Archivi categoria: Rubriche

Fortis Altamura, Pastore: “È stato un piacere segnare, ma era importante vincere”

DavidePastore
Davide Pastore, da dicembre attaccante della Fortis Altamura

Reduce da un periodo di appannamento, con la parentesi del prestigioso pareggio strappato all’Audace Cerignola, la Fortis Altamura, vincendo domenica scorsa contro il Modugno, sembra essersi risollevata. A risolvere quella partita a favore della squadra murgiana, con una doppietta, è stato Davide Pastore, attaccante arrivato durante il mercato di riparazione che, fino alla settimana scorsa, nonostante delle prestazioni molto generose, non era riuscito ad andare ancora a segno. Adesso, rotto il ghiaccio, per lui si tratta, così come la squadra, di trovare la continuità necessaria per raggiungere l’obiettivo prefissato ad inizio stagione: la salvezza. A lui abbiamo rivolto alcuni demanda, anche in vista della trasferta più lunga del campionato, domani a San Marco in Lamis.
Davide, grazie per la tua disponibilità. Domenica scorsa ti sei sbloccato regalando la vittoria ai tuoi. È stata una liberazione per te?
“Diciamo è stato un piacere aver segnato, ma soprattutto aver vinto la partita che era la cosa più importante. Credo che i gol siano solo il frutto del lavoro che si fa in settimana: solo attraverso il sacrificio in settimana si può sperare la domenica di fare buoni risultati”.
Venivate da un periodo negativo con annesso cambio di allenatore. Il tuo rapporto con mister Valente?
“Il mister è davvero molto preparato e me ne sono accorto subito. Poi apprezzo molto il suo modo di fare, ha molta passione e cerca di trasmetterla, cosa fondamentale in ogni sport, soprattutto nel calcio”.
Potresti presentarci, in breve, la partita di domani?
“Domani sarà una partita difficile, ma non per questo bisogna aver paura. Credo che ogni avversario va rispettato ma anche noi dobbiamo capire che abbiamo un potenziale tale da poter raggiungere l’obiettivo prefissato. Sia noi che loro siamo in posizione di classifica non ottimale, ma se giochiamo come sappiamo e diamo tutto, penso potremmo portare a casa un risultato positivo”.
Quali sono i tuoi obiettivi personali?
“I miei obiettivi sono quelli di tutto il resto della squadra, salvarsi e poi cercare di fare il massimo per poter raggiungere qualcosa di più. Mai dire mai. Però la salvezza è il primo obiettivo e si può farlo solo attraverso il lavoro e la compattezza di squadra”.
Ti sei fatto un’idea dei progetti extra sportivi della società? Che ne pensi?
“In questa piccola parentesi fino ad oggi, essendo arrivato a dicembre, posso dire che la Fortis Altamura è una società molto seria con obiettivi importanti sia nel campo ed anche fuori. Credo che questo possa giovare a noi giocatori e tutto lo staff”.
Come avete potuto leggere, nonostante la giovane età, appena 23 anni, Davide Pastore parla già da veterano, anteponendo gli obiettivi personali a quelli della squadra. Tornando alla stretta attualità e alla partita contro il San Marco, marcheranno Vincenzo Cirrottola, squalificato, e Michele Loiudice, ancora alle prese con un infortunio. Abili e arruolabili, invece, Cannito e Coretti che avevano saltato la partita contro il Modugno. Tra i padroni di casa, mister Parisi sarà costretto a seguire i suoi dalla tribuna a causa di una squalifica, mentre dovrebbe farcela Ritrovato e Pazienza, alle prese con alcuni acciacchi. Arbitrerà Alessandro Vincenzo Ancona della sezione di Taranto, coadiuvato da Pierfrancesco Quaranta e Alessio Mauriello, della stessa sezione del direttore di gara.
Da segnalare, infine, due notizie riguardanti la squadra Junioresdella Fortis Altamura. La prima riguarda i soli Goffredo, Lanzollae Baroneche sono stati convocati per un raduno della rappresentativa pugliese che si terrà Polignano giovedì 25 febbraio. La seconda riguarda tutta la squadra che questo pomeriggio sarà impegnata a Noicattaro per il campionato regionale di categoria.

Team Altamura, Mr. Fino: ”Consapevoli che si vince solo sacrificandosi”.

Onofrio Fino
Onofrio Fino impartisce indicazioni a un giocatore

È sicuramente il principale artefice della cavalcata del Team Altamura. Stiamo parlando del tecnico Onofrio Fino che è ancora imbattuto sulla panchina biancorossa e con la vittoria di domenica contro il Bitonto ha messo in cascina la quinta vittoria consecutiva. Il nostro ufficio stampa l’ha intervistato nel post partita.
Mister Fino, contro il Bitonto ennesima vittoria, la quarta consecutiva e il quindicesimo risultato utile consecutivo. Che partita è stata?
È stata una partita preparata nei dettagli ed eseguita con notevole concentrazione. I ragazzi sono andati in campo con le idee chiare e consapevoli che si vince solo sacrificandosi”.
La squadra gioca bene e pare aver trovato la sua identità di gioco. Secondo lei ci sono ancora aspetti su cui migliorare?
I miglioramenti ci sono domenica dopo domenica, lavoriamo sugli errori in settimana e questa è l’unica strada per migliorarsi”.
Domenica affronterete in esterna il Molfetta, che partita si aspetta?
Molfetta è un banco di prova importante, dobbiamo dare continuità al lavoro svolto”.
Insieme al Casarano occupate la seconda posizione l’obiettivo è la vetta o meglio consolidare il secondo posto?
“Il campionato è difficile ed è per questo che pensiamo alla giornata, le somme le tireremo alla fine”.

Team Altamura, Curci: “Sto vivendo delle bellissime emozioni”

Curci
Alessandro Curci in azione

Con la vittoria in esterna per uno a zero sul difficile campo di Bisceglie contro l’Unione Calcio, i ragazzi di mister Fino si aggiudicano il quattordicesimo risultato utile di fila e raggiungono il Casarano al secondo posto in classifica, piazzandosi a meno dieci dalla capolista Gravina. Match winner dell’incontro è stato il classe ’96 Alessandro Curci, che con la marcatura di domenica, ha messo in rassegna il terzo gol in maglia biancorossa. Il nostro ufficio stampa l’ha intervistato nel post partita.
Gol, vittoria e secondo posto in classifica, domenica perfetta quella di Bisceglie?
“Domenica è stata una vittoria fondamentale per noi a prescindere dal goal realizzato. Siamo stati bravi a concretizzare le occasioni avute nel secondo tempo ed è stata una prova di carattere da parte di tutto il gruppo”.
Con quello rifilato all’Unione Calcio, sono ora tre i gol messi a segno in maglia altamurana. Che emozioni stai provando?
“Sto vivendo delle bellissime emozioni ed è merito di tutta la squadra. Un giovane come me può solo crescere e migliorare in un gruppo fantastico come questo”.
Domenica prossima difficile sfida contro il Bitonto che, nonostante una classifica non eccellente può disporre di un organico importante. Che partita sarà?
“Domenica prossima sarà una partita difficile nonostante la classifica dica altro, poiché loro dispongono di giocatori importanti, soprattutto davanti con gente del calibro di Terrone, Tedesco e Manzari. L’atteggiamento deve essere sempre quello di una squadra unita e umile, senza però dimenticare che noi siamo l’Altamura”.
Sono ben quattordici i risultati utili della Team Altamura. C’è un segreto?
“Il segreto di questa Altamura è il gruppo che, con l’aiuto di una grande tifoseria, riesce ogni domenica a dare il massimo in campo”.
Infine quali sono i tuoi obiettivi per il futuro?
“Difficile prevedere il futuro. Ora penso solo a continuare a lavorare per migliorarmi allenamento dopo allenamento, cercando di non impormi dei limiti. Ho tanto da imparare da numerosi componenti della rosa che per tanti anni hanno militato tra i professionisti, sperando magari di poter intraprendere una carriera simile alla loro”.

Team Altamura, Del Core:”A Bisceglie con la giusta concentrazione per fare risultato”

Delcore2
Umberto Del Core impegnato in partita

Domenica scorsa contro il Vieste è andato a segno per la seconda volta con la maglia del Team Altamura. Stiamo parlando del bomber barese Umberto Del Core, una delle punte di diamante dell’organico di mister Fino. Per lui tanti anni di professionismo e gol nei campionati di A e B. Il nostro ufficio stampa ha raccolto le sue dichiarazioni.
Nel turno di domenica affronterete l’UC Bisceglie che in settimana ha cambiato allenatore: che partita ti aspetti?

“E’ una partita molto dura. Al di là del cambio di allenatore, loro vengono da due sconfitte consecutive quindi vorranno fare bene, poi con questo cambio in panchina possono dare una scossa, dunque bisogna stare molto attenti e andare con la giusta concentrazione per fare risultato”.

Dopo tanti anni di professionismo, questo anno per la prima volta stai affrontando il campionato di Eccellenza. Che livello hai potuto constatare in questo torneo?
“E’ un campionato molto equilibrato, se sei concentrato e hai un bel gruppo in squadra puoi fare risultati importanti e toglierti soddisfazioni”.
Domenica sei andato per la seconda volta a segno con la maglia dell’Altamura. Saranno i primi di una lunga serie?

“Ero reduce da un infortunio e non stavo molto bene. Ora sono rientrato e grazie a Dio mi sento meglio, sono quasi in forma, sono ormai già da due partite che mi sento bene e infatti i risultati parlano chiaro. Spero, naturalmente di qua alla fine, di fare più gol possibili, ma al di là delle marcature, sono un giocatore che si mette a disposizione del gruppo e darò il mio contributo per cercare di raggiungere un obiettivo importante”.

Dove può arrivare secondo te questa squadra?

“Io sono un ragazzo che parla sempre in modo diretto e non mi piace fare proclami. Ad oggi a guidare la classifica c’è il Gravina che secondo me è già a un passo dal salto diretto, ma noi da parte nostra proveremo a vincere tutte le partite da qui alla fine. Io spero di arrivare il più lontano possibile, se non sarà il salto diretto, ma almeno i play off bisognerà farli, poi da lì ce la giocheremo”

In questo video il gol di Del Core con la maglia del Catania che valse la matematica promozione in serie A per la squadra siciliana:

Altamura, d.s. Dammacco: ”Questo gruppo ha un grande cuore”

Dammaco
Daniki Dannacco, direttore sportivo del Team Altamura

È un Team Altamura dai grandi numeri: con la vittoria ai danni dell’Atletico Vieste sono ben 13 partite consecutive che la squadra di mister Onofrio Fino non perde (ultima sconfitta in trasferta a Novoli per uno a zero). Proprio la vittoria di domenica contro la vice capolista ha messo in luce un’Altamura che gioca bene, realizza e concretizza, chiudendo la pratica nel primo tempo con le reti di Del Core e Grazioso. Nel post partita l’Ufficio stampa del Team Altamura ha raccolto le dichiarazioni del direttore sportivo Danilo Dammacco.
Quella contro il Vieste è stata una vittoria bella e importante: è quella vista contro i foggiani la vera Altamura?
“La vittoria contro il Vieste è stata la più bella e la meglio giocata perché sapevamo di affrontare la seconda della classe e se non scendi in campo con la giusta mentalità piò succedere di tutto. Noi siamo scesi in campo con 23 leoni, compreso chi va in tribuna, e abbiamo vinto la partita meritatamente. La squadra adesso ha trovato un giusto assetto tattico”.
Facciamo un passo indietro. Il mercato si è chiuso da diverse settimane: può tracciarci un bilancio e soprattutto dobbiamo aspettarci sorprese dal mercato degli svincolati o da quello dei professionisti?
“Il mercato si è chiuso con l’arrivo di Pasquale Berardi, vero obiettivo di fine mercato. Per quanto riguarda il pacchetto under ne arriveranno due dai professionisti”.
Domenica sfida importante contro l’Unione Calcio Bisceglie: che partita sarà?
“Domenica cercheremo di scendere in campo con la stessa mentalità e voglia che abbiamo sfoderato contro il Vieste e così potremo andare a vincere a Bisceglie”.
Infine, quali sono gli obiettivi del Team Altamura?
“L’obiettivo del Team Altamura non cambia, con il sacrifico e l’umiltà e soprattutto con il cuore che ha questo gruppo possiamo toglierci tante soddisfazioni e vincere”.

Ultrattivi, il punto dopo il mercato di riparazione

Gisueppe Clemente impegnato sul campo
Gisueppe Clemente impegnato sul campo

Il 17 dicembre si è chiuso il mercato di riparazione nei Dilettanti e molte società hanno completamente stravolto il loro organico. Per gli Ultrattivi si contano soli quattro movimenti, due in entrata e due in uscita. Dopo la sfortunata trasferta di Spinazzola, gli altamurani occupano il quinto posto nella classifica del girone A di Prima Categoria e domenica prossima ospiteranno lo Sportmania Cerignola, una delle compagini che più hanno operato sul mercato. Facciamo il punto della situazione con il direttore generale di Ultrattivi Giuseppe Clemente.
Direttore, innanzitutto diamo uno sguardo alla classifica ed al rendimento della squadra sino all’undicesima.
“Non possiamo che essere soddisfatti del piazzamento attuale in zona play-off anche se, conoscendo il valore della squadra, sono certo che in almeno un paio di occasioni, come le trasferte di Sauri e Barletta, con un approccio mentale differente si poteva incrementare il bottino di punti in classifica. Non abbiamo grandi nomi come in altre realtà ed abbiamo sempre cercato di mantenere il profilo basso, concentrandoci sul lavoro e sulla crescita di un gruppo giovane ma qualitativamente molto preparato. Non ci piacciono i proclami ma siamo consapevoli del nostro valore e, ad oggi, posso dire con certezza che mai nessuna squadra si è dimostrata nettamente superiore alla nostra”.
Domenica scorsa la squadra è uscita sconfitta in quel di Spinazzola, nel big match di giornata.
“È vero, da Spinazzola siamo tornati con una sconfitta sul groppone ma anche lì abbiamo dimostrato tutto il nostro valore. Lo Spinazzola è un’ottima squadra costruita per centrare facilmente un piazzamento play-off ed in casa difficilmente lascia punti agli avversari. Nonostante ciò, almeno sino all’espulsione del nostro difensore Laurieri, i nostri hanno tenuto benissimo il campo, cercando sempre azioni manovrate senza buttare via un solo pallone. L’espulsione giunta attorno al 70′ ha dato coraggio allo Spinazzola, sino a quel momento poco incisivo, a tal punto da chiuderci nella nostra metà campo forti della superiorità numerica. Le reti siglate dai padroni di casa a mio parere non sarebbero mai arrivate se la gara fosse terminata in parità numerica. E’ una sconfitta che ci può stare, lo ripeto: di fronte avevamo una compagine eccellente”.
Solo due movimenti in entrata per gli Ultrattivi in questo mercato di riparazione.
“Assieme al mister Gianluigi Colonna, al suo vice Francesco Carlucci ed all’intero staff tecnico concordiamo ogni piccolo passo, ogni movimento che riguarda la nostra squadra. Dall’analisi fatta alla vigilia dell’apertura del mercato è emerso che l’organico non necessitava di stravolgimenti ma andava solo puntellato per quanto attiene il parco juniores. Abbiamo quindi inserito in organico Pietro Tortorelli, un esterno mancino classe ’97 proveninente dal Team Altamura, e Salvatore Rizzi, difensore del ’95 proveniente dallo Sporting Matera (eccellenza lucana), che nella passata stagione ha recitato un ruolo da protagonista nella vittoriosa cavalcata della FBC Gravina in Promozione. Hanno invece lasciato la squadra il centrocampista Andrea Dinardo e la punta Antonio Nasca. Siamo soddisfatti dell’andamento di questa finestra di mercato, anche alla luce delle diverse richieste proveninenti da altre società rifiutate da nostri tesserati”.
Qual è il tuo parere sul girone A della Prima Categoria?
Rispetto allo scorso anno credo che si tratti di un girone molto livellato e che riserverà molte sorprese. L’Omnia Bitonto credo non abbia rivali anche se il Corato ha tesserato pezzi da novanta per cercare l’aggancio al primo posto. Sono molto dispiaciuto per quanto sta accadendo a Castelluccio dei Sauri dove i media parlano addirittura di un ritiro della squadra dal campionato. Se così sarà ritengo sia una sconfitta per tutto il mondo dei Dilettanti nel quale molte sono le anomalie, a cominciare dai costi esagerati nelle categorie minori. Sarà un campionato molto combattuto sia nelle parti alte che in zona play-out. Il Molfetta, per esempio, credo uscirà presto fuori dalla zona calda. Da parte nostra è necessario mantenere alta la concentrazione in quanto, come è facilmente riscontrabile dai risultati di ogni giornata, anche le gare dal pronostico scontato nascondono molte insidie”.

Marcatori Prima categoria A, Falcone resta in vetta

Marcatori480x36020 le reti messe a segno nell’ottavo turno del campionato di Prima categoria pugliese girone A.
Va ancora a segno il capo cannoniere Falcone del Celle San Vito. Ottava rete per lui. Fiato sul collo impresso però dal suo immediato inseguitore, Petruzzella dell’Omnia Bitonto, a segno per la settima volta in questo torneo. Francesco Tenzone, suo compagno di squadra, mette a segno il suo sesto gol in questo torneo. Quinta rete per Gerundini dell’Audace Barletta. A segno per la quarta volta Riccardo Tesse della Nuova Andria e Schiavo del Minervino Murge, autore di una doppietta. Doppietta e salita a quota 3 per Lomonte del Corato. Prime due reti in campionato anche per il suo compagno di squadra, Ruscino e per Conte del Minervino Murge. Seconda marcatura per Stefano Binetti della Virtus Molfetta e Luca Tempesta del Città dei fiori Terlizzi. Prima marcatura stagionale per i vari Fabrizio Diterlizzi, Gramazio, Proscia e Rutigliani.

CLASSIFICA MARCATORI dopo la giornata 8 (prime posizioni)

8. Falcone (Celle San Vito)
7. Petruzzella (Omnia Bitonto)
6. Francesco Tenzone (Omnia Bitonto)
5. Alfredo Tenzone e Anaclerio (Omnia Bitonto), Curci e Gerundini (Audace Barletta), Martinelli (Città dei fiori Terlizzi) e Uva (Corato)
4. Schiavo (Minervino Murge) e Tesse (Nuova Andria)

Marcatori Promozione A, D’Introno raggiunge Bozzi e Salvati in vetta

Sporting Altamura - Virtus Bitritto: l'esultanza di D'Introno dopo il goalUndicesima giornata del campionato di Promozione girone A che va in archivio con 21 reti segnate. Va a segno D’Introno dello Sporting Ordona. Per lui è il settimo sigillo in questo torneo e raggiunge la vetta occupata da Bozzi e Salvati, ieri a secco. Sale a 6 Morra dell’Audace Cerignola. Doppietta e salita a 5 per Terrone dello Sporting Ordona. Salgono a 5 anche Flavio Amoruso dell’Audace Cerignola, Coco del San Marco, Gianni Colella del Real Noci e Mazzanti del Real Siti. Terza rete per Cappiello della Fortis Altamura, Giovannielli del Giovinazzo, Ramunno del San Marco, Salatino del Real Noci, Solimini (doppietta) del Modugno e Urbano del Madre Pietra Apricena. Balletta e Piscopo dello Sporting Ordona, salgono a quota 2. Prima marcatura stagionale per Barbati, Busto, De Francesco e Pertosa.

CLASSIFICA MARCATORI dopo la giornata 11 (prime posizioni)

7. Bozzi (Virtus Bitritto), D’Introno (Sporting Ordona) e Salvati (Real Noci)
6. Caggianelli (Ascoli Satriano), Lupoli (Monte Sant’Angelo), Morra (Audace Cerignola) e Salerno (Madre Pietra Apricena)
5. Flavio Amoruso, Dipasquale e Lasalandra (Audace Cerignola), Coco (San Marco), Gianni Colella (Real Noci), Mazzanti (Real Siti), Marolla (Giovinazzo) e Terrone (Sporting Ordona).

Alessandro Polichetti
calciowebdilettanti.it

Eccellenza, Il Casarano non approfitta del pari di Gravina

Eccellenza
Eccellenza

Non cambia la classifica del torneo di Eccellenza dopo il tredicesimo turno. Gravina e Vieste pareggiano nel big match di giornata, ma il Casarano non sa approfittarne per riportarsi sotto. Sono otto, adesso, i punti di distacco dalla vetta per i rossazzurri. Tiene il passo play off il Barletta, frenano Mola e Bisceglie. In coda vincono Leverano e Mesagne. Prevalenza di segno X: quattro i pareggi, tre le vittorie interne, due quelle esterne. I gol messi a segno sono ventotto.
Il Gravina si conferma la squadra dei record: tutti i numeri sono dalla sua parte. Per quanto riguarda la classifica marcatori, la rete segnata al Vieste consente a Rana di portarsi a quota undici e di detronizzare Tedesco. Finisce, dunque, in parità tra le prime due della classe: vantaggio Gravina al 12’ pt con Rana, al 31’ della ripresa Triggiani rimonta e fa 1-1. Contro il Trani arriva la quarta vittoria consecutiva per il Barletta: i biancorossi s’impongono per 4-2 grazie alla doppietta di Ladogana e alle reti di Gadaleta e Sguera; alla Vigor non bastano il gol del pareggio di Fumai e l’autorete di Monopoli che accorcia le distanze
Con questo successo il Barletta sale al terzo posto scavalcando il Casarano. Non comincia bene l’avventura di Antonio Toma sulla panchina delle “serpi”. I rossazzurri capitolano 1-0 in casa con l’Altamura, puniti da uno spunto di Di Rito e perdono l’imbattibilità interna. In totale sono cinque le sconfitte, troppe. Pareggi per Mola e Bisceglie. A Castellaneta, contro la terzultima della graduatoria, il Mola non riesce ad andare oltre l’1-1: vantaggio ospite con Schirone sul finire di primo tempo, a tempo ormai abbondantemente scaduto Greco firma insperato pareggio. Stesso risultato in Locorotondo-Bisceglie. Accade tutto nei primi quarantacinque minuti: Visconti su rigore risponde al vantaggio siglato dalla Sudest con Ferrante. Pesante scoppola per il Molfetta, che a Leverano rimedia un sonoro 4-1: decidono la doppietta di Gennari e le reti di Alemanni e Di Silvestro, inutile il gol del vantaggio di Santo. La squadra di mister Schito interrompe, così, un lungo digiuno durato sette giornate.
Vince anche il Mesagne: trascinati dalla doppietta di Mummolo e dalla marcatura di Pascual i brindisini superano 3-2 in casa il Bitonto, nonostante l’inferiorità numerica; ai baresi non bastano le reti Terrone e Aloisio. Pesante tris del Novoli all’Otranto: i rossoblu passeggiano sul sintetico idruntino con la doppietta di Scarcella e il gol di Giorgetti. Infine, pari nel derby tra tarantine. Finisce 1-1 Grottaglie-Hellas Taranto. Accade tutto nel secondo tempo: Malagnino risponde al vantaggio di Camassa.

Maria Lanzo
salentosport.net

Marcatori Eccellenza, Rana insegue Tedesco

Rana
Luigi Rana esulta dopo un gol

Ben 28 le reti realizzate nel tredicesimo turno del campionato di Eccellenza pugliese. A segno ancora una volta il bomber del Gravina, Rana. Nono centro in campionato per lui che ora si trova ad una sola lunghezza dal capo cannoniere Tedesco del Casarano. A segno pure Giorgetti del Novoli e Ladogana del Barletta, autore di una doppietta. Entrambi salgono a quota 8 e agguantano Cesareo della Vigor Trani. In evidenza anche Gennari del Leverano, per lui doppietta e salita a quota 7. Sesta rete per Di Rito del Team Altamura. Doppietta e salita a quota 5 per Scarcella del Novoli. Salgono a 5 anche Sguera del Barletta, Malagnino del Grottaglie, Visconti della Sudest Locorotondo, Mummolo e Jordi Pascual Quiroga del Mesagne. In evidenza con una doppietta, Fumai della Vigor Trani che sale a quota 4 così come Terrone del Bitonto.

CLASSIFICA MARCATORI dopo la giornata 13 (prime posizioni)

10. Tedesco (Casarano)
9. Rana (Gravina)
8. Cesareo (Vigor Trani), Giorgetti (Novoli) e Ladogana (Barletta)
7. Gennari (Leverano)
6. Rocco Augelli (Atletico Vieste), Di Rito (Team Altamura) e Loiodice (Molfetta Sportiva)

Alessandro Polichetti
calciowebdilettanti.it