Ultime notizie

La Libertas regala il derby al Castellaneta

Partita non eccezionale dei baresi, ma c'è tanto da recriminare per quell'antisportivo a Barozzi

castellaneta-libertas

Una fase della partita

Palatifo indigesto per la Libertas Altamura che per il terzo anno consecutivo non riesce ad uscire con i due punti dalla tana della Valentino basket. Festeggia Castellaneta che alla partita ci era arrivata senza Resta G. e Gaudiano e in pratica è scesa in campo con soli 6 uomini. Altamura, invece, non ha sfruttato proprio la panchina un po’ più lunga, infatti, coach De Bartolo concede pochissimi minuti a Fui e lascia seduto in panca Manicone. Durante il match la Libertas è andata a corrente alternata, ma quello che ha deluso è stata la fase difensiva che ha concesso diversi tiri facili agli avversari, nonostante con la difesa a zona del secondo quarto il team aveva trovato le giuste contromisure a Novovic e Nelson. Poi nella seconda frazione dopo un incessante punto a punto, è avvenuto l’episodio che ha cambiato la gara: un antisportivo a Barozzi, il quale aveva semplicemente recuperato un rimbalzo e a seguire era stato platealmente tenuto per le braccia da un avversario. Decisione che ha di fatto chiuso una gara maschia condotta da una coppia arbitrale non all’altezza. Onore e merito comunque agli avversari che sicuramente non meritano quella posizione di classifica.
Ora la classifica si fa sempre più corta con Francavilla che ha agganciato proprio i biancorossi, mentre Olimpica, Foggia e Manfredonia tallonano i murgiani, in ritardo di soli due punti. Bisogna riscattarsi giovedì contro Martina nell’ultima gara casalinga di andata.
Starting-five classico per la Libertas Altamura che parte con Perrucci, De Bartolo, Maietta, Radovic e Barozzi, dall’altra parte coach Compagnone fa scendere sul parquet Resta, Novovic, Nelson, Cassano e Rotundo. Partita subito in salita per i viaggianti che subiscono la maggior voglia di vittoria dei tarantini, che illuminati dal duo Nelson-Novovic, iniziano il match nel migliore dei modi. Sono Radovic e Barozzi, quest’ultimo chiamato a far a sportellate con il centro montenegrino, a tener viva la Libertas Altamura, ma due bombe di Resta, la secondo a fil di sirena, chiudono il quarto sul 24-14.
Durante il break coach De Bartolo risistema a zona i suoi in difesa, mossa che produce gli effetti sperati. Altamura, infatti, reagisce trascinata da Maietta. De Bartolo pesca dalla panchina per cercare di fornire la scossa ai suoi, e Vignola contribuisce con una tripla al parziale di 6-17 che permette alla Libertas di portarsi avanti nel punteggio. La partita si infiamma, Novovic vuole strafare e sbaglia una schiacciata lanciato in contropiede. La gara è maschia e la coppia arbitrale non ha sempre lo stesso metro di giudizio, ma anche questo è basket. Dopo diversi tentativi andati a vuoto, Barozzi si esibisce in uno dei suoi pezzi forti, una stoppata su Rotundo lanciato in contropiede. Nessuna delle due squadre riesce a scappare, Maietta, a cui viene concesso molto spazio, con 5 punti consecuviti, firma il 34-36. Sembra il risultato che avrebbe chiuso il primo tempo, ma Resta decide di mettere dentro da tre da casa sua ed è 37-36.
Al rientro sembra scesa in campo una sola squadra: la Libertas Altamura. Radovic e Maietta mandano in confusione la difesa avversaria e firmano il mini-break di 0-8, ma complice qualche fallo non fischiato in difesa alla Valentino, che i padroni di casa si riavvicinano con Novovic fino al 42-44. Altamura è tornata a concedere punti facili in attacco, ma con un sussulto d’orgoglio De Bartolo scarica la sua prima tripla, mentre ancora una volta Barozzi stoppa, questa volta Resta. L’inerzia sembra tutta dalla parte dei biancorossi baresi, ma un antisportivo fischiato a De Bartolo cambia le carte in tavola. Rotundo e Buono firmano il sorpasso e la partita da ora in avanti fila via sui binari dell’equilibrio. Alla fine del terzo quarto Castellaneta conserva il punticino di vantaggio (56-55).
La prima azione dell’ultima frazione è una tripla di Rotundo che si vede sputare dal ferro la tripla del +4, ma la traiettoria della palla fa si che questa finisca comunque nel canestro. Altamura prova a rispondere con Maietta, ma è ancora una volta la difesa a concedere molto. Nelson, fin li tenuto bene dalla difesa altamurana, deposita più di una volta sfruttando la sua atleticità. La Libertas si trova a rincorrere e a dover ricucire 5 punti di svantaggio. Allora la premiata ditta PerrucciMaietta, entrambi da tre, firmano il controsorpasso. Ma a 3’03” accade il fattaccio: Barozzi recupera un prezioso rimbalzo in attacco, ma viene praticamente bloccato ad un braccio da un suo avversario. La sua reazione è quella di restare fermo come una statua per mostrare all’arbitro il fallo subito. Proprio il primo arbitro fischia, e dopo qualche secondo di incertezza incrocia le mani ad indicare l’antisportivo a Barozzi, che resta incredulo. Decisione assurda che di fatto chiude il match. Altamura prova a restare attaccata alla gara con il fallo sistematico, ma la giornata non felice da oltre l’arco produce un divario di 10 punti eccessivo. Alla fine il tabellone recita Castellaneta 82 Altamura 72.

VALENTINO BASKET – LIBERTAS ALTAMURA 82-72
Parziali: 24-14; 37-36; 57-56; 82-72.

VALENTINO BASKET: Rotundo 10, Wright-Nelson 26, Cassano 4, Resta D. 15, Novovic 18, Buono 9, Carucci, Patella, Scarati ne, D’Onofrio ne. Coach Compagnone.
LIBERTAS ALTAMURA: De Bartolo 6, Radovic 13, Perrucci 8, Maietta 25, Barozzi 15, Fui, Vignola 5, Colonna ne, Manicone ne, Castellano ne. Coach De Bartolo.
ARBITRI: Marseglia (BR) e Di Vittorio (BA).
Usciti per falli: nessuno. Antisportivo a De Bartolo (ALT), Barozzi (ALT).

The following two tabs change content below.

La redazione

Comments

comments

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: