Il ruggito delle giovani Leonesse


Leonessa Volley Altamura - Modugno Volley 3-2La Pastificio Dibenedetto Leonessa Volley Altamura supera per 3 a 2 l’Unione Pallavolo ASD Modugno, dopo una gara ben condotta e ritrova il sorriso dopo una settimana difficile

Si dice spesso che dopo la tempesta esce sempre il sole. La settimana trascorsa dalla Leonessa Volley, infatti, non è stata delle migliori soprattutto dopo l’annuncio inaspettato del ritiro, per motivi personali, delle gemelle Ragone. Una decisione che, ovviamente, poteva destabilizzare il clima all’interno della squadra oltre che dare notevoli grattacapi a mister Marchisio che doveva rinunciare a due pedine importanti in corso d’opera. Si è deciso quindi di fare di necessità virtù, puntando tutto sul solido e giovanissimo gruppo dell’under 18 a cui inserire le due uniche “veterane” (entrambe classe ’91), il libero Angela Dibenedetto e Silvia Marchisio, capitano e palleggiatrice delle Leonesse. La fiducia nelle giovani atlete è stata ben riposta e con la vittoria sull’Unione Pallavolo ASD Modugno, terza in classifica alla vigilia del match, possiamo affermare che il sole in casa altamurana è ritornato a splendere più luminoso di prima.
Ma veniamo al match. Il primo set iniziava con una fase di studio che durava fino al 16 pari. Da lì in poi, grazie soprattutto a un’Angela Facendola davvero incisiva in attacco, le leonesse prendevano il largo chiudendo il set 25 a 21. Come c’era da aspettarsi, il secondo parziale partiva con una reazione delle ospiti che con determinazione riuscivano a portarsi sul 10 a 4. Le altamurane, dal canto loro, non si scoraggiavano, anzi, piazzando un break di 16 a 6, si portavano in vantaggio per 20 a 16. Ma il set non aveva finito qui le sorprese e alla fine è Modugno a prevalere per 27 a 25 grazie anche a due attacchi vincenti della Lovicario.
Nonostante la parità, si avvertiva nell’aria che le giovani leonesse avevano voglia di fare bene tant’è che nella terza frazione le ragazze di mister Marchisio, recuperavano l’1 a 5 iniziale e, grazie all’ottima regia di Silvia Marchisio e all’efficacia di Angelica Tritto, riuscivano a portare a casa il set senza eccessivi patemi d’animo. L’entusiasmo sugli spalti era quello delle migliori occasioni e questo ha incoraggiato in maniera decisiva le giovani atlete altamurane anche quando si commettevano errori piuttosto banali. E forse proprio per qualche errore del genere il quarto set è sfuggito di mano alle rossoblù che, in vantaggio per 22 a 14, hanno abbassato la guardia commettendo delle ingenuità che l’esperto Modugno ha subito sfruttato, prima per rientrare in partita e poi per portare a casa il set con il punteggio di 29 a 27.
Si va, dunque, al tie-break, con le giovanissime leonesse subito in palla. Grazie ad una buonissima pallavolo, le altamurane si portavano subito sul 10 a 3 ma, un altro passaggio a vuoto, consentiva alle avversarie di riportarsi sotto fino al 12 a 11. E qui, per la serie “quando il gioco si fa duro i duri iniziano a giocare”, capitan Silvia Marchisio prendeva sulle spalle la squadra e siglava gli ultimi due punti (un muro e un attacco) che significavano vittoria.
“Abbiamo trascorso una settimana molto particolare a causa dell’annuncio del ritiro delle gemelle Ragone” – commenta Claudio Marchisio“E indubbiamente questo non ha fatto bene all’intero gruppo. Abbiamo dovuto tenere alto il morale della squadra cercando di trovare la concentrazione e l’atteggiamento giusto per affrontare una gara cosi difficile contro la terza in classifica. Ho parlato alle ragazze, ho dato loro la mia stima e fiducia e ho chiesto loro di giocare semplicemente a pallavolo, di trovare il piacere di lottare, di buttarsi su tutti i palloni, e provarci sempre. Sono davvero contento per come ho visto giocare le più giovani che hanno messo in campo voglia di vincere e piacere nel giocare. Hanno dimostrato a me, alla società e al nostro pubblico che quando si scende in campo con il giusto atteggiamento si può fare molto bene e ci si possono prendere tante soddisfazioni.” Poi il mister continua con qualche parola sulle singole: “Un applauso al nostro libero Angela Dibenedetto che ha difeso l’impossibile, a mia figlia Silvia Marchisio che ha incoraggiato le sue compagne, facendole entrare in partita con un’intelligente distribuzione del gioco e con un grande atteggiamento, sempre propositivo, ad Angela Facendola che ha attaccato più forte che mai e ad Angelica Tritto che ha chiuso punti in momenti delicati del match. Tutta la squadra, comunque, ha contribuito a questa importante vittoria. Per me è stato un test importante, soprattutto per le under 18/16 che trascinate dalle più grandi hanno mostrato il giusto carattere.” Alla fine uno sguardo all’immediato futuro: “Ora dobbiamo andare avanti con questa nuova realtà, puntando sulle giovanissime del nostro vivaio. Infatti alla rosa sono state aggregate altre due piccole ma promettenti atlete, dai settori giovanili under 14/16.”
Uno sguardo agli altri campionati della Leonessa Volley Altamura. Domenica 20 le ragazze della prima divisione hanno ottenuto la vittoria contro il Peucetia Sannicandro con il risultato di 3 a 0. Nel match disputatosi alle nove del mattino le leonesse ha giocato molto bene soprattutto nel primo set vincendolo 25 a 9. Ma come spesso capita quando si vince cosi facilmente, diventa difficile mantenere a lungo la concentrazione. Infatti nel secondo e terzo set le altamurane hanno commesso qualche errore di troppo vincendo con i parziali di 25 a 20 e 25 a 21. Lunedi, l’under 16 ha mantenuto l’imbattibilità con un altro 3 a 0 contro Volley Time Santeramo. Prossimo impegno per la serie C sabato ore 18,30 contro l’Asem Bari.

Nicola Colapinto
Ufficio stampa
Leonessa Volley Altamura


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.