostrava un bambino turbolento così come lo erano quegli anni. Poi, durante l'adolescenza, inizia ad interessarsi allo sport pur non praticandone nessuno con profitto, divorando trasmissioni e quotidiani sportivi praticamente ogni giorno. Dopo la maturità, conseguita nel 1996 presso l'Istituto Tecnico Commerciale "F. M. Genco", inizia ad appassionarsi a tutto quello che riguarda la tecnologia. Poi, nel 2006, finalmente, decide di lanciarsi in prima persona nel mondo dello sport diventando addetto stampa di una squadra di calcio a 5, l'ormai defunta Avanti Delfini Altamura. Dopo due anni passa, sempre con lo stesso ruolo, tra le fila della Pellegrino Sport, altra squadra altamurana. Dal 2009 al 2011, invece, è l'addetto stampa della Tris Gravina, squadra militante nel campionato di serie C1 di calcio a 5. Grazie a questa esperienza inizia la sua collaborazione con un portale di calcio a 5, diventando parte integrante dello staff. Poi le collaborazioni con Altamuralife.it, pugliacalcio24.it e calciowebdilettanti.it. e, infine, dal 2012, insieme all'amico fraterno Leonardo Loporcaro, fonda il sito www.altamurasport.it, unico portale cittadino ad occuparsi di tutto lo sport. Le sue grandi passioni, oltre allo sport e alla tecnologia, sono i libri, il cinema e i viaggi, passione, quest'ultima, che lo ha portato in giro per il mondo. Nella vita di tutti giorni, inoltre, lavora come impiegato presso una società che opera nel comparto del mobile imbottito, è felicemente sposato e papà di una bambina.

Rispondi