Ultime notizie

Team Altamura, un’occasione persa

Contro il Cerignola, la squadra biancorossa domina per un'ora, ma alla fine arriva solo un punto

team-audace_900x675

Delusione sui volti del Team Altamura a fine gara

Occasione sprecate dal Team Altamura che, dopo aver ottenuto l’accesso alla finale di Coppa Italia, grazie alla vittoria ad Otranto, tornava a calcare il terreno di gioco del “D’Angelo”. Contro l’Audace Cerignola, la squadra altamurana domina per un’ora ma ne esce con un pareggio, 1 a 1, fallendo il sorpasso ai danni della formazione ofantina e, soprattutto, non riesce ad accorciare sul Bitonto, fermato a sua volta dal Casarano.
La partita comincia a ritmi sostenuti e, infatti, al 4′ bisogno registrare il primo tiro in porta da parte di Oliva che, dalla distanza, non impegna Keita più di tanto. Con il passare dei minuti, però, la partita perde d’intensità, anche se è il Team a mantenere il pallino del gioco. Da segnalare, in questo frangente, alcune giocate di gran classe di Logrieco che, però, non trova il supporto dei suoi compagni di squadra. Insomma, il primo tiro dei padroni di casa arriva al 23′ con Sisalli che, però, spara alto. Tre minuti più tardi, occasionissima per Del Core che, su passaggio filtrante di Logrieco, supera Marinaro con un pallonetto. A negargli la gioia del gol ci pensa Ciano che salva prima che la palla superi la linea di porta. Al 32′ prima svolta della partita: lancio di Logrieco per Rana che, arrivato sul limite dell’area, è fermato con le maniere forti da Sakho che rimedia il cartellino rosso per fallo da ultimo uomo. Sulla punizione che ne segue, Di Senso calcia poco oltre la traversa. Qualche minuto dopo ci prova Logrieco con una fucilata dalla distanza, ma la palla sfiora il palo, mentre al 42′ è ancora Di Senso a chiamare in causa Marinaro con un tiro abbastanza centrale.
Nella ripresa, partenza sprint del Team Altamura che al 6′ passa in vantaggio grazie a Logrieco che trasforma un rigore da lui stesso conquistato. Dura solo dieci minuti la gioia della formazione altamurana con Russo che, approfittando di una dormita di Colaianni, anticipa Keita e mette la palla in fondo al sacco. Duro colpo per il Team che, dopo aver subito il pareggio, va in affanno. Poi, lunga sospensione per un infortunio all’arbitro e qualche parola di troppo tra le due panchine. Alla ripresa dei giochi, il Cerignola, comunque, non crea particolari grattacapi alla retroguardia di casa che, però, al 37′, deve salutare Dibenedetto che si becca il secondo giallo e la conseguente espulsione. Negli ultimi minuti, recupero compreso, da segnalare solo un paio di timidi tentativi degli ospiti che però non preoccupano Keita.
Insomma, per il Team Altamura una vittoria che, almeno ai punti, avrebbe meritato. C’è da dire, però, che l’Audace Cerignola si è dimostrata un’ottima squadra che fa della fisicità il suo punto di forza e che darà del filo da torcere fino alla fine. Per il Team Altamura da segnalare l’ottima prova di Logrieco che, oltre al gol, ha deliziato il pubblico con giocate di alta scuola. Peccato che oggi, i suoi compagni di squadra, soprattutto gli attaccanti non gli abbiano dato il giusto supporto.
Domenica prossima secondo impegno consecutivo in casa contro l’Unione Calcio Bisceglie che, inoltre, sarà l’avversaria della finale di Coppa Italia che andrà in scena a gennaio.

TEAM ALTAMURA-AUDACE CERIGNOLA 1-1

TEAM ALTAMURA: Keita, Montrone, Colaianni, Montemurro, Morea (39′ st Ostuni), Dibenedetto, Di Senso (42′ st Cannito), Logrieco, Del Core, Rana, Sisalli (52′ st Fernandez). A disposizione: Petruzzelli, Lede, Natale, Tragni. Allenatore: Gennaro Di Maio.
TEAM ALTAMURA: Marinaro R., Sakho, Russo (43′ st Dipasquale), Pollidori, Ciano, Altares, Martinez, Marinaro C., Morra, Ladogana (39′ pt Matera), Oliva (5′ st Cappellari). A disposizione: Vurchio, Schiavone, Lasalandra, Rinaudo. Allenatore: Francesco Farina.
ARBITRO: De Angeli della sezione di Milano.
ASSISTENTI: Morea della sezione di Molfetta e Maci della sezione di Lecce.
RETI: 6′ st Logrieco (TA, rig.), 16′ st Russo (AC).
AMMONITI: Morea, Montemurro, Dibenedetto, Del Core (TA); Russo, Morra (AC).
ESPULSI: 32′ pt Sakho (AC) per fallo da ultimo uomo, 41′ st Dibenedetto (TA) per doppia ammonizione.
RECUPERO: 3′ pt, 7′ st.

The following two tabs change content below.
Domenico Olivieri

Domenico Olivieri

Erano gli anni dei "Figli dei Fiori" quando, esattamente nel 1977, nasceva Domenico Olivieri. Fin dai primi vagiti si mostrava un bambino turbolento così come lo erano quegli anni. Poi, durante l'adolescenza, inizia ad interessarsi allo sport pur non praticandone nessuno con profitto, divorando trasmissioni e quotidiani sportivi praticamente ogni giorno. Dopo la maturità, conseguita nel 1996 presso l'Istituto Tecnico Commerciale "F. M. Genco", inizia ad appassionarsi a tutto quello che riguarda la tecnologia. Poi, nel 2006, finalmente, decide di lanciarsi in prima persona nel mondo dello sport diventando addetto stampa di una squadra di calcio a 5, l'ormai defunta Avanti Delfini Altamura. Dopo due anni passa, sempre con lo stesso ruolo, tra le fila della Pellegrino Sport, altra squadra altamurana. Dal 2009 al 2011, invece, è l'addetto stampa della Tris Gravina, squadra militante nel campionato di serie C1 di calcio a 5. Grazie a questa esperienza inizia la sua collaborazione con un portale di calcio a 5, diventando parte integrante dello staff. Poi le collaborazioni con Altamuralife.it, pugliacalcio24.it e calciowebdilettanti.it. e, infine, dal 2012, insieme all'amico fraterno Leonardo Loporcaro, fonda il sito www.altamurasport.it, unico portale cittadino ad occuparsi di tutto lo sport. Le sue grandi passioni, oltre allo sport e alla tecnologia, sono i libri, il cinema e i viaggi, passione, quest'ultima, che lo ha portato in giro per il mondo. Nella vita di tutti giorni, inoltre, lavora come impiegato presso una società che opera nel comparto del mobile imbottito, è felicemente sposato e papà di una bambina.

Comments

comments

Domenico Olivieri
CircaDomenico Olivieri (214 Articles)
Erano gli anni dei "Figli dei Fiori" quando, esattamente nel 1977, nasceva Domenico Olivieri. Fin dai primi vagiti si mostrava un bambino turbolento così come lo erano quegli anni. Poi, durante l'adolescenza, inizia ad interessarsi allo sport pur non praticandone nessuno con profitto, divorando trasmissioni e quotidiani sportivi praticamente ogni giorno. Dopo la maturità, conseguita nel 1996 presso l'Istituto Tecnico Commerciale "F. M. Genco", inizia ad appassionarsi a tutto quello che riguarda la tecnologia. Poi, nel 2006, finalmente, decide di lanciarsi in prima persona nel mondo dello sport diventando addetto stampa di una squadra di calcio a 5, l'ormai defunta Avanti Delfini Altamura. Dopo due anni passa, sempre con lo stesso ruolo, tra le fila della Pellegrino Sport, altra squadra altamurana. Dal 2009 al 2011, invece, è l'addetto stampa della Tris Gravina, squadra militante nel campionato di serie C1 di calcio a 5. Grazie a questa esperienza inizia la sua collaborazione con un portale di calcio a 5, diventando parte integrante dello staff. Poi le collaborazioni con Altamuralife.it, pugliacalcio24.it e calciowebdilettanti.it. e, infine, dal 2012, insieme all'amico fraterno Leonardo Loporcaro, fonda il sito www.altamurasport.it, unico portale cittadino ad occuparsi di tutto lo sport. Le sue grandi passioni, oltre allo sport e alla tecnologia, sono i libri, il cinema e i viaggi, passione, quest'ultima, che lo ha portato in giro per il mondo. Nella vita di tutti giorni, inoltre, lavora come impiegato presso una società che opera nel comparto del mobile imbottito, è felicemente sposato e papà di una bambina.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: