Fortis Altamura, sconfitta in Coppa a Noci

Noci-Fortis600x450
Le due squadre schierate a centrocampo

Secondo impegno ravvicinato per la Fortis Altamura che, dopo la partita di campionato di domenica scorsa, ha affrontato, in trasferta, il Real Noci nell’andata del primo turno di Coppa Italia di Promozione. Purtroppo non è andata bene alla squadra murgiana, sconfitta di misura, 1 a o, nonostante una buona prestazione. Decisivo il rigore realizzato da Salvati nei minuti finali.
A causa degli impegni ravvicinati e di una condizione non ancora ottimale le due squadre iniziano alla chetichella e il primo squillo arriva al 9′ con un tiro di Recchia senza pretese. La risposta degli ospiti giunge al 17′ con tiro di Difonzo fuori di poco, poi, quasi più niente, almeno fino al 35′ quando ci prova Sciatta il cui tiro è facile preda di Coretti. Poco prima dell’intervallo, infine, è Calderoni a provarci da posizione defilata, ma Donatelli fa buona guardia.
Nella ripresa è la Fortis a fare la partita anche se nei primi minuti le occasioni da rete latitano. La prima arriva al 14′ con un gran tiro dal limite di Ardino sul quale Donatelli si supera, un minuto dopo combinazione Cappiello-Castoro con tiro debole di quest’ultimo, mentre al 19′ Difonzo si incunea in area e mette al centro, ma la difesa bianco-verde si salva. Ben più clamorosa la palla goal avuta da Salvati che al 21′, complice la decisiva deviazione di Coretti, colpisce la traversa. Nella parte centrale della difesa, da segnare alcune sostituzioni, con la partita che volge verso una pareggio senza reti. Al 40′, però, l’episodio decisivo: rigore per il Noci che Salvati si procura e trasforma. La Fortis tenta la reazione ma l’urlo di gioia di Difonzo, andato in rete allo scadere, viene strozzato dal direttore di gara che annulla, tra le proteste altamurane, per un fallo sul portiere.
Una sconfitta, immeritata, quindi per la Fortis Altamura che avrebbe meritato almeno il pareggio anche se il passivo di una rete, alla luce i quanto visto in campo, sembra ampiamente recuperabile.
Appuntamento per il ritorno all’8 ottobre, mentre il prossimo impegno per la Fortis è in programma domenica con la trasferta ad Ordona.

REAL NOCI – FORTIS ALTAMURA 1-0

REAL NOCI: Donatelli, Franco, Fortunato, Recchia (18′ st Lippolis F.), Calabrese, Clementini, Sciatta (33′ st Sansonetti), Lucia (26′ st Lippolis T.), Recchia, Palasciano, Salvati. A disposizione: Netti, Cino, Faccitondo, Salatino. Allenatore: Dalena.
FORTIS
ALTAMURA: Coretti, Loiudice, Coretti, Castoro, Cirrottola, Grassani, Cappiello, Mele (6′ st Tarullo) Calderoni, Ardino, Difonzo. A disposizione: Goffredo, Tresca, Proggi, Lorusso, Colonna, Cutecchia. Allenatore: Moramarco.
ARBITRO
: Altomare di Barletta coadiuvato da Colavito e Colecchia di Bari.
RETI
: 40′ st Salvati (RN, rig.).
AMMONITI
: Donatelli, Calabrese, Clementini (RN); Cirrottola, Calderoni (FA).
RECUPERO
: 1′ pt, 3′ st.

The following two tabs change content below.
Domenico Olivieri

Domenico Olivieri

Erano gli anni dei "Figli dei Fiori" quando, esattamente nel 1977, nasceva Domenico Olivieri. Fin dai primi vagiti si mostrava un bambino turbolento così come lo erano quegli anni. Poi, durante l'adolescenza, inizia ad interessarsi allo sport pur non praticandone nessuno con profitto, divorando trasmissioni e quotidiani sportivi praticamente ogni giorno. Dopo la maturità, conseguita nel 1996 presso l'Istituto Tecnico Commerciale "F. M. Genco", inizia ad appassionarsi a tutto quello che riguarda la tecnologia. Poi, nel 2006, finalmente, decide di lanciarsi in prima persona nel mondo dello sport diventando addetto stampa di una squadra di calcio a 5, l'ormai defunta Avanti Delfini Altamura. Dopo due anni passa, sempre con lo stesso ruolo, tra le fila della Pellegrino Sport, altra squadra altamurana. Dal 2009 al 2011, invece, è l'addetto stampa della Tris Gravina, squadra militante nel campionato di serie C1 di calcio a 5. Grazie a questa esperienza inizia la sua collaborazione con un portale di calcio a 5, diventando parte integrante dello staff. Poi le collaborazioni con Altamuralife.it, pugliacalcio24.it e calciowebdilettanti.it. e, infine, dal 2012, insieme all'amico fraterno Leonardo Loporcaro, fonda il sito www.altamurasport.it, unico portale cittadino ad occuparsi di tutto lo sport. Le sue grandi passioni, oltre allo sport e alla tecnologia, sono i libri, il cinema e i viaggi, passione, quest'ultima, che lo ha portato in giro per il mondo. Nella vita di tutti giorni, inoltre, lavora come impiegato presso una società che opera nel comparto del mobile imbottito, è felicemente sposato e papà di una bambina.

Comments

comments

Domenico Olivieri

Domenico Olivieri

Erano gli anni dei "Figli dei Fiori" quando, esattamente nel 1977, nasceva Domenico Olivieri. Fin dai primi vagiti si mostrava un bambino turbolento così come lo erano quegli anni. Poi, durante l'adolescenza, inizia ad interessarsi allo sport pur non praticandone nessuno con profitto, divorando trasmissioni e quotidiani sportivi praticamente ogni giorno. Dopo la maturità, conseguita nel 1996 presso l'Istituto Tecnico Commerciale "F. M. Genco", inizia ad appassionarsi a tutto quello che riguarda la tecnologia. Poi, nel 2006, finalmente, decide di lanciarsi in prima persona nel mondo dello sport diventando addetto stampa di una squadra di calcio a 5, l'ormai defunta Avanti Delfini Altamura. Dopo due anni passa, sempre con lo stesso ruolo, tra le fila della Pellegrino Sport, altra squadra altamurana. Dal 2009 al 2011, invece, è l'addetto stampa della Tris Gravina, squadra militante nel campionato di serie C1 di calcio a 5. Grazie a questa esperienza inizia la sua collaborazione con un portale di calcio a 5, diventando parte integrante dello staff. Poi le collaborazioni con Altamuralife.it, pugliacalcio24.it e calciowebdilettanti.it. e, infine, dal 2012, insieme all'amico fraterno Leonardo Loporcaro, fonda il sito www.altamurasport.it, unico portale cittadino ad occuparsi di tutto lo sport. Le sue grandi passioni, oltre allo sport e alla tecnologia, sono i libri, il cinema e i viaggi, passione, quest'ultima, che lo ha portato in giro per il mondo. Nella vita di tutti giorni, inoltre, lavora come impiegato presso una società che opera nel comparto del mobile imbottito, è felicemente sposato e papà di una bambina.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: