Archivi tag: Libertas Basket Altamura

Basket, riparte la Libertas

Libertas Basket Altamura
Libertas Basket Altamura

È cominciata lunedi 22 Agosto la preparazione della Libertas Basket Altamura, agli ordini di coach De Bartolo. Erano presenti, alla prima sessione di preprazione, Manicone, De Bartolo, Perrucci e il volto nuovo Maietta, mentre si sono aggragati gli under Facendola, Castellano Salvatore, Montuori Alessio, Emilio Vulpio, Luigi Colonna e Luigi Perrucci. È tornato ad allenarsi, dopo quasi un anno e mezzo di stop, il lungo Gianfilippo Calia, lontano dal campo di gioco a causa di un infortunio alla schiena. Si aggregheranno, questa settimana, Barozzi, Fui e Radovic.
Saranno 5 gli allenamenti settimanali, nelle prossime settimane, dove il coach dovrà curare sia l’aspetto atletico che tattico. La società sta comunque operando per trovare nuovi sponsor che possano dare ossigeno alle casse societarie per poter tornare sul mercato e rinvigorire il roster. Staremo a vedere nelle prossime settimane quale potrà essere l’evoluzione del mercato.
Intanto sono già state delineate le prime amichevoli: il 9 Settembre si giocherà contro Ruvo, squadra che non nasconde ambizioni di alta classifica con un gruppo nuovo ma molto competitivo. Infatti coach Milli, anche lui volto nuovo della società, potrà contare sui colored statunitensi Mells e Osemhen, Alessandro Amoruso, il play Mirando e sull’apporto dell’unica conferma Milone. A completare il team 3 volti della JuveTrani: Orlando, Preite e Serino, che rendono il team di primo livello.
17/18 Settembre sarà la volta del quadrangolare di Castellaneta, terza partecipazione per gli altamurani che per due anni consecutivi si sono classificati secondi. Rinforzato il roster della Vbc con l’arrivo del lungo Novovic e dell’americano Wright-Nelson, e le conferme dei vari Rotolo, Resta, che ormai da anni rappresentano l’ossatura della squadra, oltre che al ritorno del timoniere coach Compagnone.
Si sta lavorando per organizzare anche un triangolare ad Altamura, ma sapremo nei prossimi giorni la disponibilità delle società che parteciperanno.

Libertas Basket, firmano Perrucci e Maietta

GianlucaMaietta
Gianluca Maietta in azione

La Libertas Basket Altamura piazza i primi due colpi della stagione che verrà. Uno è una conferma, dopo la bella stagione appena trascorsa: Alberto Perrucci. 11.3 punti di media a gara, di cui prestazione magistrale contro Manfredonia, dove segnò ben 29 punti, Perrucci è stato un elemento utilissimo negli schemi di coach Laterza, lo scorso anno, e sarà certamente un’importantissima freccia nella faretra di coach De Bartolo.
Il secondo nome è una novità: Gianluca Maietta. Ala forte classe 92, 199 cm, vestirà per la prima volta i colori biancorossi, dopo tre stagioni nell’Adria Bari, dove ha chiuso con 15 punti a partita. Giocatore che in attacco sa essere molto pericoloso grazie al suo tiro da 3 punti ed al suo 1 contro 1, mentre in difesa, grazie ad una buona mobilità ed alla lunghezza delle braccia, riesce a contenere avversari più rapidi di lui.
La società ci tiene a dare il benvenuto in famiglia al nuovo acquisto: “Gianluca è un ragazzo che subito dal primo colloquio ci è sembrato poter fare al caso nostro – dice il presidente Colonnanon è stato assolutamente un problema trovare l’accordo. Lo accogliamo a braccia aperte e speriamo ci aiuti a raggiungere i nostri obiettivi. Aggiungo che sono molto contento della conferma di Alberto Perrucci. Lo scorso anno si è fatto valere e saprà far meglio anche in futuro. Quest’anno sarà l’ennesimo anno di sacrifici, quindi l’obiettivo principale sarà quello di salvarsi e, con l’aiuto di tutti, credo che getteremo le basi per farlo!!”

Siamo ancora all’inizio, ma la Libertas comincia bene.

Basket, De Bartolo alla giuida della Libertas

Debartolo1La Libertas basket Altamura si rimette in moto per la programmazione della prossima stagione. Sono cominciati già i primi incontri per organizzare un roster che non sfiguri in categoria e già ci sono delle importanti novità.
Dopo ben sei anni Giovanni Laterza, di comune accordo con la società, non sarà più l’head coach della Libertas Altamura. A darne l’annuncio è proprio il Presidente Angelo Colonna che ci tiene a ringraziare Laterza per i risultati conseguiti in questi anni: un play-off nella stagione 2011-2012, la conquista della serie C Silver, il combattutissimo play-off raggiunto in questa stagione, ma, soprattutto la storica promozione nel campionato di Serie C, dopo una cavalcata che ha portato alla vittoria del campionato di Serie D.
Laterza resterà comunque nel direttivo societario e parteciperà attivamente per la formazione del roster.
La seconda novità è l’investitura del nuovo primo allenatore, ruolo che quest’anno sarà ricoperto da Vito De Bartolo, ormai da tre anni vice coach della Libertas. Allenatore giovanissimo, ma che è già nel giro delle rappresentative pugliesi e più di una volta è stato convocato per ricoprire il ruolo di giovane allenatore nei vari raduni delle rappresentative Under.
Sono davvero molto felice che la società abbia pensato a me per questo incarico – le sue prime parole dopo la comunicazione – Ci aspetterà un campionato duro e molto competitivo. Sono felice anche della presenza di Giovanni Laterza, che continuerà ad essere presente con un incarico dirigenziale all’interno della società, e con cui a breve inizieremo a valutare i giocatori che potranno far parte del roster”.
Scelta importantissima, quindi, quella della Libertas che augura a Coach De Bartolo un buon lavoro per la prossima stagione.

Libertas fuori dai play-off ma a testa altissima

Udas-Libertas
I giocatori della Libertas durante il riscaldamento

Finisce l’avventura play-off per la Libertas Basket Altamura che viene sconfitta 83-79 dall’Udas in quel di Cerignola. Escono, comunque, a testa alta Fui e compagni, dopo una sfida avvincente che ha tenuto con il fiato sospeso, tutto il pubblico presente al Pala Di Leo. Grande soddisfazione, comunque, nell’ambiente altamurano per la grande stagione. A volte anche da una sconfitta si può uscire vincitori.
Tornando al match, coach Marinelli parte con il quintetto migliore: Marchetti, Voss, Malat, Tredici e Serazzi, mentre Laterza recupera in extremis Esposito, e parte con il solito quintetto: Bjeletic e Barozzi nel pitturato, Fui, De Bartolo e Radovic ad agire da esterni. Partita dalle mille sfaccettature, dove nel primo tempo l’Altamura è stata brava a non far scappare gli avversari, grazie alle buone percentuali al tiro e ad un’ottima difesa impostata da coach Laterza, improntata sulla pressione dei portatori di palla: pochi aiuti e tanta pressione face to face che ha dato tanti grattacapi a Marinelli. Dall’altra parte Voss si è preso la scena, mentre Malat ci ha messo un po’ per carburare, a causa dell’asfissiante marcatura di Radovic e Perrucci, ma quando lo ha fatto ha messo dentro due triple consecutive che hanno fatto esplodere il palazzetto, portando l’Udas avanti nel punteggio e chiudendo il tempo sul 22-21.
Alla ripresa Bjeletic e Barozzi sono riusciti a prendere le giuste contromisure a Voss, ma proprio al montenegrino biancorosso il ferro ha sputato fuori due triple destinate nella retina. In questa frazione gli errori sono stati diversi, ma il match non ha perso di intensità e spettacolo. Marinelli azzecca la mossa Falcone, che porta i suoi sul +3, prima che sia a Voss che a Barozzi venisse fischiato un tecnico. Per il numero 16 altamurano è il terzo fallo e Laterza è costretto a richiamarlo in panchina. I padroni di casa ne approfittano e si portano sul +5, ma un time-out chiamato dalla panchina ospite risistema le cose, Fui da tre e Bjeletic pareggiano, ma prima della sirena Marchetti chiude con il canestro del 36-34.
Primo tempo in cui sono state premiate le scelte del coach altamurano, ma al rientro dagli spogliatoi l’Altamura va in affanno, venendo meno proprio quella scelta difensiva che aveva pagato bene nel primo tempo. Tredici e Marchetti con più spazi a disposizione cominciano a martellare (con Tredici dalla mano fatata anche da oltre l’arco), mentre in difesa la freschezza fisica, dovuta alle tante rotazioni a disposizione dei locali, hanno permesso all’Udas di ergere le barricate. Il vantaggio arriva anche sul +17, con la Libertas che imbarca acqua da tutte le parti. I murgiani non riescono a sfruttare un antisportivo fischiato a Serrazzi e il terzo quarto si chiude sul 64-49.
Nell’ultimo quarto, quando la partita sembrava chiusa, è venuto fuori il cuore Libertas Altamura. Messa da parte la stanchezza, i viaggianti hanno ricominciato a mettere pressione sui portatori di palla, poi la scelta di coach Laterza di giocare con un solo lungo, ha allargato le maglie biancoblu e la Libertas è rientrata, portandosi sul -4 a 3’38” dal termine. L’Udas ha barcollato ma non è caduta trovando con Malat, Falcone e Serrazzi i canestri che hanno risposto alle due triple di De Bartolo e alle penetrazioni di Radovic. Finisce 83-79 con i cerignolani a festeggiare, ma con gli altamurani vincenti nello spirito.

UDAS CERIGNOLA – LIBERTAS BASKET ALTAMURA 83-79
Parziali: 22-21, 36-34, 64-49, 83-79

UDAS CERIGNOLA: Voss 22, Marchetti 10, Malat 14, Tredici 14, Serazzi 10, Falcone 10, Cipri, Ulano 3, Triglione. All. Marchetti
LIBERTAS BASKET ALTAMURA: Bjeletic14, Fui 15, Barozzi 14, De Bartolo 11, Radovic 12, Esposito ne, Perrucci 12, Difonzo, Manicone ne, Castellano ne. All. Laterza, vice De Bartolo

Libertas, via ai play-off

Libertas
Libertas Basket Altamura

Tante soddisfazioni per l’ambiente altamurano per i risultati della stagione 2015-2016 della Libertas Altamura, che alla fine della regular season, non solo si salva senza troppi patemi d’animo, ma riesce a strappare il pass per i play-off piazzandosi sesta, alla fine della stagione, d’avanti a squadre del calibro di Adria Bari, Juve Trani, Olimpica Cerignola e Cestistica Ostuni, team che hanno calcato ben altri palcoscenici del panorama cestistico.
Ora però la concentrazione va a questa sera per la sfida contro l’Udas a Cerignola. La formula di quest’anno prevede che le prime otto squadre della serie C pugliese si diano battaglia durante i play-off e solo 2 accederanno alla poule promozione che vedrà questi team fronteggiare le migliori di Calabria, Molise, Abruzzo, Campania e Sicilia. La formula pugliese è semplice: la prima sfiderà l’ottava, la seconda riceverà la settima, la terza classificata ospiterà la sesta e infine quarta contro quinta. La partita sarà una e si giocherà in casa della meglio piazzata, due giorni dopo, giovedì, nuovamente in campo per le semifinali, mentre sabato le migliori due si sfideranno per la finalissima.
All’Altamura è toccata l’Udas Cerignola, come già anticipato, squadra ostica, secondo coach Laterza “quella da evitare”. Coach dei Cannibali, così ribattezzati ormai da anni, è Marinelli il quale ha plasmato una squadra che probabilmente gioca il miglior basket della Puglia: difesa rocciosa, cecchini precisissimi dalla distanza e un giro palla velocissimo che dimezza le forze fisiche avversarie. Il gruppo è la loro forza, ma ci sono eccellenti personalità che hanno messo da parte gli individualismi per un gioco corale da urlo. Malat e Voss sono gli americani fanno impazzire il gruppo dei supporters de “I Soliti Idioti”, ma assieme a loro abbiamo lo zoccolo duro dell’Udas: Ulano, Cipri, Marchetti, Falcone, Visaggio, Capitan Serazzi e per finire l’ultimo acquisto Tredici.
L’Udas ha già castigato due volte la Libertas Altamura in campionato, e la cabala dice che nella sua storia gli altamurani non hanno mai vinto contro i biancocelesti nei precedenti 4 incontri. Numeri che vogliono dire solo una cosa: a Cerignola bisognerà compiere una vera IMPRESA!!!

Libertas, impresa a Vieste

Libertas Basket Altamura
Libertas Basket Altamura

La Libertas Altamura compie l’impresa in quel di Vieste, seconda della classe del campionato di serie C Silver e riscatta la gara dell’andata che fu vita da Vieste dopo un over time. Gara combattuta nei primi minuti con gli altamurani bravi a tenere botta nonostante rotazioni limitatissime, De Bartolo in panchina solo per onor di firma ed Esposito lasciato a casa, mentre dall’altra parte coach De Santis fa a meno di Dragna. Vieste sembra far fatica a sbrogliare la situazione in attacco, con la difesa altamurana ben messa e attenta. Alla fine del primo quarto 17-16 è il risultato. Alla ripresa l’Altamura comincia a subire, anche a causa dei fischi unilaterali della coppia arbitrale. Vieste non si lascia scappare l’occasione e arriva sul 33-22. Oltre al danno si aggiunge la beffa, Laterza si adira per il dubbio metro arbitrale e subisce un tecnico, e dopo il suo applauso per la decisione, viene mandato negli spogliatoi con Soldano che gli sventola il rosso. A questo punto Enzo De Bartolo e il dirigente Lograno, collegato via cellulare con gli spalti, iniziano a guidare la squadra. Alla fine del primo tempo il risultato è 40-29.
Al rientro la Libertas comincia a giocare senza pressioni, in scioltezza e comincia la sua incredibile scalata. Vieste infatti subisce alla fine della terza frazione un parziale di 4-13 che riapre i giochi.
Si ricomincia con il risultato di 57-46, ma dopo un botta e risposta che scalda il palazzetto, ancora un buon parziale a favore degli ospiti, 2-9, giova allo spettacolo. Altamura è quindi in contatto, Vieste ha dilapidato il vantaggio e ora la palla tra le loro mani inizia a pesare. La Libertas riesce anche nell’insperato sorpasso 64-66 con i garganici in totale black out. Ma sul 67-67 Vieste trova a 24” il vantaggio che fa esplodere il palazzetto, ma sul ribaltamento di fronte Radovic spacca la difesa in penetrazione e scarica a Barozzi che a 1” scarica da tre. A nulla è valso il tentativo dei locali dalla distanza, Altamura vince 69-70.
La Libertas dedica la vittoria a Luigi Ladisi, proprio nel giorno in cui avrebbe compiuto 26 anni. Ora cuore e testa all’ultima gara contro Foggia.

BISANUM VIAGGI SUNSHINE BASKET VIESTE – LIBERTAS ALTAMURA 69-70

BISANUM VIAGGI SUNSHINE BASKET VIESTE: Neal 29, Lauriola 0, Ruggieri n.e., Fratini 7, Ucci 13, Williams 9, Pietrafesa n.e., Simeoli 9, Savarese 0, Ndiaye 2. Coach Francesco Desantis.
LIBERTAS ALTAMURA: Radovic 7, Manicone 2, Perrucci 8, Fui, Bjeletic 27, De Bartolo 2, Difonzo 6, Barozzi 18, Castellano. Coach Giovanni Laterza.

La Libertas vince. Ma che sudata!

Libertas Basket Altamura
Libertas Basket Altamura

La Libertas mette in cassaforte la salvezza, dopo una rocambolesca partita contro il Fasano, e ora si proietta alla conquista dei play-off. Per la gara contro i biancocelesti coach Laterza recupera Bjeletic, ma perde Esposito, mentre Fasano è ancora orfano di Meo e Laquintana ma torna a farsi vedere Pezzarossa. Partita dalle due facce per entrambe le squadre, con la Libertas dominatrice nel primo tempo, mentre Fasano a corrente alternata. Il gap di 20 punti, dopo 15′, ha lasciato presagire una partita in discesa per i locali, ma nei secondi 20′ la situazione si ribalta. Coach Vozza ha azzeccato tutte le messe e Fasano si è lanciata in una insperata rincorsa, guidata da Pezzarossa. La fatica è ripagata, ma a 6” dalla fine i viaggianti con Argento sbagliano il tiro che avrebbe significato la vittoria.
Laterza mette dentro dall’inizio De Bartolo, dopo diverse giornate, e completa il quintetto con Fui, De Bartolo, Bjeletic e Barozzi, coach Vozza risponde con Pezzarossa, Argento, Di Mola, Masciulli e Marseglia. Dopo la palla a due la Libertas spinge sull’acceleratore con Bjetelic, affamato di basket, e Fui, in grande spolvero nei minuti iniziali. Fasano non riesce a bloccare le sortite offensive avversarie in attacco mentre è impacciato e imbrigliato dalla difesa altamurana. Alla fine del primo quarto il tabellone recita 28-14.
Nella seconda frazione i biancorossi continuano a martellare imperterriti e scavano il solco che di fatto avrebbe potuto chiudere la contesa, dopo neanche 15′ di gioco, 39-16. Laterza comincia, quindi, a far ruotare gli uomini a disposizione, mentre coach Vozza prova ad alternare difese a uomo e a zona per arginare l’emorragia. Verso la fine del quarto i viaggianti provano a ricucire lo strappo, sfruttando il fatto che Bjeletic sia stato richiamato in panca, ma Pezzarossa si fa fischiare un tecnico, mentre dall’altra parte la panchina locale deve fare i conti con un infortunio a De Bartolo. Fasano rosicchia qualche punto agli avversari e chiude il primo tempo sul 49-34.
Nel terzo quarto accade quanto nessuno si aspettava. Il Dio del basket spietato fa sì che coach Vozza sistema le cose in difesa, con una zona, mentre in attacco i suoi sfruttano l’approccio molle degli avversari. I viaggianti arrivano sul -7 ma gli eccessivi falli tecnici fischiati ai ragazzi fasanesi, ritardano la rincorsa. Altamura prova ad approfittarne e a portarsi sul +12, ma una bomba di Marseglia sulla sirena porta in scia il Fasano.
Si ricomincia con il tabellone che recita 65-56. Altamura gioca con la paura di perdere e si incaponisce con tiri da oltre l’arco che non producono punti. Fasano su questi errori avversari costruisce la propria fortuna e si porta sul -6 proprio grazie ad una tripla ancora di Marseglia. È Bjeletic con un gioco da tre a dare speranza ai murgiani ma Pezzarossa risponde a tono, quando mancano 2’30”. Gli errori si ripetono e rendono la partita bruttina, Pezzarossa e compagni riaprono definitivamente la gara, 71-70. Ancora Bjeletic dalla lunetta firma il +3, ma Fasano è cinico e crede nella vittoria e ristabilisce il -1. Sul ribaltamento di fronte Radovic ha ben 4 tentativi dalla lunetta per chiuderla ma fa 1su4 e con 6” da giocare consegna la palla della vittoria a Fasano. Il time-out per coach Vozza è sistematico, ma al rientro in campo Argento non rischia e prova da due per l’eventuale pareggio. La palla non entra e la Libertas si gode i 2 punti, grazie a questa vittoria di misura finita per 74-72.

LIBERTAS ALTAMURA – BASKET FASANO 74-72
Parziali: 28-14, 49-34, 65-56, 74-72 (28-14, 21-20, 16-22, 9-16)

LIBERTAS ALTAMURA: Bjeletic 28, Barozzi 9, Perrucci 3, Manicone, De Bartolo 6, Fui 15, Castellano, Radovic 7, Difonzo 6, Facendola ne, All. Laterza, Vice De Bartolo
BASKET FASANO: Masciulli 11, Di Mola 5, Argento 12, Pezzarossa 21, Liaci 5, Marseglia 18, Di Toma ne, Stomeo, Musa ne, Di Bari ne, All. Vozza
NOTE: Tecnico fischiato a Masciulli e Pezzarossa, Antisportivo fischiato ad Argento. Fuori per 5 Falli Marseglia e Masciulli.

Libertas, due vittorie importantissime in chiave play-off

Lecce-Libertas
Barozzi cerca di contrastare un avversario

Dopo l’opaca prestazione di Ruvo, la Libertas Altamura fa registrare due vittorie consecutive che la proiettano in sesta posizione in solitaria. Nonostante questo non è ancora il momento di abbassare la guardia e di sentirsi già ai play-off, in quanto il nono posto dista solo 4 punti e le partite da giocare sono ancora 5, quindi dieci punti a disposizione.
La gara di mercoledì, contro Brindisi, ha visto un’Altamura ispiratissima da oltre l’arco, con capitan Fui autore di ben 4 triple delle 11 complessive, e con i ragazzi a sfruttare i centimetri di Barozzi, in capo per ben 38 minuti. Partita mai messa in discussione, in quanto si è condotto dall’inizio alla fine, ma si sono fatti registrare i soliti black-out che contro un avversario di maggior spessore sarebbero potuti costare caro. Alla fine il risultato è stato di 76-50.
Nella sfida di sabato, Altamura ha avuto al cospetto un Lecce, forte della vittoria al fotofinish di Castellaneta, e quindi determinata a strappare i tre punti ai murgiani, come accadde lo scorso anno.
Anche in questa gara i ragazzi di coach Laterza hanno sfruttato i centimetri di un ispiratissimo Barozzi, che sotto canestro non ha avuto rivali, mentre come sempre Lecce si è affidata al tiro dalla distanza, rimanendo sempre attaccata al match. Un filo di nervosismo ha fatto sì che i biancorossi non siano riusciti a dilagare sin da subito chiudendo il primo tempo sul 29-36. Nella seconda frazione sfruttando una situazione falli non delle migliori per i locali, Marra gravato di 3 falli, mentre Serio di 4, Altamura è venuta fuori portandosi sul +15 alla fine della terza frazione, 40-55. Ci sono voluti pochi minuti dell’ultimo quarto per mettere in cassaforte il match e dare più minutaggio a Manicone, Castellano, Difonzo ed Esposito, facendo rifiatare Perrucci infortunatosi ad una coscia per una brutta botta. Alla fine della gara il risultato è di 56-71

LIBETAS BAKSET ALTAMURA – INVICTA BRINDISI 76-50
Parziali: 32-17, 44-31, 63-39, 76-50

LIBETAS BAKSET ALTAMURA: Barozzi 23, Radovic 12, Esposito 2, Perrucci 13, Manicone 2, Difonzo 1, De Bartolo 11, Castellano 1, All. Laterza, Vice De Bartolo V.

NEW BASKET LECCE – LIBERTAS BASKET ALTAMURA 56-71
Parziali: 13-20, 29-36, 40-55, 56-71

LIBETAS BAKSET ALTAMURA: Barozzi 23, Radovic 12, Esposito 2, Perrucci 13, Manicone 2, Difonzo 1, De Bartolo 11, Castellano 1, All. Laterza, Vice De Bartolo V.

La Libertas tramortisce il Castellaneta

Libertas-Castellaneta
Un’azione di gioco (ph. Valentino Castellaneta)

La Valentino Basket Castellaneta viene asfaltata dalla Libertas Altamura nel derby della Murgia. Doveva essere la gara del rilancio per i biancorossi tarantini, giunti in terra altamurana per interrompere quel filotto di dieci gare consecutive che sta creando sgomento nell’ambiente ma Altamura non ha ceduto di un centimetro dal primo secondo di gioco. Una buona fluidità di gioco in attacco, anche se con qualche disattenzione di troppo in difesa, hanno messo in archivio un gara, comunque, dominata dall’inizio alla fine. A segno per la Libertas tutti i 9 uomini scesi in campo, compreso l’under Castellano. In questa gara ottime sono state le risposte di chi ha giocato meno durante l’anno: Manicone e Difonzo prendono sempre più confidenza con il canestro, Esposito oltre ai 3 punti ha fatto registrare una difesa più pulita contribuendo a portare a casa ben 6 rimbalzi, nonostante avesse di fronte Coleman e Moliterni. Infine ancora eccellente la prova di Perrucci, superba quella di Radovic che ha messo anche un canestro da tre e ottimi segnali da De Bartolo che sta tornando il De Bartolo che ha fatto cose assurde nella prima parte di stagione.
Laterza, dovendo fare ancora a meno di capitan Fui, manda dentro il quintetto base visto a Trani: Perrucci, Difonzo, Radovic ad agire da esterni e Bjeletic e Barozzi nel pitturato, coach Massaro risponde con Moliterni, Gaudiano, Rotolo, Resta e Coleman. Proprio quest’ultimo apre le danze vincendo la marcatura di Bjeletic. Altamura ci mette un po’ per ritrovarsi e viene infilata, per lo 0-4 da Gaudiano, ma e proprio Bjeletic in post alto a dare il la all’8-0 di parziale che infonde tranquillità tra le file baresi. Castellaneta soffre la zona avversaria e prova da tre, con Moliterni, a scardinarla, ma dall’altra parte prima Barozzi da oltre l’arco poi un tap in di Bjeletic ristabiliscono le distanze. La Valentino soffre il momento no di Resta in cabina di regia mentre dall’altra parte la difesa a zona chiamata da coach Massaro viene punita dalla bomba di Perrucci, che induce la Valentino basket al time-out. Altamura continua a far girare bene palla e a macinare basket, fino al 24-12 siglato dalla tripla di De Bartolo che chiude il quarto.
Alla ripresa De Bartolo sfrutta i blocchi e penetra, ma dall’altra parte è Coleman che prova con una schiacciata a dare la carica ai suoi. Massaro chiede subito di alzare la pressione difensiva e la Libertas perde il feeling con il canestro costringendo la panchina locale a chiamare time-out. Al rientro Laterza ricambia in cabina di regia inserendo Difonzo, ma sono Bjeletic e Radovic a prendersi la scena il primo con una stoppata su Coleman, il secondo con una tripla invocata a gran voce da Laterza. Gli altamurani rimettono la gara sui binari giusti portandosi sul +19, fino alla tripla di Rotolo che chiude il primo tempo sul 42-26.
Poco prima dell’inizio coach Massaro prova a svegliare i suoi urlano che la partita non era chiusa. Al rientro ancora Moliterni prova a fare la voce grossa con una tripla, ma prima Barozzi dalla lunetta poi De Bartolo da oltre l’arco rispediscono al mittente i tentativi dei valentiniani di rientrare. Perrucci da tre e Barozzi firmano il +20, ma ancora una bomba di Moliterni prova a tenere accese le speranze di rimonta, ma i biancorossi di casa riescono a tenere gli avversari a 20 punti di distanza, 66-46.
L’ultimo quarto è puro spettacolo. Radovic serve un assist al bacio, da dietro la schiena a Bjeletic che spicca il volo e deposita a canestro, mentre Perrucci continua a martellare da oltre l’arco. Il Castellaneta si vede solo con azioni personali dei singoli: due triple di Mansueto e qualche buono spunto di Coleman. Dall’altra parte, Laterza dopo la tripla di Bjeletic comincia a richiamare in panchina i titolari per mandare in campo Manicone, Esposito e Castellano che infila anche un libero. La partita scivola via con i tifosi di casa a festeggiare. La Libertas vince 88-60.
La prossima giornata l’Altamura osserverà un turno di riposo e sarà l’occasione per poter visionare i prossimi avversari: un rinnovato Ruvo che andrà a far visita proprio al Castellaneta.

LIBERTAS BASKET ALTAMURA – VALENTINO CASTELLANETA 88-60
Parziali: 26-12, 42-26, 66-46, 88-60

LIBERTAS BASKET ALTAMURA: Barozzi 11, Fui ne, De Bartolo 10, Radovic 19, Esposito 3, Castellano 1, Bjeletic 17, Perrucci 17, Difonzo 4, Manicone 6, All. Laterza, Vice De Bartolo.
VALENTINO CASTELLANETA: Resta, Moliterni 15, Gaudiano 6, Coleman 17, Rotolo 7, Mansueto 5, Picaro 8, Marangione 6, Pancallo ne, Carucci, All. Massaro, Vice Perrone.