Fortis Altamura, il riscatto non arriva

Fortis Altamura, il riscatto non arriva

Apricena-Fortis
Apricena e Fortis raccolte in un minuto di silenzio

Continua il periodo negativo per la Fortis Altamura che, in casa della Madre Pietra Apricena, rimedia la seconda sconfitta consecutiva. 2 a 0 il risultato finale a favore dei padroni di casa che nella ripresa riescono a sfruttare la superiorità numerica scaturita dall’espulsione di capitan Castoro. Per la squadra altamurana, invece, un’altra prestazione abbastanza opaca.
Tra le fila della Fortis Altamura fa il suo esordio dal primo minuto l’attaccante Pastore, arrivato durante il mercato di riparazione, mentre Loiudice è nuovamente schierato come centrale di difesa.
La partita inizia a ritmi molto blandi e con le due squadre che si fronteggiano sopratutto da metà campo. Da segnalare soltanto un diagonale di Scarano deviato in angolo e qualche tentativo dalla distanza del solido Ardino. Al 35′ il primo episodio negativo per la Fortis: Castoro commette un fallo tattico e dimedia il giallo. Dopo soli tre minuti, il capitano murgiano è protagonista in attacco quando, dopo uno scambio Pastore, viene toccato leggermente al limite dell’area di rigore, terminano per terra. L’arbitro, il signor Doronzo di Barletta, fischia la simulazione, comminando al giocatore altamurano la seconda ammonizione e la conseguente espulsione. Con l’uomo in meno, l’unica preoccupazione dei ragazzi guidati da mister Moramaco è quella di arrivare al riposo indenni.
Nella ripresa i padroni di casa partono con più convinzione e all’11’, complice anche un’errore della difesa altamuranana si portano in vantaggio: Scarano in profondità per Salerno che si allunga la palla, interviene Tarullo che, preoccupandosi più di proteggere l’uscita di Coretti , si fa sorprendere dallo spilungone attaccante foggiano che supera il portiere altamurano senza difficoltà. La reazione della Fortis tarda ad arrivare anche se, al 20′, la squdra altamurana sfiora il pareggio con Pellecciari che, sfruttando un malinteso dei difensori foggiani e con due compagni di squadra liberi al centro dell’area, lascia partire un diagonale che lambisce il palo. L’Apricena ringrazia per lo scampato pericolo e al 27′ trova il raddoppio con Scarano, bravo a concretizzare un assist dalla sinistra di Salerno. Questo episodio mette i titoli di coda alla partita, anche se c’è da registrare l’espulsione di Scarano per un fallo di reazione commesso ai danni di Tancredi e una bella parata di Coretti su tiro di Valente.
Con questa sconfitta e complice una classifica molto corta, la Fortis Altamura perde diverse posizioni anche se la zona play-off è sempre alla portata. Certo serve immediatamente invertire la rotta, già a partire da domencia prossima quando, al “D’Angelo” è atteso l’Ascoli Satriano.

MADRE PIETRA APRICENA – FORTIS ALTAMURA 2-0

MADRE PIETRA APRICENA: Longo, Villani, Arnese, Piano, Cercone, Valente, Scarano, Mastromatteo, Salerno (48′ st Fiorentino), Quitadamo, Urbano (35′ st Potenza). A disposizione: Ruggieri, Lufino, Borrelli, D’Errico, Mininno. Allenatore: Mimmo.
FORTIS ALTAMURA: Coretti, Tarullo, Tancredi, Castoro, Cirrottola, Loiudice, Tresca (17′ st Calderoni), Cannito, Pastore, Ardino, Pellicciari. A disposizione: Goffredo, Lorusso A., Lorusso M., Mele, Pennacchia, Cappiello. Allenatore: Moramarco.
ARBITRO: Doronzo di Baletta, coadiuvato da Vitobello e Capuano di Barletta.
RETI: 11′ st Salerno (MPA), 27′ st Scarano (MPA).
ESPULSI: 38′ pt Castoro (FA), per doppia ammonizione; 34′ st Scarano (MPA), per fallo di reazione.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.