Archivi categoria: Calcio

Team Altamura, un altro tonfo in trasferta

Vieste-Altamura
Le squadre dopo il triplice fischio finale

Seconda sconfitta consecutiva in trasferta per il Team Altamura che, dopo aver perso l’imbattibilità stagionale a Casarano, rimedia un’altra batosta. Ancora tre gol al passivo per la squadra altamurana, questa volta superata dall’Atletico Vieste per 3 a 1. Una sconfitta senza attenuanti quella rimediata dalla squadra altamurana, sconfitta che, oltre a significare l’addio quasi definitivo alla vittoria del campionato, costa la panchina a mister Di Maio che, nella mattinata di ieri, ha rassegnato le dimissioni.
La prima frazione, abbastanza equilibrata, termina a reti inviolate, anche se ci sono da segnalare almeno un paio di episodi, un diagonale di Rana che termina di poco a lato e un rigore sbagliato da Augelli, rigore concesso per l’atterramento di Saani da parte di Petruzzelli.
Il risultato si blocca al 5’ della ripresa grazie a Saani che, servito in profondità, supera la difesa altamurana e insacca alle spalle di Petruzzelli con tocco di precisione. La squadra altamurana accusa il colpo e dopo qualche minuto rischia di capitolare per la seconda volta quando Triggiani, con un colpo di testa da distanza ravvicinata, non inquadra la porta. Il raddoppio, comunque, è nell’aria e arriva al 27’: cross basso dalla destra di Potenza per Augelli che, dal centro dell’area, supera Petruzzelli, riscattando l’errore dal dischetto nella prima frazione. Il Vieste potrebbe dilagare ma per due volte Petruzzelli risponde alla grande ai tentativi di Partipilo e di Potenza. La partita sembra ormai chiusa ma al 36’ ci pensa Bottone a riaprirla con una bella girata che non lascia scampo a Terbeshi. Quatto minuti dopo, episodio che avrebbe potuto riaprire definitivamente i giochi: il direttore di gara, Crescenti, prima concede un rigore agli altamurani per fallo di mano, poi cambia decisione dopo aver consultato gli assistenti. In pratica, rigore non concesso perché prima c’era stato un fuorigioco che ai più è apparso inesistente. In pieno recupero, infine, arriva il tris dei padroni di casa con Triggiani, su assist di Augelli.
Insomma, domenica da dimenticare per il Team Altamura che, come detto in apertura, non solo deve abbandonare quasi definitivamente i sogni di promozione diretta, ma deve prepararsi per l’importante sfida di Coppa Italia, prevista domani in casa contro il Portici, senza allenatore. In panchina, salvo sorprese, dovrebbe accomodarsi Luigi Panarelli, nominato da pochi giorni direttore generale e che già l’anno scorso aveva guidato il team murgiano nell’ultimo spezzone di stagione.

ATLETICO VIESTE – TEAM ALTAMURA 3-1

ATLETICO VIESTE: Terbeshi, Lucatelli (43′ st Pafundi), Partipilo, Kouame, Silvestri, Caruso, Augelli R. (49′ st Prencipe), Potenza, Triggiani, Colella, Saani (19′ st Milella). A disposizione: Innangi, Gallo, Sicignano, Vescia. Allenatore: Francesco Bonetti.
TEAM ALTAMURA: Petruzzelli, Colaianni, Cannito, Lede (12′ st Bottone), Ostuni (37′ st Morea), Dibenedetto, Di Senso, Fiorentino, Tragni, Rana, Sisalli. A disposizione: Keita, Natale, Zimbardi, Notaristefano, Lombardi. Allenatore: Gennaro Di Maio.
ARBITRO: Crescenti della sezione di Trapani.
ASSISTENTI Festa di Barletta e Acquafredda di Molfetta.
RETI: 5′ st Saani (AV), 27′ st Augelli R., (AV), 36′ st Bottone (TA), 46′ st Triggiani (AV).
AMMONITI: Petruzzelli, Cannito, Dibenedetto, Fiorentino, Rana, Sisalli (TA).
ESPULSI: Innangi (AV) dalla panchina.
RECUPERO: 1′ pt; 5′ st.
NOTE: terreno in sintetico. Pomeriggio prevalentemente nuvoloso, temperatura intorno ai 13º.

Il Team Altamura soffre ma vince

Team Altamura – Pro Italia Galatina (ph. Carlo & Rita Fotografi)

Ritorno immediato al successo per il Team Altamura che, dopo la batosta rimediata a Casarano, supera tra le mura amiche e con il minimo scarto, 1 a 0, la Pro Italia Galatina, squadra tutt’altro che irresistibile. A regalare i tre punti a mister Di Maio ci ha pensato Montemurro che ha risolto una partita che non si era messa bene per gli altamurani, costretti, ancora una volta, a giocare parte della partita in inferiorità numerica.
Senza Logrieco, Rana e Fernandez, mister Di Maio manda in campo una formazione con un solo attaccante di ruolo Bottone, supportato da Di Senso, libero di scorrazzare per tutto il campo. Per gli ospiti, reduci dal pareggio contro il Bisceglie, ancora out Paulinho e Alemanni.
Partita abbastanza statica almeno nel primo quarto d’ora, complice il terreno di gioco pesante. La prima occasione è per Sisalli che impegna Esposito con un tiro-cross, ancor più clamorosa quella che capita al 19′ a Tragni, che sfruttando un’indecisione della retroguardia ospite, si presenta solo davanti alla porta, ma Esposito è bravo ha respingere il tiro del giovane esterno altamurano. Poi, più nulla fino al 40′ quando Di Senso, ottimamente lanciato da Lede, non inquadra la porta.
Ad inizio ripresa, unica occasione per il Galatina con una punizione di Negro che chiama in causa Petruzzelli. Al 18′ gli altamurani protestano per un trattenuta ina rea abbastanza evidente ai danni di Bottone ma l’arbitro sorvola. Qualche minuto più tardi la squadra altamurani resta inferiorità numerica a seguito dell’espulsione, per doppio giallo di Montrone, anche se il secondo appare eccessivo. Il Team Altamura non demorde e, più con l’orgoglio che con il gioco, cerca di guadagnare l’intera posta in palio e ci riesce al 37′ quando Montemurro con un gran tiro su cross di Tragni la secco Esposito. Nell’ultimo scampolo di partita il Team Altamura si limita a controllare e, dopo quattro minuti di recupero, arriva il triplice fischio finale.
Vittoria più sofferta del previsto, ma meritata, per il Team Altamura che, pur non sciorinando un gran gioco, è riuscita a guadagnare tre punti che, visto il risultato del Cerignola, pareggio a Novoli, le permettono di portarsi a soli quattro punti dalla test della classifica.
Adesso per la squadra altamurana, un po’ di riposo in vista dei prossimi impegni, domenica a Vieste e mercoledì della prossima settimana al “D’Angelo” contro il Portici per l’ultimo turno del triangolare valido per il primo turno della Coppa Italia di Eccellenza nazionale. A proposito di questa competizione, da seguire, mercoledì 1 marzo, la sfida da Portici e Moliterno.

TEAM ALTAMURA – PRO ITALIA GALATINA 1-0

TEAM ALTAMURA: Petruzzelli, Natale, Montrone, Montemurro, Morea (32′ st Ostuni), Dibenedetto, Tragni, Lede, Bottone (41′ st Cannito), Di Senso, Sisalli. A disp. Caiati, Zimbardi, Notaristefano, Rotunno, Mercoledisanto . All. Di Maio.
PRO ITALIA GALATINA
: Esposito, Calò M., Gobello (38′ st Cambò), Pastore, Mirabet, Greco F., Negro, Petrachi (31′ st Erario), Quintana, Marasco, Chiriatti (41′ st Sterlicchio). A disp. Greco L., Margalotti, De Pascalis, Calò A. All. Mosca.
ARBITRO: Carrer di Barletta.
ASSISTENTI: Cannone di Foggia e De Chirico di Molfetta.
RETE: 37′ st Montemurro (TA).
AMMONITI: Montrone, Montemurro, Morea, Sisalli (TA); Esposito, Calò M., Greco F., Marasco (G).
ESPULSI: 21′ st Montrone (TA) per doppia ammonizione.
RECUPERO: 3′ pt, 4′ st

Pellegrino KO

La Polisportiva Adelfia porta a casa i tre punti vincendo contro un discreto Pellegrino Sport C5 per 2-4, tre punti che consente agli ospiti di portarsi al primo posto nella classifica di C2 girone B. Pellegrino Sport C5, orfana degli squalificati Carone e Tancredi, schiera Angelastri tra i pali, Gramegna G. centrale, Montemurno e Santacroce laterali e Maino pivot.

Partita che comincia in salita per i ragazzi di Maremoti che al 6 minuto, Campagna recupera palla a centrocampo e, dopo aver percorso la fascia destra, trafigge Angelastri con una puntina sul palo opposto del portiere. Cinque minuti più tardi Bosco cerca la conclusione in area ma Angelastri in spaccata gli dice di no. La Pellegrino Sport C5 prova a reagire dopo il gol subito ma le poche azioni create dai ragazzi altamurani sono neutralizzate da una buona difesa ospite. Primo tempo che si conclude con molti errori da parte delle due squadre, infatti i due portieri vengono chiamati poco, quasi per nulla in causa.

Secondo tempo che prende la stessa piega del primo, Gasparro al terzo minuti di gioco conclude in porta, ma grazie a una deviazione della retroguardia altamurana, porta i suoi sul 2-0.Nel giro di pochi minuti le due squadre si scatenano e, prima arriva l’immediata reazione della Pellegrino Sport C5 con Maino, che da destra, tira in porta e accorcia le distanze con un tiro che passa da sotto le gambe del portiere. 6’ e Anastasia dal limite dell’area, si gira e segna 1-3.Minuto successivo e Facendola apre a destra dove Maino riceve palla e scarica in porta un destro non molto potente, 2-3 e partita riaperta. I ragazzi altamurani provano a pareggiare e, a quasi cinque minuti dalla fine provano il quinto uomo di movimento ma, i risultati non sono positivi, infatti allo scadere della partita Colaemma recupera palla e tira in porta da prima del centrocampo 2-4 e fischio finale. Peccato per i ragazzi di mister Maremonti che, dopo un primo tempo non bellissimo, reagiscono nel secondo tempo portandosi più volte in attacco, anche se con poche vere conclusioni.

PELLEGRINO SPORT C5 – POLISPORTIVA ADELFIA  2-4

PELLEGRINO SPORT C5: Lombardi, Angelastri, Montemurno, Facendola, Santacroce, Gramegna G., Gramegna F., Angelino, Maino, Dileo D., Dileo G.

POLISPORTIVA ADELFIA: Genchi, Di Bisceglie, Campagna, Candalice, Basile, Bosco, Colaemma, Anastasia, Morisco, D’ambrosio, Gasparro, Ragone.

RETI: 4’, 8’ st Maino (PS) 6’pt Campagna, 3’st Gasparro, 6’ st Anastasia, 32’ st Colaemma (PA)

AMMONITI: Maino, Montemurno, Facendola (PS) Campagna (PA)

RECUPERO: 1’ pt, 2’ st.

FALLI: 1-3 pt, 1-4 st

Team Altamura, addio sogni di gloria

Casarano-Team
Team Altamura, una fase di gioco

È caduto l’ultimo tabù del campionato di Eccellenza, stagione 2016/2017: non ci sono più squadre imbattute. L’unica a vantare lo zero nella casella delle sconfitte era il Team Altamura che, però, dopo la sonora sconfitta per 3 a 0 a Casarano, ha perso anche questo primato. Mai in partita la formazione guidata da Gennaro Di Maio, costretta in inferiorità numerica per tutto il secondo tempo.
L’ultimo acquisto del Team Altamura, Bottone, si accomoda in panchina e così ad affiancare Rana in avanti è Rotunno. La squadra altamurana regge bene per i primi venticinque minuti, poi, però, incassa il primo gol di Schirinzi
che, con un tiro-cross, beffa Keita. Da lì, la partita si trasforma in un monologo dei padroni di casa e a peggiorare le cose ci pensa Fernandez che nell’extra time della prima fazione si becca il rosso diretto per un fallo di reazione. Per l’attaccante Venezuelano è la seconda partita consecutiva conclusa anzitempo, dopo l’espulsione rimediata contro il Barletta.
Nella ripresa la reazione della squadra altamurana non arriva e, anzi, è il Casarano a suggellare un’ottima prova raddoppiando con Pignataro
che, dopo aver intercettato palla, si trova la strada spalancata verso la porta difesa da Keita che, nel tentativo di fermare, l’attaccante rossoblù, lo atterra. La palla, comunque, termina lo stesso in rete e il portiere biancorosso viene “solo” ammonito. Al 19′ arriva il tris del Casarano con Caputo
che supera Keita da calcio di punizione. Il Team Altamura non prova neanche a cercare il gol della bandiera, l’unico tiro è una punizione centrale di Fiorentino, e così il triplice fischio finale sancisce la fine dell’imbattibilità.
Per la formazione murgiana, quella di Casarano è stata probabilmente una delle più brutte prestazioni della stagione e il fatto di essere in emergenza da parecchio tempo non può essere un alibi per una società così ambiziosa. Adesso, il cammino verso la promozione diretta in serie D si fa molto arduo e, oltretutto, bisogna iniziare a guardarsi alle spalle con il Casarano che si è avvicinato.
Il tempo per le analisi, però, non c’è: mercoledì si va a Moliterno per la prima partita del triangolare valido come primo turno della fase nazionale della Coppa Italia di Eccellenza.

CASARANO – TEAM ALTAMURA 3-0

CASARANO: Casalino M., Signore, Schirinzi, Zaminga (35′ st Portaccio), Stranieri, Casalino A., Stringano (83′ Leggieri), D’Arcante, Pignataro, Quarta, Caputo (24′ st Iunco). A disposizione: Pastorelli, Rosciglione, Marretti, Colluto. Allenatore: Sportillo.
TEAM ALTAMURA: Keita, Natale (1′ st Tragni), Montrone, Montemurro, Cannito, Di Benedetto, Morea, Fiorentino, Fernandez, Rana, Rotunno (16′ st Di Senso). A disposizione: Petruzzelli, Zimbardi, Ostuni, Lede, Bottone. Allenatore: Di Maio.
ARBITRO: Recchia di Brindisi.
ASSISTENTI: Colaianni di Bari e Colavito di Taranto.
RETI: 25′ pt Schirinzi (C), 12′ st Pignataro (C), 19′ st Caputo (C).
AMMONITI: Zaminga, Casalino M. (C), Cannito, Keita, Fiorentino (TA).
ESPULSI: 46′ pt Fernandez (TA) per fallo di reazione.
RECUPERO: 1’pt., 3’st.
NOTE: Pomeriggio soleggiato, temperatura 16°, terreno in buone condizioni.

Tre punti sullo scadere

Maino tira durante il riscaldamento

Altri tre punti conquistati in casa dalla Pellegrino Sport C5, che nell’ultimo turno di campionato, vincono all’ultimo secondo contro un modesto Rutigliano. Mister Maremonti schiera in porta Lombardi, Montemurno centrale, Tancredi e Santacroce sulle fasce e pivot Maino. Il Rutigliano attacca già dai primi minuti, e Dioguardi , da punizione, impensierisce Lombardi che devia ma, sulla ribattuta, Lamorgese tira in porta ma il tiro sbatte addosso al portiere altamurano. 8’ e gli ospiti si portano in vantaggio con Dioguardi che ,da punizione centrale, buca un Lombardi poco attento. Tre minuti più tardi arriva il raddoppio degli ospiti con Gigante che buca Lombardi grazie a una palla recuperata dai suoi compagni. La Pellegrino Sport C5 reagisce immediatamente con il solito Maino che, da posizione centra si defila a sinistra e buca Palumbo con un mancino sul secondo palo. 20’ pt ed arriva il raddoppio dei padroni di casa, Gramegna F. si fa tutta la fascia destra, vede Montemurno in area e con un tiro potente lo serve, piatto di Montemurno e 2-2. Partita ripresa immediatamente dalla squadra di casa che in pochi minuti oltre che a riprendere la partita si portano in vantaggio nel giro di un minuto con il solito Maino che, con una sua accelerazione, supera la difesa avversaria e trafigge Palumbo con un tiro sotto le gambe del portiere. Neanche il tempo di festeggiare che Facendola anticipa Dell’Edera e con una puntina sotto la traversa aumenta il vantaggio per i suoi. Due minuti sono serviti al Pellegrino Sport C5 per passare dal 2-2 al 4-2. Paritata quasi chiusa ma, un ingenuità di Tancredi provoca un rigore allo scadere del primo tempo. Dioguardi dal dischetto trafigge Lombardi che intuisce il tiro ma non riesce a deviare, 4-3 e fine primo tempo.
Secondo tempo meno vivace del primo infatti la prima occasione passa sui piedi di Angelino che al 13’, dopo un passaggio di Tancredi, tira fuori. Due minuti più tardi e il Rutigliano pareggia con Gigante che si ritrova in area un pallone deviato male dalla retroguardia altamurana e, senza pensarci due volte tira, 4-4. Secondo tempo molto caotico da parte di entrambe le squadre, entrambe cercano il gol del vantaggio ma la troppa voglia di passare in vantaggio fa si che il livello del gioco si abbassi. A pochi secondi dal fischio finale, Santacroce recupera palla e, dopo aver percorso tutta la fascia destra, si ritrova uno contro uno con Palumbo e con un destro potente lo trafigge regalando ai suoi tre punti fondamentali in chiave play-off.
PELLEGRINO SPORT C5 – RUTIGLIANO 5-4
PELLEGRINO SPORT C5: Lombardi, Clemente, Gramegna M., Maino, Facendola, Santacroce, Tancredi, Facendola, Montemurno, Angelino, Gramegna F., Carone.
RUTIGLIANO: Calisi, Palmaroli, Creatore, Ardito, Ciavarella, Luceri, Di Fino, Gigante, Dell’Edera, Dioguardi, Lamorgese, Palumbo.
RETI: 14’pt Maino, 20’pt Montemurno, 22’pt Maino, 23’pt Facendola, Santacroce ( PS), 8’pt Dioguardi, 11’pt Gigante, 29’ pt Dioguardi, 15’st Gigante(RU)
AMMONITI: Tancredi, Montemurno, Carone (PS), Creatore, Lamorgese (RU)
RECUPERO: 1’ pt, 2’ st.

Team Altamura, un altro passo falso

Team-Gallipoli
Una fase della partita

Appuntamento con la prima vittoria del 2017 ancora rimandato per il Team Altamura che, dopo aver conquistato la Coppa Italia di Eccellenza ai rigori e il pareggio di domenica scorsa a Trani, non va oltre lo 0 a 0 interno contro il Gallipoli. È vero, mancava mezza squadra, ma da un team costruito per vincere ci si aspettava qualcosa in più.
Parte subito tra i titolari Rotunno, ultimo rinforzo in casa altamurana, esordio dal primo minuto di Zimbardi e panchina imbottita di under.
La partita inizia a ritmi blandi e nei primi venti minuti non c’è quasi niente da segnale. La prima conclusione verso la porta arriva al 27′ con Legari che ci prova da fuori, attento Keita. La risposta altamurana arriva un minuto dopo con una punizione del limite di Dibenedetto che, però, se pur di poco non inquadra la porta. Il difensore altamurano ci riprova al 34′, ancora su punizione da distanza ragguardevole ma senza fortuna. Nell’ultimo quarto d’ora da registrare solo qualche ammonizione e nulla più.
La ripresa inizia con un cambio per il Team: fuori Zimbardi dentro Ostuni. I padroni di casa sembrano più determinati e nei primi dieci minuti ci provano con Montemurro, sinistro alto, e Dibenedetto, colpo di testa bloccato da Passaseo. Al 12′ episodio da moviola: palla scodellate nell’area ospite, deviazione di Passaseo e tocco di mano di Greci ma l’arbitro fa proseguire. Poi, solita girandola di sostituzioni e partita che si rianima al 26′ quando Di Senso, entrato in campo da pochi minuti, sugli sviluppi di angolo tenta la rovesciata senza inquadrare la porta. Al 32′ ci si mette anche la sfortuna con Rana che, dopo una corta respinta di Passasseo, centra il palo. L’ultima emozione arriva al 42′ con un gol annullato per fuorigioco a Montemurro che aveva insaccato dopo una mischia in area.
Insomma, per il Team Altamura, visti anche gli altri risultati, un altro mezzo passo falso e testa della classifica che si allontana. Domenica prossima, intanto, trasferta insidiosa a Noicattaro.

TEAM ALTAMURA – GALLIPOLI FOOTBALL 1909 0 – 0

TEAM ALTAMURA: Keita, Cannito, Zimbardi (1′ st Ostuni), Montemurro, Montrone, Dibenedetto, Natale, Lede, Del Core, Rana, Rotunno (22′ st Di Senso). A disposizione: Petruzzelli, Colaianni, Notaristefano, Lombardi, Pupolizio. Allenatore: Di Maio.
GALLIPOLI FOOTBALL 1909: Passaseo, Mauro, Levanto, Legari, Cornacchia, Greco, Franco (28′ st Bruno), Sansò, Iurato (40′ st Casole), Carrozza, De Giorgi (18′ st Mingiano). A disposizione: Polo, Fasiello, Pati, Botrugno. Allenatore: Cimarelli.
ARBITRO: Leone di Barletta.
ASSISTENTI: Balestrucci di Barletta – Festa di Barletta.
AMMONITI: Dibenedetto, Montrone (TA), Greco, Franco (G).
RECUPERO: 1′ pt, 2′ st.

Coppa Italia Eccellenza al Team Altamura: Bisceglie battuto ai rigori

TeamCoppa
Giocatori e dirigenti festeggiano con la Coppa (ph. Carlo & Rita Fotografi)

Il Team Altamura ha vinto la Coppa Italia di Eccellenza pugliese. A Gravina, ci sono voluti i calci di rigore dopo l’1-1 maturato nei centoventi minuti di gioco. Vantaggio altamurano grazie a Del Core al 26′, pareggio di Ventura all’81. Entrambi i capitani sono stati espulsi per rissa nei minuti finali di gioco.
Gravina, stadio neutro Vicino, il Team Altamura affronta l’Unione Calcio Bisceglie. Dopo il successo dell’anno scorso con il Gravina, mister Di Maio vuole ripetersi, e portare a casa il titolo al primo anno dal suo ritorno sulla panchina altamurana. Solito 3-4-3 per gli altamurani che vedono di fronte il 4-4-2 di mister Zinfollino. Altamurani che scendono in campo già grintosi e pronti a portarsi a casa il titolo infatti, Rana ,nel giro di 5 minuti, già inizia a creare problemi per la retroguardia avversaria prima con due tiri da fuori e al 10′ con un colpo di testa che entra in rete, ma l’arbitro annulla per fuorigioco. Gol che arriva subito dopo grazie alla bella incursione sulla destra di Del Core al 26′ servito da Di Senso. Altamurani in vantaggio e da qui alla fine del primo tempo i ritmi si abbassano ed entrambe le squadre creano poco.
Secondo tempo che prende una piega diversa, al 63′ Keita si supera con un tuffo alla sua destra, respingendo il tiro di Moscelli da punizione. Il Bisceglie continua a creare azioni pericolose ma la retroguardia bianco rossa allontana senza problemi ma, all’81’ Ventura
stacca più in alto di tutti e con un colpo di testa all’indietro, devia il pallone buttato in area da calcio di punizione e beffa Keita, 1-1 e partita riaperta.
Ai supplementari vince la stanchezza e gli errori, infatti nel primo tempo supplementare l’unico evento da raccontare è uno scontro che vede coinvolto Fiorentino, il gioco si ferma per permettere all’ambulanza di entrare e prestare soccorso al giocatore a terra. Tutto il campo applaude lo sfortunato giocatore che esce dal campo sull’ambulanza e il mister Di Maio lo sostituisce con Lede. Nel secondo tempo supplementare invece al 109′ bella triangolazione tra Rana e Del Core ma il tiro di Rana è deviato in angolo da Musacco. Dall’angolo l’Altamura riesce a segnare ma l’arbitro annulla per carica sul portiere. Pochi minuti più tardi i due capitani, Moscelli e Del Core si fanno buttare fuori dall’arbitro per una rissa creatasi vicino il centrocampo.
Si va ai rigori, decisivi gli errori di Ventura, traversa, e Bartoli che si fa parare il tiro da Keita, mentre Lede si supera facendo il cucchiaio a Musacco e con il gol di Dibenedetto, il TEAM ALTAMURA conquista la Coppa.

TEAM ALTAMURA – UNIONE CALCIO BISCEGLIE 5-3 d.c.r. (1-1 d.t.s)

TEAM ALTAMURA: Keita, Natale, Montrone, Montemurro, Ostuni, Dibenedetto, Di Senso (76′ Cannito), Fiorentino (105′ Lede), Del Core, Rana, Sisalli (105′ Tragni). A Disposizione: Petruzzelli, Colaianni, Zimbardi, Fernandez. Allenatore: Di Maio.
UNIONE CALCIO BISCEGLIE: Musacco, Dattoli, Asselti, Bartoli, Cossu, Caprioli, Piperis, Mastropasqua (67′ Di Pierro), Pascual (40′ Ventura), Moscelli, De Mango (72′ D’Ambrosio). A disposizione: Lullo, Sangirardi, Salomone, Amoruso. Allenatore: Zinfollino.
ARBITRO: Domenico Mallardi da Bari.
ASSISTENTI: Nicola Morea da Molfetta, Michele Colavito da Bari.
QUARTO UOMO: Domenico Leone da Barletta.
RETI: 26′ pt Del Core (TA), 81’st Ventura (UCB).
AMMONITI: Del Core, Montrone, Dibenedetto, Montemurro(TA); Moscelli, Caprioli, De Mango(UCB),
ESPULSI: Del Core(TA) e Moscelli(UCB) per rissa.
RECUPERO: 2′ pt, 4′ st
RIGORI:
TEAM ALTAMURA: Montrone gol, Rana gol, Montemurro traversa, Lede gol, Dibenedetto gol.
UNIONE CALCIO BISCEGLIE: Di Pierro gol, Ventura traversa, Bartoli parato, Cossu gol.