Ultime notizie

Team Altamura, addio primato

Secondo pareggio consecutivo per la squadra biancorossa che perde il primo posto in classifica

team_casarano-900x675

Le due squadre fanno il loro ingresso in campo

Sembra essersi inceppato il giocattolo Team Altamura che per la seconda domenica consecutiva nel campionato di Eccellenza non va oltre il pareggio, ancora una volta a reti inviolate. Ma se il punto guadagnato a Barletta aveva consentito alla formazione guidata da Gennaro di Maio di conservare il primato in classifica, quello odierno contro il Casarano la fa slittare addirittura al terzo posto. Nonostante nessuna rete messa ha segno, la partita ha riservato più di un’emozione, un rigore sbagliato, un palo e altre occasioni molto nitide. Ma andiamo con ordine.
Mister Di Maio torna in panchina dopo aver scontato la squalifica e, rispetto alla partita di Barletta, deve rinunciare a Del Core, fermo per infortunio, al suo posto rientra Rana, mentre concede un turno di riposo a Fiorentino, sostituito da Lede. In avanti a far coppia con Rana, c’è Logrieco. Tra le fila degli ospiti, spicca l’assenza di Stranieri, match winner ad Otranto, anche se la coppia di attacco CaputoTedesco è di tutto rispetto.
Nel primo quarto d’ora non succede niente, poi al 17′ ci prova Logrieco a destare gli animi con una staffilata dal limite dell’area che colpisce l’esterno della rete ospite, dando solo l’illusione del gol. Quattro minuti più tardi, ecco l’episodio che avrebbe potuto incanalare la partita verso il Casarano: Dibenedetto cerca l’anticipo appena dentro l’area, ma stende Caputo. Per lui cartellino giallo e rigore a favore del Casarano, con Tedesco che, però, spreca colpendo il palo alla sinistra di Keita. Il Team Altamura tira un sospiro di sollievo e poco oltre la mezz’ora si fa rivedere in avanti con un altro tiro dalla distanza di Lede che si spegne sul fondo. Al 38′, invece, ancora Casarano pericoloso con Caputo che, dopo una bell’azione in velocità, si gira bene ma calcia debolmente tra le braccia di Keita. Un giro di orologio dopo, l’azione migliore per i padroni di casa con Di Senso che, partito dalla fascia destra, si accentra per poi lasciar partire un tiro dal limite che si stampa sul palo.
Nella ripresa, la partita, nonostante una netta supremazia nel possesso palla della squadra di casa, stenta a decollare e per assistere ad un’azione degna di nota bisogna aspettare fino al 35′ quando il Casarano, su azione di contropiede, sfiora il vantaggio: solo un grande intervento di Keita, uscito tempestivamente, impedisce a Tedesco, ottimamente servito da Quarta, di portare in vantaggio i suoi. A quattro minuti dal 90′ l’occasione per sboccare il risultato è per il Team Altamura con Dibenedetto che, su punizione dai trenta metri sfiora l’incrocio dei pali. In pieno recupero, poi, il Casarano resta in inferiorità numerica per l’espunzione di Zaminga, gomitata rifilata a Montrone, ma i murgiani non approfittano anche se, poco prima del triplice fischio finale, Fernandez ha tra i piedi un’ottima occasione, ma il suo tiro in scivolata è bloccato da Casalino.
Insomma per il Team Altamura una prestazione forse non all’altezza delle aspettative, un gioco che stenta a decollare e una carenza in attacco che inizia ad essere preoccupante: nelle ultime tre partite, tra campionato e Coppa, la squadra altamurana ha messo a segno un solo gol. Un pareggio, questo che fa perdere alla squadra murgiana il primato in classifica che adesso è ad appannaggio di Bitonto e Cerignola, entrambe vittoriose e con un punto in più rispetto al Team che, comunque, è l’unica squadra ancora imbattuta.
Domenica prossima, la squadra altamurana avrà un’ottima occasione per ritornare alla vittoria, dovendo affrontare, anche se in trasferta, il Galatina che, in classifica, non naviga in buone acque.

TEAM ALTAMURA – CASARANO 0-0

TEAM ALTAMURA: Keita, Colaianni, Sisalli, Montemurro (43′ st Lede), Montrone, Ostuni (9′ st Morea), Lede, Logrieco (34′ st Fernandez), Rana, Di Senso. A disposizione: Petruzzelli, Natale, Fiorentino, Cannito, Bongermino. Allenatore: Di Maio.
CASARANO: Casalino M., Signore, Schirone, Zaminga, Schirinzi, Casalino A., Leggero, Portaccio, Caputo (47′ St Darcante), Puglia (13′ st Quarta), Tedesco. A disposizione: Laghezza, Rosciglione, Sanarica, Calò, Negro. Allenatore: Sportillo.
ARBITRO: Recchia di Brindisi.
ASSISTENTI: Marolla e Festa di Barletta
AMMONITI: Montrone, Dibendetto (TA).
ESPULSO: 47′ st Zaminga (C), per gioco violento.
RECUPERO: 0′ pt, 5′ st.

The following two tabs change content below.
Domenico Olivieri

Domenico Olivieri

Erano gli anni dei "Figli dei Fiori" quando, esattamente nel 1977, nasceva Domenico Olivieri. Fin dai primi vagiti si mostrava un bambino turbolento così come lo erano quegli anni. Poi, durante l'adolescenza, inizia ad interessarsi allo sport pur non praticandone nessuno con profitto, divorando trasmissioni e quotidiani sportivi praticamente ogni giorno. Dopo la maturità, conseguita nel 1996 presso l'Istituto Tecnico Commerciale "F. M. Genco", inizia ad appassionarsi a tutto quello che riguarda la tecnologia. Poi, nel 2006, finalmente, decide di lanciarsi in prima persona nel mondo dello sport diventando addetto stampa di una squadra di calcio a 5, l'ormai defunta Avanti Delfini Altamura. Dopo due anni passa, sempre con lo stesso ruolo, tra le fila della Pellegrino Sport, altra squadra altamurana. Dal 2009 al 2011, invece, è l'addetto stampa della Tris Gravina, squadra militante nel campionato di serie C1 di calcio a 5. Grazie a questa esperienza inizia la sua collaborazione con un portale di calcio a 5, diventando parte integrante dello staff. Poi le collaborazioni con Altamuralife.it, pugliacalcio24.it e calciowebdilettanti.it. e, infine, dal 2012, insieme all'amico fraterno Leonardo Loporcaro, fonda il sito www.altamurasport.it, unico portale cittadino ad occuparsi di tutto lo sport. Le sue grandi passioni, oltre allo sport e alla tecnologia, sono i libri, il cinema e i viaggi, passione, quest'ultima, che lo ha portato in giro per il mondo. Nella vita di tutti giorni, inoltre, lavora come impiegato presso una società che opera nel comparto del mobile imbottito, è felicemente sposato e papà di una bambina.

Comments

comments

Domenico Olivieri
CircaDomenico Olivieri (214 Articles)
Erano gli anni dei "Figli dei Fiori" quando, esattamente nel 1977, nasceva Domenico Olivieri. Fin dai primi vagiti si mostrava un bambino turbolento così come lo erano quegli anni. Poi, durante l'adolescenza, inizia ad interessarsi allo sport pur non praticandone nessuno con profitto, divorando trasmissioni e quotidiani sportivi praticamente ogni giorno. Dopo la maturità, conseguita nel 1996 presso l'Istituto Tecnico Commerciale "F. M. Genco", inizia ad appassionarsi a tutto quello che riguarda la tecnologia. Poi, nel 2006, finalmente, decide di lanciarsi in prima persona nel mondo dello sport diventando addetto stampa di una squadra di calcio a 5, l'ormai defunta Avanti Delfini Altamura. Dopo due anni passa, sempre con lo stesso ruolo, tra le fila della Pellegrino Sport, altra squadra altamurana. Dal 2009 al 2011, invece, è l'addetto stampa della Tris Gravina, squadra militante nel campionato di serie C1 di calcio a 5. Grazie a questa esperienza inizia la sua collaborazione con un portale di calcio a 5, diventando parte integrante dello staff. Poi le collaborazioni con Altamuralife.it, pugliacalcio24.it e calciowebdilettanti.it. e, infine, dal 2012, insieme all'amico fraterno Leonardo Loporcaro, fonda il sito www.altamurasport.it, unico portale cittadino ad occuparsi di tutto lo sport. Le sue grandi passioni, oltre allo sport e alla tecnologia, sono i libri, il cinema e i viaggi, passione, quest'ultima, che lo ha portato in giro per il mondo. Nella vita di tutti giorni, inoltre, lavora come impiegato presso una società che opera nel comparto del mobile imbottito, è felicemente sposato e papà di una bambina.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: