Archivi categoria: 14th Fina World Masters Championship 2012

Nuoto master, terminata la rassegna iridata

La piscina di RiccioneAppuntamento a Montreal nel 2014

Domenica, con l’arrivo degli ultimi atleti di nuoto nelle acque libere, si è chiusa, a Riccione, la 15^ edizione dei campionati del mondo di nuoto master. Un edizione da record quella andata in scena nella località romagnola che, durante i quindici giorni di gara, ha accolto oltre 13mila atleti, 25mila considerando familiari, tecnici e appassionati al seguito e due notatori altamurani.
Vi abbiamo già raccontato le imprese di Domenico Petrara che si è cimentato nei 100 mt stile libero e nei 50 mt stile libero, manca all’appello Pino Giordano, anche lui rappresentante della squadra Pianete Benessere, espressione agonistica del centro sportivo Empire Sport Center e in gara negli ultimi giorni della rassegna iridata.
L’atleta altamurano, classe 1976, è sceso in acqua per la prima volta nella giornata di venerdì, partecipando alla gara dei 100 mt dorso dove, nonostante un po’ di sole negli occhi, ha ottenuto un più che lusinghiero 31° posto, fermando il cronometro su 1’13″25. Sabato, invece, si è cimentato nella mezza distanza, i 50 mt dorso, migliorando di tre posizioni il risultato ottenuto il giorno prima, chiudendo la sua performance in 28^ posizione con il tempo di 33″15.
Per i nuotatori altamurani, quindi, buone prestazioni sportivi ma, soprattutto, la soddisfazione di aver gareggiato insieme ad alcuni atleti che hanno fatto la storia di questo sport.
Adesso l’appuntamento per la prossima edizione della rassegna iridata è fissato per il 2014 a Montreal.

Domenico Olivieri

Mondiali di nuoto master, Domenico Petrara di nuovo in vasca

La piscina di RiccioneIl nuotatore altamurano ha affrontato altre due gare

Dopo un giorno di pausa, continua il nostro resoconto della rassegna iridata del nuoto “master”, raccontata dai diretti protagonisti.
Quest’oggi vi parliamo ancora di Domenico Petrara che, dopo aver preso parte alla gara dei 100 mt stile libero, si è cimentato anche nei 50 mt farfalla, disputati ieri in notturna quasi a mezzanotte, conclusi con il crono di 29″17 che gli è valso la 111^ posizione e nei 50 mt stile libero, chiusi all’85° posto con il tempo di 26″32.
“Ieri non ho potuto raccontarvi la mia esperienza” – commenta il diretto interessato – “perché ho gareggiato a mezzanotte e dopo sono andato a cena. Comunque, quella di ieri, è stata una gara emozionante, molto suggestiva perché gareggiare di sera in vasca scoperta, è sempre particolare e, inoltre, le tribune erano gremite da tremila persone sempre pronte ad indicarci. A parte il freddo,” – continua Domenico Petrara “sono abbastanza contento della mia prestazione, un po’ meno di quella di oggi, i 50 stile, perché speravo in un risultato migliore. Penso che l’aver gareggiato così tardi ieri e le poche ore di riposo abbiano influito sulla mia prestazione. Nonostante tutto,” – conclude l’atleta murgiano – “è stata un’esperienza indimenticabile”.
Venerdì, intanto, inizieranno le gare anche per l’altro atleta altamurano impegnato nelle piscine di Riccione, Pino Giordano. Anche lui sarà ospite su queste pagine.

Domenico Olivieri

Nuoto master, partiti i mondiali a Riccione

Domenico Petrara, sulla primo a sinistraVenerdì la cerimonia di apertura, da ieri le prime gare

Si è svolta nel segno della sobrietà la cerimonia di apertura della 14^ edizione dei mondiali di nuoto “master”. Circa 14mila atleti, in rappresentanza di 72 nazioni, hanno sfilato per le vie di Riccione e, nonostante il colore che di solito accompagna queste manifestazioni, non sono mancati i riferimenti alle popolazioni dell’Emilia Romagna, colpite dal recente terremoto. Infatti, il Comitato organizzatore, in accordo con la municipalità, la Fin e la Fina, ha deciso di non far esplodere i previsti fuochi d’artificio il costo dei quali è stato devoluto alla Protezione Civile in funzione dell’assistenza agli sfollati. La sfilata è stata aperta dagli atleti dell’Algeria, mentre a chiudere il corteo gli atleti italiani, tra i quali mancavano i due atleti altamurani iscritti alle gare, Domenico Petrara e Pino Giordano.
I due nuotatori nostrani sono arrivati sulla costiera romagnola nella giornata di domenica, durante la quale hanno potuto prendere contatto con la piscina dello stadio del nuoto di Riccione. Il primo a scendere in acqua è stato Domenico Petrara, iscritto alla gara regina del nuoto, i 100 metri stile libero. Per lui, alla fine, un buon 98° posto e la soddisfazione di aver abbattuto il muro del minuto, toccando la piastra con il crono di 59.33. A parte il risultato cronometrico, per Domenico, è stata davvero un’esperienza indimenticabile. Queste le sue dichiarazioni: “Qui è tutto bellissimo, ci sono atleti provenienti da tutto il mondo e, come sempre, un sacco di atleti pugliesi. Le emozioni sono tante ed intensissime perché, sapere che chi ti sta accanto per quel minuto scarso ha attraversato il mondo per fare la tua stessa gara, ti trasmette ulteriore carica e adrenalina. Poi, oggi ha gareggiato un mito del nuoto anni ’70, James Paul Montgomery, meglio conosciuto come Jim, 57enne statunitense di Madison, tre ori e un bronzo olimpici a Montreal 1976 e sette ori mondiali tra Belgrado 1973, Calì 1975 e Berlino 1978 e primo uomo a scendere sotto i 50 secondi. Inoltre c’era Giovanni Franceschi, soprannominato “la maniglia”, idolo della velocità italiana negli anni ’80”.
Le gare proseguono anche domani, non di Altamurasport ci saremo.

Domenico Olivieri