Archivi categoria: Pallamano

Pallamano, domani il 2° Memorial “Domenico Dimarno”

MemorialDimarno
MemorialDimarno

Domenica 3 Gennaio 2016, presso il Palazzetto dello Sport, avrà luogo la seconda edizione del Memorial Domenico Dimarno. All’evento parteciperanno le squadre di Pallamano di Altamura, Noci e Manfredonia che si affronteranno in un triangolare. Ci sarà spazio anche per gli amici di Domenico e cioè tutti coloro che hanno avuto il piacere di condividere con lui la passione per questo sport.
L’evento sarà cosi strutturato:
Ore 16:00 Pallamano Noci – FreeTime Manfredonia
Ore 17:00 Pallamano Altamura – FreeTime Manfredonia
Ore 18:00 Gli amici di Domenico
Ore 19:00 Pallamano Altamura – Pallamano Noci
Domenico, non un semplice compagno di squadra, era molto di più per tutti noi. Nel campo era uno di quei giocatori su cui potevi sempre fare affidamento perchè non si arrendeva mai e lottava fino all’ultimo secondo di ogni match incurante di tutti quei colpi che riceveva dagli avversari ( e ne riceveva parecchi!) come se fosse immune e protetto da una sorta di armatura. Non importa che il giorno dopo erano dolori!
Era uno di quei giocatori fondamentali anche per lo spogliatoio grazie alla sua infinita voglia di scherzare e prendere in giro i compagni. La sua allegria e il suo modo di gridare i nomignoli che ci affibiava erano unici. Impossibile dimenticare tutte le volte in cui si faceva beffe di chi non segnava e del caro fisioterapista. Testardo come sempre continuava a provocarlo nonostante gli schiaffoni che riceveva in cambio.
Domenico era un ragazzo intelligente e scaltro, ma allo stesso tempo anche ingenuo e a tratti buffo.Era l’amico sempre disponibile per una birra in compagnia e sempre pronto a concederti un sorriso. Quel sorriso che aveva stampato in faccia e che non poteva non contagiarti.
E anche se adesso non è più fisicamente presente, lo è nei cuori di tutti noi. Lo è nei ricordi che frequentemente riaffiorano nelle nostre menti, lo è negli sfottò che continuiamo a scambiarci come lui ci ha insegnato, lo è nella grinta e volontà che ognuno di noi mette in campo.
Lo scopo dell’evento è quindi quello di trascorrere una bella giornata di sport e amicizia, due concetti sempre presenti nella mente di Domenico e che tutti noi dovremmo sempre coltivare affinchè lui possa continuare a vivere.
Vi aspettiamo numerosi.
ASD PALLAMANO ALTAMURA

Pallamano Altamura KO contro il Chieti

Pallamano Altamura
Pallamano Altamura

Brutto passo indietro della Pallamano Altamura nell’incontro valevole per la per la nona giornata del campionato di serie A2 maschile. La squadra guidata da mister Gennaro Santoro è stata sconfitta dal Chieti per 23 a 21 e non è dunque riuscita nel sorpasso in classifica. L’incontro è stato molto equilibrato e caratterizzato da un sostanziale equilibrio.
La prima frazione di gioco ha visto le due squadre affrontarsi a viso aperto e con diversi capovolgimenti di fronte. Ad un primo tentativo di allungo del Chieti ha risposto la formazione altamurana, abile nello sfruttare la tripla superiorità numerica verificatasi intorno al ventesimo minuto. Tuttavia, nella parte conclusiva del primo tempo, il Chieti è riuscito a portarsi avanti di tre reti con il punteggio che si è così bloccato sul 9 a 12.
Nella ripresa le reti di Gianfranco Dimarno e Paolo Pepe hanno permesso agli altamurani di raggiungere prima il pareggio e poi, per la prima volta nel secondo tempo, il vantaggio per 19 a 18.
Come già capitato anche in altre partite, sono stati gli ultimi minuti a sancire la debacle altamurana. Rimaneggiata, a causa delle espulsioni di Colamonaco e Pepe, gli altamurani, nei momenti decisivi del match, hanno gettato all’aria alcune occasioni e perso la possibilità di segnare anche a causa di decisioni arbitrali discutibili. La pallamano Chieti, al contrario, è riuscita prima nell’intento di raggiungere il pari e poi piazzare l’allungo decisivo che è valso i tre punti.
Non resta altro che rimboccarsi le maniche e allenarsi duramente durante la sosta natalizia per cercare di migliorare la situazione in classifica che vede la Pallamano Altamura ferma all’ultimo posto. Il prossimo appuntamento infatti è previsto per il 23 Gennaio contro il Benevento.

PALLAMANO ALTAMURA – CUS CHIETI 21-23

PALLAMANO ALTAMURA: Fiore, Continisio, Dimarno 3, Colamonaco 3, Tragni T, Tragni A. 3, Luisi 4, Pepe 5, Loizzo 1, Denora 2, Cassa, Esposito, Marvulli, Loporcaro. Allenatore: Santoro.
CUS CHIETI: Digregorio, Greco, Baldassarre 2, Gianpietro 9, Savini A 4, Savini M 4, Nola 1, Di Virgilio, Digregorio S 3, Schiazza, Milosevic, Rapposelli. Allenatore: Milosevic M.

Pallamano Altamura, sfatato il tabù dei rigori

Capua-Altamura
Capua e Altamura si salutano a fine partita (ph. Capua Pallamano)

Due punti conquistati dalla Pallamano Altamura nel match disputato in trasferta contro il Capua. I sessanta minuti regolamentari sono terminati sul punteggio di 19 pari. Ai rigori il risultato si è fermato sul 23 a 24 in virtù delle 5 realizzazioni altamurane contro le 4 dei campani. Decisiva è stata la parata del portiere altamurano Gianpiero Fiore, autore durante l’intero match di una prestazione superlativa.
Nella prima frazione di gioco l’Altamura ha affrontato gli avversari con molta determinazione e ha condotto il match, tuttavia i diversi errori da ambedue le parti hanno fatto sì che il punteggio sia stato solo di 8 reti a 7 per i pugliesi.
Nella seconda frazione l’Altamura ha mantenuto il vantaggio che a poco meno di due minuti dal termine era di 19 a 17, ma nel momento in cui era necessario amministrare il vantaggio, due errori individuali, accompagnati da decisioni arbitrali quanto meno dubbie, hanno consentito al Capua di acciuffare il pareggio e addirittura puntare alla conquista dei tre punti attaccando, durante gli ultimi dieci secondi, in doppia superiorità numerica. Una grande difesa, guidata dall’esperto Paolo Pepe, ha permesso di concludere il match alla lotteria dei rigori. Mattatore dell’incontro è stato Alberto Tragni che ha realizzato ben 13 reti.
L’appuntamento per l’ultimo match del 2015 è previsto per sabato 12 Dicembre quando l’Altamura affronterà il Chieti in un match molto importante per poter accorciare la classifica.

PALLAMANO CAPUA – PALLAMANO ALTAMURA 23-45 (d t.r.)

PALLAMANO CAPUA: Boccia, Centore 1, De Siero D., De Siero De. 5, Di Lella 2, Mauro, Minosa 7, Nocerino, Affinito 1, Errico A, Rondinone, Di Lillo, Errico 7, Izzo. Allenatore: Panariello.
PALLAMANO ALTAMURA
: Fiore, Tomaiuolo 1, Pepe 4, Tragni A. 13, Lanzolla 1, Colamonaco 2, Dimarno 1, Cassa 2, Marvulli, Loizzo 1. Allenatore: Santoro.
ARBITRI
: Pellegrino – Carrino.

Pallamano Altamura, a Noci ancora una sconfitta

Noci-Altamura
Pallamano Noci – Pallamano Altamura: un’azione di gioco

Quarta sconfitta stagionale per la Pallamano Altamura nel derby pugliese contro il Noci, match valevole per la 7^ giornata del campionato maschile di serie A2, girone D. Gli atleti altamurani hanno dovuto arrendersi con il punteggio di 28 a 23 in un match caratterizzato dai mille volti.
Nel primo quarto d’ora di gioco le due squadre hanno combattuto alla pari rispondendo colpo su colpo fino al punteggio di 7 pari. Nella seconda metà del primo tempo, la scarsa attenzione in difesa e la poca incisività in attacco degli altamurani, ha permesso al Noci di piazzare un break di 7 reti contro l’unica segnata dall’Altamura. Il primo tempo si è concluso così con il punteggio di 14 a 8.
La strigliata negli spogliatoi e le nuove indicazioni tattiche hanno sortito l’effetto sperato per la Pallamano Altamura. Con un atteggiamento più propositivo sia in attacco che in difesa, i risultati positivi non si sono fatti attendere. Al sedicesimo minuto del secondo tempo infatti, l’Altamura è riuscita ad agguantare gli avversari sul punteggio di 18 pari. La partita è stata poi caratterizzata da un sostanziale equilibrio, fino a sette minuti dal termine quando si è verificato un nuovo blackout altamurano che ha permesso al Noci di ristabilire il margine di vantaggio e chiudere i conti con il risultato finale di 28 a 23.
Il prossimo appuntamento vedrà l’Altamura sfidare in trasferta il Capua, cercando di bissare quanto fatto nella gara di andata.

PALLAMANO NOCI – PALLAMANO ALTAMURA 28-32

PALLAMANO NOCI: Potone, Malena 1, D’Aprile 7, Laera A. 4, Laera V. 8, Degiorgio F. 3, Degiorgio I. 2, Fasano, Giannini, Putignano 3, Quarato, Boccardi, D’Onghia. Allenatore: Iaia.
PALLAMANO ALTAMURA
: Fiore, Tomaiuolo, Pepe 7, Tragni A. 3, Tragni T. 3, Luisi 5, Lanzolla, Colamonaco 2, Dimarno, Cassa 2, Loporcaro, Marvulli, Loizzo 1. Allenatore: Santoro.
ARBITRI
: De Marco – Carcea.

Vittorio Colamonaco

Pallamano Altamura, rigori ancora indigesti

Pallamano Altamura
Pallamano Altamura

Rigori ancora indigesti per la Pallamano Altamura che, dopo le due sconfitte patite un paio di stagioni or sono, dimostra di non avere un buon feeling con i tiri dai sette metri. Questa volta, a espugnare il PalaPiccinni è stata la Valentino Ferrara di Benevento, impostasi sul parquet altamurana per 25 a 24.
A pesare sull’andamento negativo della partita è sopratutto il primo tempo giocato dalla squadra biancorossa, condito da tanti errori in fase d’attacco e alcune situazioni di uno contro uno non sfruttate nel migliore dei modi. Al termine dei primi 30 minuti gli ospiti sono in vantaggio di due lunghezze, 9 a 11.
Tutt’altra storia ad inizio di seconda frazione, con la Pallamano Altamura rientrata in campo con la concentrazione giusta. Grazie ad una buona manovra, i giocatori biancorossi, nel giro di circa 10 minuti, ribaltano il risultato, segnando ben 7 reti consecutive che valgono il 16 a 11. Poi, come è spesso già accaduto in questa prima fase della stagione, il nervosismo prende il sopravvento e, complici alcune decisioni arbitrali alquanto discutibili, clamorosa quella che ha visto la coppia arbitrare restituire palla agli ospiti dopo un chiaro fallo da rigore con probabile espulsione del difensore, la Pallamano Altamura si fa raggiungere dai campani. Al termine di 60 minuti dall’andamento altalenante, il tabellone recita 21 a 21. A decidere la squadra vincente, la lotteria dei rigori che premia la Valentino Ferrara, a discapito di una squadra altamurana che manca una probabile vittoria.
Amaro il commento a fine partita del presidente biancorosso Nicola Loviglio: “Peccato perché per noi doveva essere una gara da vincere. Purtroppo è arrivata una sconfitta per la quale dobbiamo recriminare sopratutto contro noi stessi. Se non manteniamo la concentrazione per tutti i 60 minuti paghiamo dazio un po’ con tutti. Comunque, sono fiducioso per il futuro perché, pian piano, stiamo recuperando tutti i giocatori a disposizione. Sabato proveremo a fare risultato a Noci”.
Insomma, per la Pallamano Altamura l’ennesima battuta d’arresto di una stagione che la vede relegata in ultima posizione, in un girone D di serie A2 comandato dal Capua. E sabato prossimo, come anticipato da Loviglio, seconda sfida stagionale contro il Noci.

PALLAMANO ALTAMURA – VALENTINO FERRARA 24-25 (d t.r.)

PALLAMANO ALTAMURA: Pepe 4, Cassa 4, Luisi 5, Lanzolla 1, Loporcaro 1, Tragni A. 7, Tragni T. 2. Allenatore: Santoro.
VALENTINO FERRARA
: D’Addona 1, Deluca 1, Mancini 1, Tretola 5, Iannoti 4, Ievolella 1, Luciani L. 1, Mancini 2, Marzocchini 8, Luciani 1. Allenatore: Britos – Mastropietro.

Pallamano Altamura, troppo forte il Chieti

Pallamano Altamura
Pallamano Altamura

Terza sconfitta stagionale per la ASD Pallamano Altamura nella 4^ giornata di campionato di serie A2 disputata in trasferta in quel di Chieti. I ragazzi guidati da Mister Gennaro Santoro, ancora orfani dell’esperto Paolo Pepe, sono stati sconfitti dal Chieti per 25 a 18, facendo così registrare un brutto passo indietro rispetto alla precedente vittoria.
La differenza tra le due squadre si è notata soprattutto nel primo tempo in cui la squadra casalinga è sembrata essere più in forma e cinica nell’approfittare dei diversi errori offensivi e difensivi degli altamurani.
Dopo la prima frazione, terminata sul punteggio di 14 – 8, gli altamurani sono rientrati in campo più grintosi in difesa e rapidi nella circolazione del pallone fino ad ottenere il rigore del possibile -2 a 6 minuti dalla fine. L’errore dal dischetto del rientrante ma ancora acciaccato Leonardo Luisi, autore di una prova di grande sacrificio e con tre gol all’attivo, e il temporaneo infortunio occorso ad Alberto Tragni sono stati decisivi per la mancata rimonta e hanno consentito agli avversari di ripristinare l’ampio vantaggio precedentemente acquisito e terminare la gara sul +7.
Resta il rammarico per aver concesso un tempo agli avversari ma positiva è stata la reazione mostrata nel secondo tempo.

C.U.S. CHIETI – PALLAMANO ALTAMURA 25 – 18

C.U.S. CHIETI: Colaprete, Di Gregorio F , Savini A 2, Savini M 4, Baldassarre 3, Gianpietro 4, Giuffrida 7, Divirgilio 1, Schiazza, Nola 2, Di Gregorio S 1, Milosevic 1, Rapposelli, Cellini.
PALLAMANO ALTAMURA
: Continisio , Pepe, Lanzolla 4, Dimarno 1, Denora 1, Marvulli, Loizzo, Luisi 3, Loporcaro, Colamonaco 1, Tragni T. 1, Tragni A. 7. Allenatore: Santoro.
ARBITRI
: Dionisi – Maccarone.

Pallamano Altamura, buona la terza

Altamura-Capua
Altamura-Capua: i saluti a fine partita (ph Pallamano Capua)

Prima vittoria stagionale per la ASD Pallamano Altamura nella 3^ giornata di campionato di serie A2 disputata in casa contro il Capua. I ragazzi guidati da Mister Gennaro Santoro hanno battuto gli avversari campani per 25 a 21, conquistando così i primi tre punti vitali per muovere la classifica.
Sono apparsi evidenti i miglioramenti rispetto alle due precedenti partite, grazie ad una difesa più organizzata e soprattutto ad un più fluido ed incisivo gioco offensivo in cui degna di nota è stata la prestazione di Alberto Tragni, top scorer con otto reti all’attivo.
Nonostante le assenze dei veterani Paolo Pepe e Leonardo Luisi, fermi ancora ai box per infortunio, gli altamurani sono riusciti a terminare la prima frazione di gara per 13 a 11. Il secondo tempo ha visto i giocatori campani più aggressivi e convinti di poter riacciuffare il match, sfiorando il pareggio in più occasioni, ma nei momenti decisivi il portiere altamurano Fiore ha chiuso la saracinesca permettendo così alla squadra guidata dal centrale Lanzolla, sedicenne con la mentalità di esperto leader, di concludere il match con 4 gol di scarto.
Il prossimo match vedrà l’Altamura in trasferta a Chieti, squadra che guida la classifica a punteggio pieno.

PALLAMANO ALTAMURA – PALLAMANO CAPUA 25 – 21

PALLAMANO ALTAMURA: Fiore, Quattromini, Divanno, Lanzolla 5, Dimarno 1, Denora 3, Gramegna, Marvulli 1, Loizzo 3, Loporcaro, Colamonaco 3, Tragni T. 1, Tragni A. 8. Allenatore: Santoro.

Vittorio Colamonaco

Pallamano Altamura, così non va

Pallamano Altamura
Pallamano Altamura

Prosegue con una sconfitta la stagione della Pallamano Altamura, impegnata in casa per la 2^ giornata del campionato di serie A2. La squadra altamurana è stata superata dal Noci con il punteggio finale di 14 a 21, al termine di una partita che gli ospiti hanno sempre condotto. Per i biancorossi una battuta d’arresto ancor più pesante rispetto a quella rimediata sette giorni fa a Benevento ed una partita infarcita da una serie interminabile di errori. Le tante assenze, ultima delle quali quella di Pepe, fratturatosi un dito durante la settimana, e il fatto di dover giocare per tutta la gara con gli stessi uomini ha influito sul risultato finale, anche se era lecito aspettarsi qualcosa in più.
A dire il vero le prime battute sono state abbastanza equilibrate con il Noci comunque sempre avanti. Poco prima della metà del primo tempo, il primo vero stappo della partita con gli ospiti che grazie sopratutto a D’Aprile e Vincenzo Laera vanno sul 3 a 7. Poi, una serie interminabile di errori da parte degli altamurani che falliscono anche tre rigori e restano a secco per quasi quindici minuti. In pratica una prima frazione quasi inguardabile che si conclude con un punteggio molto basso, 4 a 8.
Ad inizio ripresa regna un sostanziale equilibrio che le due squadre che ribatto colpo su colpo. Tra le fila della Pallamano Altamura il più in palla sembra essere Tragni che, dopo un primo tempo opaco, riesce ad andare in rete con continuità. L’equilibrio, però, non dura molto con il Noci che si invola fino al raggiungere il +6, 11 a 17, divario che aumenta sino al 14 a 21 finale. Da registrare nell’ultimo minuti di partita, l’espulsione dalla panchina di Pepe.
Insomma, per la Pallamano Altamura una prestazione da dimenticare, nonostante le tante attenuanti. La squadra guidata dal professor Gennaro Santoro ha dovuto affrontare tutti i settanta minuti di partita con gli stessi uomini, unica alterna quella tra i pali. Con queste premesse era difficile pensare di ottenere un risultato positivo contro un Noci mostratosi agguerrito sin dal prime battute, un Noci che, nonostante si sia trovato spesso in inferiorità numerica a causa dei tanti falli commessi, alcuni dei quali molto duri, ha fatto ruotare quasi tutti gli effettivi, sfiancando la resistenza della squadra altamurana.
Con questa sconfitta, la Pallamano Altamura resta ferma al palo, unica del suo girone e nel prossimo turno, di nuovo sul parquet del PalaPiccinni, il Capua vittorioso sul Benevento

ALTAMURA – NOCI 14-21

ALTAMURA: Fiore, Loizzo, Tragni 7, Dimarno, Colamonaco 1, Lauriero, Marvulli, Divanno, Ferrulli, Lanzolla 5, Gramegna, Donora 1, Continisio, Pepe. Allenatore: Santoro.
NOCI
: Boccardi, D’Aprile 5, De Finis 2, Degiorgio F. 2, Degiorgio T. 2, Fasano, Giannini, Laera A. 3, Laera V. 4, Malena 1, Repoli, Rutigliano 2, Potone, Ritella. Allenatore: Iaia.
ARBITRI
: Lorusso – Strippoli

Pallamano Altamura, una sconfitta prevedibile

Benevento-Altamura
Il saluto tra i giocatori a fine partita

Inizia con un passo falso la nuova stagione della Pallamano Altamura nel campionato di serie A2. La squadra biancorossa, allenata da Gennaro Santoro, si è dovuta arrendere ai padroni di casa della Valentino Ferrara Benevento. Il risultato finale di 26 a 18 non lascia spazio a recriminazioni, ma in casa altamurana sono tante le attenuanti: le numerose assenze, la mancanza di esperienza, un po’ di nervosismo hanno influito sicuramente, non tanto sull’esito finale della partita, ma sul punteggio che sarebbe potuto essere meno netto di quello che poi è stato.
La Pallamano Altamura giunge in terra campana con quattro assenze di rilievo, quelle di Baldassarra e Alberto Tragni per squalifica, quella di Tommaso Tragni per problemi personali e quella di Luisi, fermo per infortunio. Coach Santoro, quindi, è costretto a fare di necessità virtù, schierando una squadra molto giovane, gli unici senatori presenti sono Colamonaco e Pepe, ma poco amalgamata. A dire il vero, le trame di gioco degli altamurani non sono male, ma a pesare sono i tanti errori in fase realizzativa. Le conseguenze sono racchiuse nel punteggio alla fine dei primi trenta minuti di gioco: 14-9.
Nella ripresa i padroni di casa, avanti sin dalle prime battute della partita, non si guardano più indietro, i giocatori altamurani tentano di limitare i danni, senza tuttavia riuscirci. Alla sirena finale il tabellone recita: Benevento 26, Altamura 18.
Da segnalare tra le fila altamurane la prestazione di Lanzolla, top scorer con 5 gol, uno in più di Pepe.
Archiviato questo negativo esordio, per la Pallamano Altamura è già tempo di pensare alla prossima partita: sabato prossimo nella città murgiana arriva il Noci, per la riproposizione di una sfida che ha infiammato la scorsa stagione.

VALENTINO FERRARA – ALTAMURA 26-18

VALENTINO FERRARA: Allenatore: Britos
ALTAMURA
: Tragni, Colamonaco 3, Denora 3, Loizzo 1, Pepe 4, Dimarno 2, Lanzolla 5. Allenatore: Santoro.
ARBITRI
: Alborino – Farinaceo

Pallamano Altamura, tutto pronto per la nuova stagione

Pallamano Altamura
Pallamano Altamura

Parte nel pomeriggio la nuova avventura dell’ASD Pallamano Altamura nel campionato di serie A2. La squadra altamurana ritrova la seconda serie nazionale dopo un anno di assenza.
E pensare che la stagione scorsa non era iniziata nel migliore dei modi. Prima la rinuncia proprio alla serie A2 e, di conseguenza l’iscrizione alla serie B, poi la prematura scomparsa di Domenico Dimarno, giovane promessa della pallamano nostrana e che proprio con la maglia della squadra altamurana si era fatto notare al grande pubblico. Nonostante ciò, la conclusione è stata trionfale, con l’accesso alla finale play off di serie B, poi persa con il Noci, che di fatto è valsa la promozione.
La sfida con i biancoverdi si riproporrà anche in questa stagione, visto che entrambe le squadre sono state inserite nel girone D, insieme a Chieti, Capua e Benevento da dove partirà la stagione della Pallamano Altamura. Dato l’esiguo numero di squadre, il calendario si svilupperà su un doppio girone di andata e un doppio di ritorno. Inoltre, data l’incertezza che regna in federazione, i meccanismi di promozione e retrocessione saranno comunicati a stagione in corso.
A livello tecnico, si parte con una novità: Nicola Loviglio, anima della pallamano altamurana, dopo aver ricoperto il ruolo di allenatore e, dalla passata stagione, anche quello di presidente, passa definitivamente dietro la scrivania, lasciando la guida tecnica al professor Gennaro Santoro. Il tecnico di origine napoletana potrà contare su una rosa che è un mix tra esperienza, rappresentata dai vari Baldassarra, Tragni, Colamonaco, Pepe, e gioventù rappresentata da un gruppo di under 18 che, però, possono vantare già alcune presenze nei campionati maggiori. L’obiettivo della squadra biancorossa è quello di ben figurare e, sopratutto, far fare esperienza ai tanti giovani presenti nel roster. Prevista, inoltre, la partecipazione ai campionati Under 18, 14 e 12.
A Benevento, però, la Pallamano Altamura ci andrà in formazione rimaneggiata, dovendo fare a meno di Baldassarra e Alberto Tragni, fermi per squalifica, ed altri giocatori assenti per problemi personali. Spazio dunque, alle giovani leve, guidate in campo dagli esperti Pepe e Colamonaco.
L’appuntamento, quindi, è per questo pomeriggio alle ore 17,00 al PalaTedeschi di Benevento. Arbitreranno Alborino e Farinaceo.