Ultime notizie

Mr. Abrescia: “La passione per questo sport mi porta a continuare ad allenare”

Saverio Abrescia, ex allenatore della Fortis MurgiaIntervista di Giuseppe Lucariello con l’ex tecnico della Fortis Murgia

Eccovi un’intervista realizzata a Saverio Abrescia, ex portiere dell’Altamura negli anni ottanta che raggiunse anche la C2. Attuale preparatore dei portieri del settore giovanile dell’AS Andria, il noto tecnico altamurano è stato allenatore di numerose squadre nei campionati dilettantistici pugliesi e lucani, ultima fra tutte la Fortis Murgia.

Saverio Abrescia, ex allenatore della Fortis MurgiaIntervista di Giuseppe Lucariello con l’ex tecnico della Fortis Murgia

Eccovi un’intervista realizzata a Saverio Abrescia, ex portiere dell’Altamura negli anni ottanta che raggiunse anche la C2. Attuale preparatore dei portieri del settore giovanile dell’AS Andria, il noto tecnico altamurano è stato allenatore di numerose squadre nei campionati dilettantistici pugliesi e lucani, ultima fra tutte la Fortis Murgia.
Mister Abrescia, facciamo un piccolo passo in dietro quando nella passata stagione ha conquistato la finale dei play-off di seconda categoria con la Fortis Murgia persa contro l’Omnia Bitonto. Dopo il ripescaggio in estate, ha guidato la squadra per una parte della stagione in prima categoria. Che esperienza è stata?
“Direi una bella esperienza, mi sono messo in discussione, scendendo di categoria e accettando il progetto della Fortis. Considerando che siamo partiti da zero e che fino a dieci giorni prima dell’inizio del campionato avevamo otto giocatori, alla fine siamo arrivati secondi dietro il forte Putignano. La soddisfazione maggiore è stata quella di aver formato una squadra di atleti altamurani, alcuni dei quali giocavano da qualche anno. Infatti, il nostro motto era divertirsi.”
Tornado alla stagione attuale, quali ragioni l’hanno portata a rassegnare le dimissioni da allenatore della Fortis?
Per motivi strettamente personali, in quel momento era giusto farlo.”
Cosa ha potuto notare del livello del girone B del campionato di prima categoria di quest’anno?
“Il livello sicuramente si è elevato con diversi giocatori importanti per la categoria.”
Sinceramente, ha ricevuto delle proposte da altre società durante questo periodo?
“Certo, ho ricevuto richieste anche da una squadra di serie D ma non ho accettato per l’impegno preso con il progetto Fortis.”
Sappiamo che lei è da tempo preparatore dei portieri nel settore giovanile dell’AS Andria, squadra che milita nel campionato di Prima Divisione della Lega Pro. Ci sono ragazzi interessanti? Che realtà è la squadra andriese?
“Alleno tutti i portieri del settore giovanile dai giovanissimi alla Beretti. Ci sono molti ragazzi interessanti, i giovanissimi, gli allievi e la Beretti sono nei primi posti, e grazie ai sacrifici del responsabile Vito Ippedico stanno facendo bene”.
Essendo stato una bandiera dell’Altamura ed essendo altamurano, secondo lei in che stato è il calcio cittadino in generale e se ci sono realtà con progetti interessanti?
“Probabilmente la maggior parte di coloro che oggi gestiscono le società non hanno la passione per il calcio. Io, grazie ai miei rapporti con diverse società professionistiche, sono stato il promotore e ho avviato la collaborazione con altre società minori. Sono nate diverse realtà, vedi Fortis Murgia e Ultrattivi, ma bisogna vedere quanto durerà la volontà di portare avanti quello che stanno costruendo”.
Infine, quali sono gli obbiettivi per il futuro di Saverio Abrescia allenatore?
“La passione per questo sport mi porta a continuare ad allenare. Se avrò delle proposte le valuterò, pero il mio primo pensiero è di continuare il progetto iniziato con la Fortis Murgia”.
Ringraziamo mister Abrescia per la disponibilità e cortesia, facendoli un grosso “in bocca al lupo” per il suo futuro.

Giuseppe Lucariello

The following two tabs change content below.

La redazione

Comments

comments

Rispondi