21 Ottobre 2021

Altamurasport

Tutto lo sport cittadino in un clik

Domar Volley Altamura, sfatato il tabù trasferta

4 min read
<a class="jcepopup" href="http://localhost/wordpress/wp-content/uploads/2011/03/News_Oria-DomarVolley.jpg"><img class=" alignleft size-full wp-image-170" style="margin: 2px; border-width: 1px; border-color: #000000; float: left;" alt="Oria-DomarVolley" src="http://localhost/wordpress/wp-content/uploads/2011/03/News_Oria-DomarVolley.jpg" width="200" height="149" /></a><em>Ad Oria termina il calvario della Domar Volley che riesce a sfatare il tabù trasferta ed a conseguire il suo primo successo netto per 3-0</em><br /><br />Per la diciottesima gara di campionato si affrontano la Polisportiva Uria e la Domar Volley Altamura. L'ex di turno è il mister dei padroni di casa Enrico Caputo che parte con qualche modifica nel sestetto base schierando Fasiello in cabina di regia, Camassa nel ruolo di opposto, D'Elia e Magadiele al centro, Taurisano e Mola in
Oria-DomarVolley

Oria-DomarVolleyAd Oria termina il calvario della Domar Volley che riesce a sfatare il tabù trasferta ed a conseguire il suo primo successo netto per 3-0

Per la diciottesima gara di campionato si affrontano la Polisportiva Uria e la Domar Volley Altamura. L’ex di turno è il mister dei padroni di casa Enrico Caputo che parte con qualche modifica nel sestetto base schierando Fasiello in cabina di regia, Camassa nel ruolo di opposto, D’Elia e Magadiele al centro, Taurisano e Mola in banda ed il libero Rescio. Paglialunga risponde con la diagonale opposto- palleggiatore Magni – Zonno, i centrali De Tellis e Cataldi, i laterali Maiullari e Sette ed il libero Giove.
Prima del via doveroso minuto di silenzio in onore del trentenne alpino Massimo Ranzani caduto in Afghanistan lo scorso 28 Febbraio.
La partenza appare equilibrata con errori da parte di entrambi i team e molti ribaltamenti di fronte che portano le due squadre al primo tempo tecnico sul punteggio di 8-7 per i padroni di casa. Al rientro in campo, però, dopo una fase convulsa in cui gli arbitri commettono una serie di errori da entrambe le parti, è la Domar che conquista il pallino del gioco e prende d’assedio la metà campo brindisina con un parziale che la conduce all’11-16 del secondo tempo tecnico prima e poi al 13-22 costringendo il coach locale ad interrompere il gioco, forse un po’ tardivamente. L’Oria non riesce ad invertire il trend e la Domar porta a casa agevolmente il primo set col punteggio di 15-25.
Anche il secondo set si apre all’insegna della Domar che si porta immediatamente avanti 8-4, nonostante mister Caputo abbia inserito il primo palleggiatore Rizzo. La situazione non cambia neanche al termine della prima sosta tecnica quando la Domar scava un parziale di 4-2 che la conduce fino al 12-6, subisce l’avvicinamento dell’Oria, per poi ricacciarla di nuovo indietro sull’11-16 fotocopia del precedente set. La Domar è inarrestabile ed obbliga l’allenatore brindisino a chiamare il time-out sul punteggio di 11-19 e ad inserire Coratelli al posto di Mola, ma ciò non basta a rintuzzare l’ampio margine che c’è tra le due squadre ed i biancorossi conquistano anche il secondo parziale 25-17.
Il terzo set sembra la fotocopia dei precedenti con la Domar avanti ancora una volta prima 6-3 e poi 8-5 al time-out tecnico. Questa volta l’Oria sembra reagire con Camassa e raggiungere gli avversari sul 9-10, ma è solo un fuoco di paglia poiché ancora una volta i biancorossi spingono sull’acceleratore e si portano sull111-16 del secondo time-out tecnico che appare ormai una lieta consuetudine. Anche l’epilogo riserva ben poche sorprese con la Domar che non fatica a chiudere questo set a proprio favore 25-17 regalandosi, per la prima volta nella stagione, tre punti importantissimi.
Ben pochi gli spunti tecnici che questa gara ha potuto offrirci, ben poca l’adrenalina messa in campo dai dodici giocatori, troppo ampio il margine tecnico tra le due compagini.
L’Oria aveva nel solo Camassa, miglior realizzatore con 21 punti, l’unico elemento in grado di impensierire gli avversari,ma ha commesso davvero troppi errori, molti peraltro provocati dal buon gioco offerto dall’Altamura.
I “leoni” hanno dettato sin da subito legge, mettendo in luce la differenza di qualità che c’è tra le due squadre con tutti gli elementi. Ognuno dei ragazzi ha sfiorato la doppia cifra e la coppia di centrali, oggi immarcabile, l’ha anche superata con Cataldi che è risultato miglior marcatore biancorosso ed anche mvp con i suoi 12 punti. Poco lavoro per Giove in difesa che comunque ha risposto presente quando è stato impegnato, bene la distribuzione di Zonno che ha ripartito equamente i suoi palloni per le bocche di fuoco le quali, a loro volta, non hanno lasciato scampo agli avversari. Più di tutto è piaciuta la determinazione e la voglia di vincere messe in campo.
Questa vittoria avvicina moltissimo la Domar alla salvezza matematica che dista ormai sole due lunghezze, inoltre sblocca la casella 0 vittorie col massimo dei punti che era diventata un fardello pesantissimo per i biancorossi.
Risultati inaspettati dagli altri campi con il Fasano che cede in casa dell’Agnone per 3-2 ,il Paglieta sempre più ammazza grandi in casa che perde solo al tie-break contro la capolista Squinzano e l’Alessano che supera solo 3-2 il Martina al Pala Wojtyla, pronto riscatto per l’Ugento che sconfigge 3-0 il Galatina regalando alla Domar Volley il quarto posto in classifica.
Avversario del prossimo turno da affrontare al PalaBaldassarra sarà proprio il Galatina squadra temibile che si trova a sole due lunghezze dai biancorossi capace di sconfiggere la Domar 3-1 nella gara di andata.

GIESSE GEST.SIN.ORIA – DOMAR VOLLEY ALTAMURA 0-3 (15-25, 17-25, 17-25)

Giesse Gest.Sin.Oria: Fasiello(0), Camassa(21), Taurisano(3), Mola(3), D’Elia(2), Magadiele(0), Rescio(L), Coratelli(0), Rizo(2); N.e.: Trani, Dal Bono(L). All. Caputo. Aces: 2, Err. Batt.: 5, Muri:2, Errori punto: 24.
Domar Volley Altamura: Zonno(3), Magni(8), De Tellis(10), Cataldi(12), Sette(7), Maiullari(6), Giove(L). N.e.: Chierico, Lospalluto, Schettini, Rinaldi(L), Disabato, Troka. All. Paglialunga, 2°all.: Cappiello. Aces: 4, Err. Batt.:4, Muri: 10, Errori punto: 12.

Ilario Ninivaggi

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Rispondi