8 Dicembre 2021

Altamurasport

Tutto lo sport cittadino in un clik

Altamura – Molfetta, t’immagini se fosse sempre mercoledì e sempre Coppa Italia

3 min read
Gli irriducibili (© SportPeople)

Gli irriducibili (© SportPeople)


Gli irriducibili (© SportPeople)
Gli irriducibili (© SportPeople)

Il racconto della partita dal lato dei tifosi

Nel terzo turno di Coppa Italia, l’Altamura affronta, nell’ennesimo derby pugliese della stagione, la squadra adriatica del Molfetta. Le due tifoserie sono divise da una rivalità che affonda le proprie radici nella stagione 2006/2007; all’epoca i molfettesi, neo promossi nel campionato di Eccellenza, affrontarono i murgiani e durante l’intervallo, le due tifoserie entrarono in contatto tra lo stupore dei presenti (fino a quel match le partite tra Altamura e Molfetta non avevano mai fatto registrare episodi particolari). Da allora ogni volta che le due tifoserie si sono incontrate, non sono mai mancati momenti di tensione e sfottò reciproci.
Quando le due squadre entrano quest’oggi, in campo sono presenti solo 6 tifosi ospiti. Gli ultras molfettesi, infatti, faranno il loro ingresso nel settore ospiti a partita in corso e dopo essersi posizionati nella parte centrale della gradinata partono con il loro tifo, “dedicando” subito il primo coro ai dirimpettai di casa. Da segnalare che dall’inizio della stagione gli adriatici hanno deciso di presenziare sia in casa che in trasferta senza esporre i propri vessilli e anche quest’oggi il settore rimane spoglio.
In campo il Molfetta, grazie ad un gol per tempo, si porta avanti di due reti, gettando nello sconforto i tifosi di casa. Il risultato tuttavia non influisce sulla prestazione dei Murgiani: parafrasando un vecchio successo di Vasco Rossi sarebbe bello se “fosse sempre mercoledì e se fosse sempre coppa Italia” perché, come spesso accade, sono i match per pochi intimi a regalare le prestazioni migliori dal punto di vista del tifo: gli Altamurani tifano per tutti i 90 minuti, alternando cori a ripetere ad altri più “ritmati” e a differenza dei molfettesi, colorano il settore non soltanto con striscioni e stendardi ma anche con bandierine e bandieroni, accedendo a più riprese fumogeni.
La partita è rocambolesca e proprio quando i tifosi molfettesi pregustavano il passaggio del turno, i padroni di casa, negli ultimi minuti della partita, infilano la rete ospite per ben due volte. Il regolamento della Coppa Italia prevede per le partite dei primi turni gare secche su 90 minuti senza tempi supplementari. Il passaggio del turno viene pertanto deciso ai rigori, dove a spuntarla sono i murgiani che regalano ai propri tifosi la prima vittoria casalinga della stagione seppure dagli undici metri.
Al triplice fischio i giocatori di casa ringraziano il pubblico per il sostegno mentre, dall’altro lato del campo, i giocatori del Molfetta ospiti vengono ”richiamati” a gran voce dai propri tifosi ad un maggiore impegno.
L’incontro giocato questa sera è stato emozionante, sia gli Ultras del Molfetta che i padroni di casa hanno onorato al meglio la competizione, aiutati da un match vibrante ed intenso.
Sul fronte dell’ordine pubblico non si registrano episodi particolari, infatti, pur essendo una partita di coppa Italia la folta presenza di carabinieri e polizia ha impedito qualsiasi tipo di contatto.

Michele D’Urso
www.sportpeople.net

Allegati

Rispondi