Ultime notizie

Libertas Basket, chapeau al Nardò

Prima sconfitta stagionale per gli altamurani

LibertasDomi

La consegna della maglia ai genitori di Domenico Martimucci

Primo referto giallo per la Libertas Altamura che si deve inchinare ad una signora squadra: il Nardò. Partita a senso unico per i locali che, dopo i primi 10’, giocati punto a punto, hanno visto inesorabilmente scappare gli avversari i quali hanno toccato anche il +30. Nonostante l’ottima difesa a zona impostata da coach Laterza, i neretini sono riusciti a scardinarla grazie ad una precisione quasi chirurgica da oltre l’arco (saranno 11 le triple a fine gara). Dopo un primo tempo chiusosi sul 35-51, l’Altamura, guidata da Radovic (autore di 21 punti) ha provato con una difesa a uomo più aggressiva a rifarsi sotto, ma i murgiani non sono mai più di tanto riusciti ad impensierire gli amaranto, che sull’asse Durini-Munier-Bjelic hanno costruito il loro successo. Purtroppo le rotazioni corte a disposizione di Laterza, soprattutto nel pitturato, hanno pesato nell’economia del match, mentre coach Di Pasquale ha avuto dalla panchina punti e giocate importanti. Nardò alla fine ha portato a referto tutti e 10 i giocatori e grazie al 71-99 finale ora si candida come grande protagonista di questo campionato.
Lo starting-five per la Libertas Altamura è Radovic, Fui, Perrucci, De Bartolo e Barozzi; coach Di Pasquale risponde con Bjelic, Munier, Manca, Colella e Chirico. Pronti via e la gara entra subito nel vivo con Radovic e una bomba a testa di Durini e Fui. L’intensità e la velocità contraddistinguono le prime battute del match e ciò diverte il pubblico. Radovic prende per mano la squadra, ma due bombe consecutive di Bjelic portano il risultato sul 9-9. È sempre Bjelic a siglare il primo vantaggio ospite, mentre l’Altamura punisce in velocità. Il time-out di Laterza, sul 18-19, produce l’effetto contrario: gli altamurani smarriscono la via del canestro e il primo quarto si chiude sul 18-27.
Al rientro è sempre il lungo montenegrino a scardinare la zona avversaria, mentre dall’altra parte De Bartolo, marcato stretto dagli avversari, fa firmare con una bomba i primi tre punti. L’Altamura tenta in tutti i modi di rientrare, ma Durini respinge a -11 i locali, questo produce un break di 0-8 per i tori salentini. Il time-out della panchina biancorossa è inevitabile e al rientro capitan Fui sblocca i suoi, ma le alte percentuali a tiro degli amaranto e la grande serata a rimbalzo producono il +16 al fine del primo tempo, 35-51.
Al rientro dagli spogliatoi è sempre Radovic a provare a spronare i suoi ma la tripla di Chieco fa capire che per questa sera i due punti sono già indirizzati. La Libertas ci mette comunque il cuore e l’anima, soprattutto grazie ad una difesa a uomo che irretisce gli ospiti. Manicone ha un buon impatto alla gara che produce 3 punti, a cui segue la bomba di Barozzi. Di Pasquale allora chiama il suo primo time-out per mantener alta la guardia. Al rientro l’Altamura litiga con il canestro dalla lunetta ed è costretta a far a meno di De Bartolo a causa dei 4 falli fischiati contro, Nardò, nonostante il coach cambi continuamente tutti gli attori in campo, continua a martellare.
Si riparte dal 52-71 con il quale si è concluso il terzo quarto. È ancora una volta la Libertas ad aprire le danze con Manicone che concretizza un gran recupero di Radovic, ma ancora una volta Durini (MVP della gara) spara da oltre l’arco. I murgiani perdono prima Manicone e poi De Bartolo per falli. A questo punto si comincia a tentar la fortuna dalla distanza ma la mira non è delle migliori, mentre dall’altra parte i neretini deliziano con belle giocate i propri supporters. Nel finale Laterza manda in campo Castellano e fa esordire Facendola, classe 99’, che mette a referto anche due punti. Nardò fa cadere la roccaforte Altamurana, il risultato finale è 71-99.
Da segnalare che, prima della partita, c’è stato un momento di grande commozione quando i dirigenti della squadra altamurana hanno omaggiato Domenico Martimucci, detto Domi o Zidane, alla famiglia la maglia della squadra con il simbolo dell’associazione “Noi Siamo Domi” ed il numero 10 di Domi. Minuti molto intensi ed applausi scroscianti in ricordo dello sfortunato ragazzo.

LIBERTAS BASKET ALTAMURA – NUOVA PALLACANESTRO NARDÒ 71-99
Parziali: 18-27, 35-51, 52-71, 71-99

LIBERTAS BASKET ALTAMURA: Facendola 2, Barozzi 8, De Bartolo 14, Radovic 19, Esposito, Fui 10, Perrucci 10, Difonzo, Manicone 8, Castellano, All. Laterza, Vice De Bartolo
NUOVA PALLACANESTRO NARDÒ
: Colella 7, Dell’Anna M. 2, Provenzano 5, Manca 5, Dell’Anna D. 2, Monier 17, Bjelic 21, Chirico 18, Durini 20, Ferilli 2. All. Alessandro Di Pasquale
NOTE
: 5 falli Manicone e De Bartolo

The following two tabs change content below.

Comments

comments

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: