Ultime notizie

Team Apulia, sconfitta casalinga immeritata

TeamApulia-VirtusRutiglianoStop interno immeritato del Team Apulia Altamura ad opera della più quotata Virtus Rutigliano

Dopo la prestigiosa vittoria esterna di sette giorni fa arriva la sconfitta casalinga per il Team Apulia Altamura che perde tra le mura amiche contro una buona Virtus Rutigliano per 3-4. Il presidente-allenatore Filippo Ragone si ritrova con una rosa molto rimaneggiata e, dovendo fare a meno dell’eroe di Capurso, Azzilonna,

TeamApulia-VirtusRutiglianoStop interno immeritato del Team Apulia Altamura ad opera della più quotata Virtus Rutigliano

Dopo la prestigiosa vittoria esterna di sette giorni fa arriva la sconfitta casalinga per il Team Apulia Altamura che perde tra le mura amiche contro una buona Virtus Rutigliano per 3-4. Il presidente-allenatore Filippo Ragone si ritrova con una rosa molto rimaneggiata e, dovendo fare a meno dell’eroe di Capurso, Azzilonna, assente per motivi personali, del centrale Vitale squalificato, si ritrova anche lui nella lista dei giocatori disponibili in panchina e addirittura in campo nell’azione del momentaneo pareggio della sua squadra.
Il Team Apulia Altamura, comunque, parte benissimo e sfiora subito la marcatura al 3′ con Sardone che, devia involontariamente un tiro di capitan Caputo, cogliendo il palo. I ragazzi altamurani esprimono una buona manovra di gioco, ma, al primo affondo rutiglianese, siamo al 10′, subiscono la rete del vantaggio ospite ad opera Sassanelli con la gentile collaborazione di Moramarco che poteva fare sicuramente meglio in quella occasione. Le due squadre si affrontano a viso aperto sbagliando molto sia in fase di costruzione del gioco, sia in fase di conclusione dello stesso; si arriva così, nei minuti finali quando, grazie ad una palla persa dagli altamurani in fase offensiva, parte il contropiede ospite che porta al raddoppio di Didonna che deve solo spingere in rete un passaggio sul secondo palo servitogli da Schembri.
La ripresa è molto più vivace rispetto al primo tempo e Caputo & Co. entrano in campo decisi a vendere cara la pelle anche se in chiara difficoltà numerica. È lo stesso Caputo che al 1′ ci prova con un tiro da fuori ma, un attento Emiliano mette in angolo; due minuti più tardi, il capitano biancorosso ci prova ancora dalla distanza e su respinta della difesa la palla finisce sui piedi di Sardone che è molto abile a girarsi e a battere il portiere da distanza ravvicinata per il goal del 1-2 che riaccende gli animi dei suoi compagni. Un Team Apulia scatenato e sulle ali dell’entusiasmo va vicinissimo al pareggio ancora con l’incontenibile Caputo che dall’altezza del dischetto tira in porta a botta sicura ma si vede il pallone deviato dal corpo di Cacciapuoti che si sostituisce al suo portiere. Il forte forcing altamurano, però, lascia ampi spazi al contropiede rutiglianese e al 6′ Sassanelli coglie il palo con un tiro dalla sinistra e su susseguente calcio d’angolo lo stesso Sassanelli viene fermato da una bellissima parata d’istinto di Moramarco. All’8′ è ancora Caputo che coglie il palo esterno e fa gridare tutti al goal del pareggio, goal che arriva al 21′ sull’asse Caputo-Fanelli che vede quest’ultimo depositare in rete tutto solo a pochi passi dalla linea di porta per il tanto sospirato e meritato 2-2. La reazione rutiglianese è immediata e rabbiosa e al 24′ Didonna , lanciato da Cinquipalmi, da posizione defilata sulla destra si inventa un perfetto tiro che si insacca all’incrocio dei pali alle spalle dell’incolpevole Moramarco. Il goal del 2-3 è una vera doccia fredda per il Team Apulia che subisce al 27′ il colpo del K.O. ancora ad opera dell’imprendibile Didonna che dopo una bella azione personale si porta al limite dell’area sulla fascia destra e lascia partire un perfetto diagonale a mezza altezza sul quale Moramarco non può davvero nulla e che porta la Virtus Rutigliano sul 2-4. Nel primo minuto di recupero Sassanelli potrebbe rimpinguare il bottino per i suoi trovandosi a tu per tu con il portiere altamurano, ma la parata che compie Moramarco è davvero miracolosa. Un minuto più tardi, con le ultime forze a disposizione Fanelli dopo un’azione caparbia segna la rete del definitivo 3-4 con un tiro a fil di palo che da ulteriori speranze ai biancorossi con ancora altri due minuti di recupero da giocare; speranze che si perdono grazie alla grande abilità della Virtus Rutigliano di tenere palla per ben due minuti lontanissimo dalla propria area e quando l’arbitro fischia tre volte parte la festa rutiglianese che fa bene a gioire vista la bella determinazione vista nei ragazzi di Filippo Ragone che non si sono mai arresi e che daranno filo da torcere a chiunque.
Il Team Apulia Altamura rimane a quota 13 punti e sabato prossimo sarà impegnata ancora in un incontro casalingo che la vedrà contrapposta allo Sport 2000 Putignano a quota 22 punti e battuto in casa dalla Futsal Capurso. La gara potrebbe essere alla portata dei biancorossi nella speranza che Filippo Ragone abbia a disposizione almeno dodici uomini da poter mandare in campo.

TEAM APULIA ALTAMURA – VIRTUS RUTIGLIANO 3-4

TEAM APULIA ALTAMURA: Moramarco, Ciccimarra, Caputo, Ragone, Sardone, Fanelli, Loporcaro, Forte, Macaione, Dileo, Mercadante, Bruscella.
VIRTUS RUTIGLIANO: Emiliano, Didonna G., Sassanelli, Cacciapuoti, Cuccovillo, Dell’Edera, Didonna V., Dioguardi, Schembri, Cinquipalmi, Acquaviva, Montenero.
MARCATORI: 10′ Sassanelli (VR), 29′ Didonna V. (VR), 33′ Sardone (TA), 51′ Fanelli (TA), 54′ Didonna V. (VR), 57′ Didonna V. (VR), 62′ Fanelli (TA)
ARBITRO: Sig. Cives (sez. Molfetta)
RECUPERO: 1′ pt, 4′ st

Leonardo Loporcaro

The following two tabs change content below.
Domenico Olivieri

Domenico Olivieri

Erano gli anni dei "Figli dei Fiori" quando, esattamente nel 1977, nasceva Domenico Olivieri. Fin dai primi vagiti si mostrava un bambino turbolento così come lo erano quegli anni. Poi, durante l'adolescenza, inizia ad interessarsi allo sport pur non praticandone nessuno con profitto, divorando trasmissioni e quotidiani sportivi praticamente ogni giorno. Dopo la maturità, conseguita nel 1996 presso l'Istituto Tecnico Commerciale "F. M. Genco", inizia ad appassionarsi a tutto quello che riguarda la tecnologia. Poi, nel 2006, finalmente, decide di lanciarsi in prima persona nel mondo dello sport diventando addetto stampa di una squadra di calcio a 5, l'ormai defunta Avanti Delfini Altamura. Dopo due anni passa, sempre con lo stesso ruolo, tra le fila della Pellegrino Sport, altra squadra altamurana. Dal 2009 al 2011, invece, è l'addetto stampa della Tris Gravina, squadra militante nel campionato di serie C1 di calcio a 5. Grazie a questa esperienza inizia la sua collaborazione con un portale di calcio a 5, diventando parte integrante dello staff. Poi le collaborazioni con Altamuralife.it, pugliacalcio24.it e calciowebdilettanti.it. e, infine, dal 2012, insieme all'amico fraterno Leonardo Loporcaro, fonda il sito www.altamurasport.it, unico portale cittadino ad occuparsi di tutto lo sport. Le sue grandi passioni, oltre allo sport e alla tecnologia, sono i libri, il cinema e i viaggi, passione, quest'ultima, che lo ha portato in giro per il mondo. Nella vita di tutti giorni, inoltre, lavora come impiegato presso una società che opera nel comparto del mobile imbottito, è felicemente sposato e papà di una bambina.

Comments

comments

Domenico Olivieri
CircaDomenico Olivieri (214 Articles)
Erano gli anni dei "Figli dei Fiori" quando, esattamente nel 1977, nasceva Domenico Olivieri. Fin dai primi vagiti si mostrava un bambino turbolento così come lo erano quegli anni. Poi, durante l'adolescenza, inizia ad interessarsi allo sport pur non praticandone nessuno con profitto, divorando trasmissioni e quotidiani sportivi praticamente ogni giorno. Dopo la maturità, conseguita nel 1996 presso l'Istituto Tecnico Commerciale "F. M. Genco", inizia ad appassionarsi a tutto quello che riguarda la tecnologia. Poi, nel 2006, finalmente, decide di lanciarsi in prima persona nel mondo dello sport diventando addetto stampa di una squadra di calcio a 5, l'ormai defunta Avanti Delfini Altamura. Dopo due anni passa, sempre con lo stesso ruolo, tra le fila della Pellegrino Sport, altra squadra altamurana. Dal 2009 al 2011, invece, è l'addetto stampa della Tris Gravina, squadra militante nel campionato di serie C1 di calcio a 5. Grazie a questa esperienza inizia la sua collaborazione con un portale di calcio a 5, diventando parte integrante dello staff. Poi le collaborazioni con Altamuralife.it, pugliacalcio24.it e calciowebdilettanti.it. e, infine, dal 2012, insieme all'amico fraterno Leonardo Loporcaro, fonda il sito www.altamurasport.it, unico portale cittadino ad occuparsi di tutto lo sport. Le sue grandi passioni, oltre allo sport e alla tecnologia, sono i libri, il cinema e i viaggi, passione, quest'ultima, che lo ha portato in giro per il mondo. Nella vita di tutti giorni, inoltre, lavora come impiegato presso una società che opera nel comparto del mobile imbottito, è felicemente sposato e papà di una bambina.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: