Archivi tag: Audace Cerignola

Team Altamura, un’occasione persa

team-audace_900x675
Delusione sui volti del Team Altamura a fine gara

Occasione sprecate dal Team Altamura che, dopo aver ottenuto l’accesso alla finale di Coppa Italia, grazie alla vittoria ad Otranto, tornava a calcare il terreno di gioco del “D’Angelo”. Contro l’Audace Cerignola, la squadra altamurana domina per un’ora ma ne esce con un pareggio, 1 a 1, fallendo il sorpasso ai danni della formazione ofantina e, soprattutto, non riesce ad accorciare sul Bitonto, fermato a sua volta dal Casarano.
La partita comincia a ritmi sostenuti e, infatti, al 4′ bisogno registrare il primo tiro in porta da parte di Oliva che, dalla distanza, non impegna Keita più di tanto. Con il passare dei minuti, però, la partita perde d’intensità, anche se è il Team a mantenere il pallino del gioco. Da segnalare, in questo frangente, alcune giocate di gran classe di Logrieco che, però, non trova il supporto dei suoi compagni di squadra. Insomma, il primo tiro dei padroni di casa arriva al 23′ con Sisalli che, però, spara alto. Tre minuti più tardi, occasionissima per Del Core che, su passaggio filtrante di Logrieco, supera Marinaro con un pallonetto. A negargli la gioia del gol ci pensa Ciano che salva prima che la palla superi la linea di porta. Al 32′ prima svolta della partita: lancio di Logrieco per Rana che, arrivato sul limite dell’area, è fermato con le maniere forti da Sakho che rimedia il cartellino rosso per fallo da ultimo uomo. Sulla punizione che ne segue, Di Senso calcia poco oltre la traversa. Qualche minuto dopo ci prova Logrieco con una fucilata dalla distanza, ma la palla sfiora il palo, mentre al 42′ è ancora Di Senso a chiamare in causa Marinaro con un tiro abbastanza centrale.
Nella ripresa, partenza sprint del Team Altamura che al 6′ passa in vantaggio grazie a Logrieco che trasforma un rigore da lui stesso conquistato. Dura solo dieci minuti la gioia della formazione altamurana con Russo che, approfittando di una dormita di Colaianni, anticipa Keita e mette la palla in fondo al sacco. Duro colpo per il Team che, dopo aver subito il pareggio, va in affanno. Poi, lunga sospensione per un infortunio all’arbitro e qualche parola di troppo tra le due panchine. Alla ripresa dei giochi, il Cerignola, comunque, non crea particolari grattacapi alla retroguardia di casa che, però, al 37′, deve salutare Dibenedetto che si becca il secondo giallo e la conseguente espulsione. Negli ultimi minuti, recupero compreso, da segnalare solo un paio di timidi tentativi degli ospiti che però non preoccupano Keita.
Insomma, per il Team Altamura una vittoria che, almeno ai punti, avrebbe meritato. C’è da dire, però, che l’Audace Cerignola si è dimostrata un’ottima squadra che fa della fisicità il suo punto di forza e che darà del filo da torcere fino alla fine. Per il Team Altamura da segnalare l’ottima prova di Logrieco che, oltre al gol, ha deliziato il pubblico con giocate di alta scuola. Peccato che oggi, i suoi compagni di squadra, soprattutto gli attaccanti non gli abbiano dato il giusto supporto.
Domenica prossima secondo impegno consecutivo in casa contro l’Unione Calcio Bisceglie che, inoltre, sarà l’avversaria della finale di Coppa Italia che andrà in scena a gennaio.

TEAM ALTAMURA-AUDACE CERIGNOLA 1-1

TEAM ALTAMURA: Keita, Montrone, Colaianni, Montemurro, Morea (39′ st Ostuni), Dibenedetto, Di Senso (42′ st Cannito), Logrieco, Del Core, Rana, Sisalli (52′ st Fernandez). A disposizione: Petruzzelli, Lede, Natale, Tragni. Allenatore: Gennaro Di Maio.
TEAM ALTAMURA: Marinaro R., Sakho, Russo (43′ st Dipasquale), Pollidori, Ciano, Altares, Martinez, Marinaro C., Morra, Ladogana (39′ pt Matera), Oliva (5′ st Cappellari). A disposizione: Vurchio, Schiavone, Lasalandra, Rinaudo. Allenatore: Francesco Farina.
ARBITRO: De Angeli della sezione di Milano.
ASSISTENTI: Morea della sezione di Molfetta e Maci della sezione di Lecce.
RETI: 6′ st Logrieco (TA, rig.), 16′ st Russo (AC).
AMMONITI: Morea, Montemurro, Dibenedetto, Del Core (TA); Russo, Morra (AC).
ESPULSI: 32′ pt Sakho (AC) per fallo da ultimo uomo, 41′ st Dibenedetto (TA) per doppia ammonizione.
RECUPERO: 3′ pt, 7′ st.

Fortis Altamura, impresa con il Cerignola

Fortis-Cerignola
Il gol di Serlvaggi

È firmata dalla Fortis Altamura l’impresa della 20^ giornata del girone A del campionato di Promozione pugliese. La formazione murgiana, infatti, riesce a strappare un punto, 1 a 1, il risultato finale della partita, alla corazzata Audace Cerignola. Gagliarda la prestazione dei ragazzi murgiani che, pur in emergenza, hanno regalato ad Antonio Valente, appena arrivato in panchina, una bella soddisfazione.
Senza Cirrottola squalificato, Castoro e Cannito infortunati e Ardino influenzato, mister Valente si affida ad una squadra giovanissima. Per gli ospiti, reduci dalle fatiche di Coppa, rientra Dipasquale, schierato in attacco insieme a Morra, con Lasalandra alle loro spalle.
Il tema tattico della partita è evidente sin dalle prime battute: Audace a condurre le danze, Fortis a cercare di ripartire in contropiede. Il risultato, però, si sblocca solo al 17′ quando Lasalandra, approfittando di una mezza dormita dei difensori di cada, raccoglie una palla proveniente dalla sinistra e, con un sinistro potente e preciso, fa secco Coretti. La Fortis, comunque, non si scoraggia e dopo una manciata di minuti ha una buona opportunità: lancio lungo di Loiudice per Selvaggi che si invola sulla sinistra, arriva quasi sul fondo ma il suo passaggio non trova nessuno dei suoi compagni. Il primo tempo è tutto qui.
Scoppiettante la ripresa che si apre con il gol del pareggio altamurano. Siamo al 4′ quando su punizione dalla tre quarti, Loiudice pesca Selvaggi che, sul limite dell’area piccola, si gira e lascia partire un diagonale che si infila nell’angolo basso. Sulle ali dell’entusiasmo, la Fortis sfiora addirittura il vantaggio con Cappiello che, dopo un contropiede di Clemente, lascia partire un tiro dal limite che fa la barba al palo. Poi, sale in cattedra il portiere altamurano Coretti che al 15′ si supera in due occasioni, prima su un tiro cross di Lasalandra, poi su rovesciata di Morra, già pronto ad esultare. Gli ospiti insistono e ci riprovano con Dipasquale, colpo di testa alto al 17′, e ancora con Morra, su schema di punizione calciato da Lasalandra al 34′, con diagonale deviato sul fondo. Due minuti dopo è sempre Morra a tentare la via della rete ma Coretti non si fa sorprendere mentre l’ultima occasione è per Clemente che a cinque minuti dalla fine, tenta la botta dai venti metri, non centrando la porta. Sterile l’assalto finale del Cerignola, costretto al terzo pareggio di un campionato dominato.
A fine partita grande soddisfazione da parte di mister Valente che inizia la sua nuova avventura sulla panchina della Fortis con un risultato quasi inaspettato.
La classifica, per la Fortis Altamura, non cambia molto ma questo punto può rappresentare una bella iniezione di fiducia in vista dei prossimi impegni, il primo dei quali sarà la trasferta a Bitritto.

FORTIS ALTAMURA – AUDACE CERIGNOLA 1-1

FORTIS ALTAMURA: Coretti, Tarullo, Lasalandra (10′ st Proggi), Pellicciari, Tancredi, Loiudice, Cappiello (28′ st Calderoni), Tresca (1′ st Clemente), Pastore, Lorusso A., Selvaggi. A disposizione: Goffredo, Lorusso M., Lanzolla, Pennacchi. Allenatore: Valente.
AUDACE CERIGNOLA: Vurchio, Grimaldi (21′ st Russo), Colucci S., Amoruso, Colangione, Ciano, Monopoli, Schiavone, Dipasquale, Lasalandra, Morra. A disposizione: Marinaro, Colucci A., Grieco, Conte, Borrelli. Allenatore: Gallo.
ARBITRO: Tomasi di Lecce, coadiuvato da Caracciolo e Marra di Lecce
RETI: 17′ pt Lasalandra (AC); 4′ st Selvaggi (FA).
AMMONITI: Loiudice, Clemente, Calderoni (FA); Amoruso (AC);
RECUPERO: 1′ pt, 6′ st.
NOTE: spettatori 300 circa, 30 dei quali ospiti. Terreno di gioco in pessimo stato.

Cerignola troppo forte per la Fortis

Cerignola-Fortis
Audace Cerigonla e Fortis Altamura salutano i tifosi

Quella che alla vigilia sembra una partita fuori portata per la Fortis Altamura si è rivelata tale, anche se la squadra altamurana, al cospetto dell’Audace Cerignola, squadra dominatrice di questo inizio di stagione del girone A del campionato di Promozione Pugliese, ha resistito per tutti il primo tempo, chiuso con un passivo di un solo gol. Nella ripresa i padroni di casa hanno dilagando chiudendo la contesa per 5 a 1.
Il tecnico del Cerignola, Russo, con tante frecce al suo arco, si affida in attacco al tridente MorraLasalandraDipasquale. Per la Fortis fiducia a Calderoni, Cappiello e Ardino con Difonzo recuperato ma che si accomoda in panchina.
Passano appena tre minuti di gioco e la Fortis è già sotto: Russo, in girata, risolve una mischia in area di rigore e, con l’aiuto del palo, porta in vantaggio i suoi. Il Cerignola sembra voler chiudere subito i conti e al 14′ raddoppia con Dipasquale che, dopo aver raccolto un lancio di Lasalandra che sorprende la retroguardia murgiana, infila Coretti per la seconda volta. La Fortis non si scoraggia e poco prima della mezz’ora riesce ad accorciare le distanze con Cirrottola che, sugli sviluppi di un angolo di Ardino, riesce a correggere in rete una corta respinta di Marinaro. L’estremo di casa, per lui è il primo gol subito in stagione, si rifa poco dopo quando sventa in angolo una conclusione di Loiudice.
Nella ripresa il Cerignola mette subito le cose in chiaro e al 5′ ristabilisce le distanze con Dipasquale che, di testa, raccoglie un perfetto traversone di Morra. Non paga, la formazione di casa insiste e al 16′ serve il poche con Lasalandra che, lasciato solo sul secondo palo, non ha difficoltà a mettere la palla in rete. Il pokerissimo arriva tre minuti più tardi con Morra che, sorprendendo ancora una volta la difesa altamurana, aggiunge il suo nome al tabellino della partita. La Fortis Altamura, già in difficoltà per la forza degli avversari, al 25′ resta in dieci per l’espulsione, doppio giallo, di Castoro ma, nonostante tutto, non si arrende e sfiora il secondo gol con Calderoni che, dopo un gioco di prestigio, chiama Marinaro ad una difficile parata. A chiudere la cronaca della partita è il neo entrato Grieco che, con un tiro cross, colpisce la parte superiore della traversa.
Insomma, per la Fortis Altamura una sconfitta annunciata che, però non toglie niente al positivo inizio di stagione. Alla squadra altamurana va il merito di aver giocato senza paura e di aver tenuto testa all’Audace, squadra che potrebbe ben figurare anche in un campionato di categoria superiore, per tutto il primo tempo. Altra piccola soddisfazione, quella di aver tolto l’imbattibilità al pur bravo Marinaro.
A mister Moramarco, adesso, tocca il compito di far dimenticare ai suoi questa sconfitta per focalizzare l’attenzione al doppio appuntamento previsto per la prossima settimana: giovedì per il ritorno del primo turno di Coppa c’è da affrontare il Noci, mentre domenica arriva il Bitritto.

AUDACE CERIGNOLA – FORTIS ALTAMURA 5-1

AUDACE CERIGNOLA: Marinaro, Russo, Colucci S., Ciano, Colangione, Matera (27′ st Conte), Amoruso D., Schiavone, Dipasquale (20′ st Amoruso F.), Lasalandra, Morra (20′ st Grieco Giuseppe). A disposizione: Vurchio, Grieco Gabriele, Pensa, Monopoli. Allenatore: Massimo Gallo.
FORTIS ALTAMURA
: Coretti, Lorusso, Tarullo, Castoro, Cirrottola, Grassani, Cappiello (10′ st Marsico), Loiudice (40′ st Colonna), Calderoni (30′ st Tresca), Ardino, Pellicciari. A disposizione: Goffredo, Proggi, Mele, Difonzo. Allenatore: Piero Moramarco (squalificato).
ARBITRO
: Leone di Barletta, coadiuvato da Vitobello e Caldarola di Barletta.
RETI
: 3′ pt Russo (AC), 14′ pt Dipasquale (AC), 29′ pt Cirrottola (FA); 5′ st Dipasquale AC), 16′ st Lasalandra (AC), 19′ st Morra (AC).
AMMONITI
: Russo, Matera, Amoruso D., Lasalandra (AC); Castoro, Cirrottola (FA).
ESPULSO
: 25′ ST Castoro (FA) per doppia ammonizione.
RECUPERO
: 1′ pt, 3′ st.

La Fortis nella tana della capolista

Fortis-Rutiglianese
Fortis e Rutiglianese schierate a centrocampo

Sfida quasi proibitiva quella che attende la Fortis Altamura per la 5^ giornata del campionato di Promozione Pugliese. I falchetti altamurani, infatti, saranno impegnati in casa dell’Audace Cerignola, unica squadra del girone ancora a punteggio pieno e con la propria porta ancora imbattuta.
La squadra altamurana, comunque, sfruttando il buon momento di forma che sta attraversando, cercherà di affrontare l’impegno senza timori reverenziali, con la consapevolezza di potersi giocare le proprie carte. Un aspetto che potrebbe influire sull’andamento della partita è il fatto di non aver giocato in Coppa, a differenza dei padroni di casa, dato che la partita di ritorno contro il Noci è stata posticipata di una settimana. Per mister Moramarco, quindi, la possibilità di allenarsi al meglio e a ranghi compatti dato che dovrebbero essere della partita anche Castoro e Difonzo che hanno recuperato dai rispettivi problemi. Unica assenza quella dello squalificato Tancredi. A presentarci brevemente questa partita è Tommaso Fiorino, segretario della Fortis Altamura, raggiunto dai nostri microfoni: “Per quanto ne sappiamo, il Cerignola, per come è stato costruito, potrebbe tranquillamente affrontare un campionato di categoria superiore. Noi, quindi, cercheremo di giocare all’altezza della situazione, con il solito nostro impegno, senza pensare di aver perso in partenza, ma per giocarcela. Siamo consapevoli dei nostri limiti ma anche della nostra forza, e soprattutto quest’anno abbiamo un grande gruppo, unito, fatto da giocatori ma anche uomini che sanno lottare. Sono convinto di una bella prestazione, indipendentemente dal risultato”.
Anche per la corazzata Audace Cerignola non ci dovrebbero essere problemi di formazione. Tra i gialloblu non si registrano né infortunati né squalificati. Davvero un’ottima notizia per mister Massimo Gallo che punta, con la sua squadra, a mantenere un percorso illibato. Queste le sue dichiarazioni alla vigilia della partita, raccolte grazie alla gentile collaborazione dell’ufficio stampa dell’Audace: “Affrontiamo una bella squadra che si trova al terzo posto e non a caso. È dotata di grande determinazione e non sarà facile affrontarla. Per parte nostra giocheremo come sempre per vincere, perché non bisogna mai abbassare la guardia, nemmeno se si gioca ogni tre-quattro giorni”.
Le premesse per assistere ad una bella partita ci sono tutte perché si affrontano due squadre in forma. L’appuntamento, quindi, è per domani allo stadio comunale “Domenico Monterisi” di Cerignola. Fischio d’inizio alle ore 15,30 agli ordini del signor Leone di Barletta che sarà assistito da un’altra coppia barlettana formata da Vitobello e Caldarola.