Ultime notizie

Team Altamura, Curci: “Sto vivendo delle bellissime emozioni”

L’attaccante decisivo contro il Bisceglie

Curci

Alessandro Curci in azione

Con la vittoria in esterna per uno a zero sul difficile campo di Bisceglie contro l’Unione Calcio, i ragazzi di mister Fino si aggiudicano il quattordicesimo risultato utile di fila e raggiungono il Casarano al secondo posto in classifica, piazzandosi a meno dieci dalla capolista Gravina. Match winner dell’incontro è stato il classe ’96 Alessandro Curci, che con la marcatura di domenica, ha messo in rassegna il terzo gol in maglia biancorossa. Il nostro ufficio stampa l’ha intervistato nel post partita.
Gol, vittoria e secondo posto in classifica, domenica perfetta quella di Bisceglie?
“Domenica è stata una vittoria fondamentale per noi a prescindere dal goal realizzato. Siamo stati bravi a concretizzare le occasioni avute nel secondo tempo ed è stata una prova di carattere da parte di tutto il gruppo”.
Con quello rifilato all’Unione Calcio, sono ora tre i gol messi a segno in maglia altamurana. Che emozioni stai provando?
“Sto vivendo delle bellissime emozioni ed è merito di tutta la squadra. Un giovane come me può solo crescere e migliorare in un gruppo fantastico come questo”.
Domenica prossima difficile sfida contro il Bitonto che, nonostante una classifica non eccellente può disporre di un organico importante. Che partita sarà?
“Domenica prossima sarà una partita difficile nonostante la classifica dica altro, poiché loro dispongono di giocatori importanti, soprattutto davanti con gente del calibro di Terrone, Tedesco e Manzari. L’atteggiamento deve essere sempre quello di una squadra unita e umile, senza però dimenticare che noi siamo l’Altamura”.
Sono ben quattordici i risultati utili della Team Altamura. C’è un segreto?
“Il segreto di questa Altamura è il gruppo che, con l’aiuto di una grande tifoseria, riesce ogni domenica a dare il massimo in campo”.
Infine quali sono i tuoi obiettivi per il futuro?
“Difficile prevedere il futuro. Ora penso solo a continuare a lavorare per migliorarmi allenamento dopo allenamento, cercando di non impormi dei limiti. Ho tanto da imparare da numerosi componenti della rosa che per tanti anni hanno militato tra i professionisti, sperando magari di poter intraprendere una carriera simile alla loro”.

Comments

comments

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: