Bella prova di carattere della Domar Volley Altamura

DomarVolley-SbvPallavoloGalatinaLa Domar “vendica” anche la sconfitta di Galatina sconfiggendo in un’ora e trenta la compagine salentina

Terza vittoria consecutiva per la Domar Volley Altamura che stavolta si sbarazza della Sbv Pallavolo Galatina per 3-0 in una gara che, nonostante il netto risultato finale, ha messo in luce un grande equilibrio tra i due team.
Per la diciannovesima giornata del Campionato Nazionale Maschile di serie B2 girone H giunge al Pala- Baldassarra la Sbv Pallavolo Galatina per quello che è l’incontro di cartello di questa giornata.
Mister Paglialunga può schierare il sestetto che ha conseguito la prima vittoria in trasferta composto dalla diagonale palleggiatore-opposto Zonno – Magni, i centrali De Tellis e Cataldi, i laterali Maiullari e Sette ed il libero Giove. Coach Montinario, invece, deve rinunciare all’ultimo momento ad una delle sue punte di diamante: Gabriele Sergio perciò parte con Marcone in cabina di regia, contromano Stefano Sergio, Paticchio e Luceri al centro, Forte e Lefosse in banda ed il libero Palumbo.
Prima del via momento di grande emozione poiché viene intonato l’inno di Mameli in occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia come disposto dalla Federvolley, anche la pallavolo non è rimasta indifferente all’importante ricorrenza del 17 Marzo.
Già dalle prime battute si capisce quanto equilibrata e combattuta sarà la gara. La Domar, infatti, si porta subito avanti 2-0 , ma viene riagganciata e superata dagli ospiti che giungono avanti 8-6 al primo time-out tecnico del match. Al rientro in campo sono i bianco-verdi a spingersi fino al 12-8 e costringere mister Paglialunga a correre ai ripari con un time-out discrezionale. Tale sosta sembra sortire un buon effetto nel “sei + uno” altamurano che rimonta ed obbliga a sua volta mister Montinaro ad interrompere il gioco sul 14-12 per riordinare un po’ le idee. L’equilibrio però non muta ed alla seconda pausa tecnica il punteggio è inchiodato sul 16-15 a favore dei salentini. Ancora una volta sono gli ospiti ad entrare col piglio giusto in campo dopo la sosta ed a piazzare un break che li porta avanti 19-16 ed impone al coach biancorosso di spendere il suo secondo time-out a disposizione in maniera provvidenziale. La Domar rientra pienamente in partita pareggiando i conti sul 22-22 e superando gli avversari nel punto successivo con un De Tellis implacabile, ma, inspiegabilmente è vittima di un black-out che permette al Galatina di conquistare il primo set-ball (24-23). I Leoni sono però bravi a non perdere la calma ed a pareggiare i conti prima e poi vincere il primo set ai vantaggi col punteggio di 28-26 dopo un’altalena di emozioni.
Il secondo set parte sulla stessa falsariga del primo con la Domar avanti prima 2-0, ma poi rimontata. Stavolta, però, i biancorossi riescono a portarsi avanti fino all’ 8-4 del primo tempo tecnico. La Sbv non ci sta ad arrendersi e rientra in campo decisa a rintuzzare il distacco riuscendoci, peraltro, sul 10 pari. L’equilibrio permane fino al secondo time-out tecnico a cui si giunge con la Domar avanti 16-15. A questo punto sono i biancorossi a piazzare un importante break che costringe mister Montinaro ad interrompere il gioco sul 18-15 prima e nuovamente sul punto successivo conquistato dalla Domar. Due errori biancorossi, rimettono in carreggiata i leccesi che riescono a riportarsi fino al 21-20. La Domar però prova a chiudere il parziale a suo favore con un break di 3-1 che le regala tre palle set , ma subisce la rimonta del Galatina che si porta fino al 24-23, per poi cedere il set ai biancorossi 25-23.
La Sbv è però determinata a vendere cara la pelle ed anche nel terzo set non sembra essere abbattuta dai due parziali persi sul filo di lana ed addirittura conduce 8-7 al primo tempo tecnico. L’equilibrio non muta complici anche un paio di decisioni dubbie della coppia arbitrale che, pur non condizionando l’incontro, non spianano la strada ai biancorossi e si arriva al secondo tempo tecnico sul punteggio di 16-15 per i locali. Sul 17 pari, dopo aver conquistato il punto, il mister bianco-verde chiama un’inspiegabile time-out e poi è costretto a chiamare il secondo quando la Domar si porta avanti 20-18. Il Galatina riesce ancora una volta a rimontare questo svantaggio ed a conquistarsi la sua seconda palla-set della gara (avanti 24-23), ma per l’ennesima volta la Domar mostra serenità e freddezza e, non solo recupera lo svantaggio, ma riesce a portare a casa ai vantaggi anche il terzo e decisivo set che le regala tre punti preziosissimi per il prosieguo del campionato.
La Domar con questa vittoria consolida il quarto posto in classifica e si salva matematicamente. La Sbv si è rivelata avversario molto ostico e coriaceo meritando ampiamente il sesto posto che occupa in classifica. Ha sopperito molto bene alla mancanza di Sergio G., ridotto all’osso gli errori e mostrato un Lefosse ormai quasi ristabilito e Forte e Sergio S. in grande spolvero, infine ha messo più di una volta paura ai biancorossi conquistando ben due palle set e facendosi valere specialmente a muro.
Per la Domar è stata una bella prova di maturità: rimontare per ben due volte sul finire del set ha messo in mostra grande sicurezza e determinazione. I Leoni oggi volevano a tutti i costi i tre punti ed hanno lottato con le unghie e coi denti. Come sempre grandissima prova di De Tellis che, specie nel primo set, è apparso a tratti devastante a lui la palma di migliore in campo. Bene Magni che sembra aver trovato fluidità nel suo nuovo ruolo. Prova di sostanza anche per Zonno che ha smistato bene e si è concesso anche qualche punto con insidiosi “tempi zero”. Sette, dopo un inizio non brillante, ha reagito e tirato fuori tutta la sua forza tornando, tra secondo e terzo set, a livelli di inizio campionato con percentuali realizzative altissime (e ben 14 punti in 2 set che lo hanno incoronato miglio realizzatore assieme a De Tellis). Concreta la prova di capitan Maiullari, specialmente in fase offensiva, e Cataldi. Giove è apparso un pizzico sotto gli standard delle ultime apparizioni in ricezione complice anche la non perfetta ricezione da parte di tutto il reparto. Appunto la nota dolente di oggi è sembrata essere la ricezione a livello globale. Bella la prova di Rinaldi entrato ad inizio secondo set ed autore di una brillante prestazione.
Risultati senza sorprese dagli altri campi e classifica che resta immutata ai vertici. Adesso due trasferte attendono la Domar, Castellana Grotte prima e Francavilla al Mare poi, due squadre che sono in piena bagarre per non retrocedere e che proveranno a conquistare importanti punti tra le proprie mura per continuare a sperare nella salvezza, due gare da non sottovalutare. Il ritorno al Pala- Baldassarra è fissato per Domenica 3 Aprile quando verrà a far visita ai biancorossi la Pallavolo Squinzano in una gara dai mille significati da tutto esaurito.

DOMAR VOLLEY ALTAMURA – SBV PALLAVOLO GALATINA 3-0 (28-26, 25-23, 28-26)
Durata: 29′, 28′, 31′. Tot: 88′

Domar Volley Altamura: Zonno (6), Sette(16), Magni (12), De Tellis (16), Maiullari (11), Cataldi (5), Giove (L), Rinaldi (L), Disabato (0) N.e.: Troka, Chierico, Schettini, Lospalluto. All. Paglialunga, 2° all.: Cappiello. Aces: 1, Err Batt.: 7, Muri: 8, Errori punto: 14.
Sbv Pallavolo Galatina: Marcone (6), Lefosse: (6), Paticchio(7), Sergio S. (15), Forte: (12), Luceri (6), Palumbo (L), Aprile (0), Vizzino (0). N.e.: Giaccari, Marti (L), Salzillo. All.: Montinaro. Aces: 2, Err Batt.: 5, Muri: 12, Errori punto: 10.

Ilario Ninivaggi

The following two tabs change content below.
Avatar

La redazione

Avatar

Ultimi post di La redazione (vedi tutti)

Comments

comments

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: