Giovanissimi regionali, all’Agon Club il primo derby stagionale


Pellegrino Sport - Agon Club AltamuraLa squadra allenata da Nicola Denora infligge alla Pellegrino Sport la prima sconfitta stagionale

Va all’Agon Club il primo derby stagionale valido per la 4^ giornata del girone D del campionato regionale giovanissimi. La squadra allenata da Nicola Denora, imponendosi sulla Pellegrino Sport con un 5 a 0 che non ammette repliche, non solo si mette alle spalle la figuraccia rimediata contro il Levante Azzurro, ma si aggiudica una stracittadina molto sentita.
Sotto un caldo quasi estivo e gli occhi attenti di numerosi spettatori, le due squadre si danno battaglia sin dai primi minuti e la prima occasione capita sui piedi di Cornacchia della Pellegrino Sport che, su punizione, centra il palo. A passare in vantaggio, però, è l’Agon Club al 9’ con Taccogna che, complice una deviazione di un difensore avversario, deposita la palla in rete sfruttando un bel suggerimento dell’onnipresente Domenico Dininno. Nell’occasione vibranti le proteste dei giocatori della Pellegrino Sport in quanto, a loro modo di vedere, la palla non aveva superato la linea. L’episodio sfavorevole condiziona la prestazione della Pellegrino Sport che subisce il goal del raddoppio di Ragone che trasforma un calcio di rigore che egli stesso si era procurato. Sul finire di frazione arriva la reazione della Pellegrino Sport con l’estremo dell’Agon Club, Loporcaro, bravo a deviare sulla traversa una conclusione dalla distanza di Notaristefano.
Ad inizio ripresa il tecnico della Pellegrino Sport, Cianciotta, opera delle sostituzioni e cambia anche modulo di gioco. La mossa, però, non da gli effetti sperati perché è ancora l’Agon Club a passare, sempre con Ragone che, al 10’, sfrutta un rilancio di Taccogna e deposita la palla in rete. Il monologo dei ragazzi guidati da mister Denora continua e, infatti, arriva, prima il poker grazie a Colamonaco che sfrutta un’incertezza del portiere avversario Ostuni, poi, nei minuti finali arriva il goal del definitivo 5 a 0 con Ragone, tripletta per lui, che trasforma un altro calcio di rigore, questa volta conquistato da Perrucci. Da segnalare, inoltre, l’espulsione, tra le fila della Pellegrino, di Cornacchia per un accenno di reazione dopo un fallo subito.
Grande, la soddisfazione di Nicola Denora: “Con questa prestazione abbiamo dimostrato che quello di domenica scorsa è stato solo un episodio. D’ora in poi dovremo sempre giocare come abbiamo fatto oggi, anche se sono consapevole che un derby può dare più stimoli di una partita normale”. Fa da contraltare la delusione della Pellegrino Sport, non tanto per la sconfitta ma per il clima del match: “Durante i giorni precedenti la partita,” – afferma un dirigente della squadra – “avevamo rivolto un invito ai sostenitori delle due squadre a lasciare giocare in serenità i ragazzi. Il nostro appello è rimasto completamente inascoltato perché abbiamo assistito, ancora una volta, ad una partita carica di tensione e nervosismo sia tra i giocatori ma, ancor di più, tra gli spettatori”.
In virtù di questo risultato l’Agon Club si porta a quota nove punti, scavalcando i cugini della Pellegrino Sport, fermi a quota sette, e a un solo punto dalla testa della classifica, occupata dalla Levante Azzurro e Passpartout Bari.
Domenica prossima l’Agon Club è chiamato alla prova del nove quando, al “Cagnazzi” riceverà l’Ist. Di Cagno Abbrescia, anch’esso a quota nove punti mentre la Pellegrino Sport andrà a far visita al Bellavista, cercando il pronto riscatto.

Domenico Olivieri


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.