La Domar Volley ruggisce più forte

AurispaAlessano-DomarVolleyLa Domar Volley sconfigge per 3-2 l’Aurispa Alessano nel big-match della penultima giornata

Alessano, 30/04/2011 Indescrivibile! Ennesima gara pirotecnica quella tra Pallavolo Azzurra Alessano e Domar Volley Altamura che conferma per l’ennesima volta, qualora ce ne fosse stato bisogno, che quando si sfidano questi due team lo spettacolo è assicurato.
Per la prima volta la Domar riesce a violare il Pala-Don Tonino Bello vendicando in parte l’unica sconfitta subita in casa per 3-2 del campionato replicando con lo stesso punteggio in un “derby dei leoni” non adatto ai deboli di cuore.
Entrambi i mister possono contare sull’intero organico e il coach di casa parte con la diagonale composta da Mastropasqua e Felicetti, i laterali Mazza e Carrozzo, i centrali De Pascalis e Valli e il libero Lazzari. Paglialunga risponde con Magni nel ruolo di contromano, Zonno in cabina di regia, Maiullari e Sette in banda, De Tellis e Cataldi al centro e il libero Giove.
Partenza shock per i biancorossi che subiscono un pesantissimo parziale di 8-1 che conduce le due squadre al primo time-out tecnico. La Domar però non si disunisce e riesce a rifarsi sotto sull’11-8 che costringe mister Medico a chiamare il suo primo time-out discrezionale della gara. I biancazzurri sembrano beneficiare della sosta e rimettono sei lunghezze di margine tra sé e l’Altamura andando al secondo time-out tecnico avanti 16-10. Nuovamente la Domar reagisce e si avvicina fino al 19-17 obbligando mister Medico a fermare nuovamente il gioco. L’ultimo assalto dei biancorossi, che li porta sul 24-22, non basta e sono i leoni biancoazzurri a conquistare il primo set 25-22.
Tutt’altra storia ci riserva il secondo set che parte con un grande equilibrio iniziale spezzato da un mini-break dell’Alessano che arriva al primo time-out tecnico avanti 8-5. La Domar, però, ha ormai ritrovato il bandolo della matassa e riesce prima a ristabilire la parità, poi addirittura a portarsi avanti 12-10 e mantiene questo margine fino al time-out tecnico (16-14). Al rientro in campo deve subire la furia di Mazza & co. che ristabiliscono la parità (18-18), ma i biancorossi, con grande carattere, piazzano la stoccata decisiva che permette loro di conquistare il secondo set: 21-25 e 1 pari.
Il terzo set comincia con un andamento molto altalenate con i padroni di casa che piazzano due break di 3-0 immediatamente annullati dai biancorossi, ancora galvanizzati dal precedente parziale vinto. Al primo tempo tecnico le due squadre ci arrivano sul punteggio di 8-7 per i padroni di casa. Il set resta equilibrato fino al 17-15 per i padroni di casa, poi i LEONI biancorossi, grazie anche al contributo in battuta di Disabato, si abbattono sull’Alessano con un parziale di 10-1 che permette loro di conquistare anche il terzo set (25-18), a nulla servono i due time-out chiamati da mister Medico: 2-1 per noi. Da segnalare l’ingresso in campo del libero Rinaldi.
La reazione dei padroni di casa non si fa attendere e Carrozzo & co. partono subito col piede giusto nel quarto set andando avanti 4-0, ma un episodio dubbio e l’ammonizione a un componente della panchina della squadra salentina permettono alla Domar di riportarsi sul 4-3. Qualche disordine sugli spalti poi genera l’interruzione dell’incontro per qualche minuto, ma viene immediatamente ristabilita la calma. Il Pala Don Tonino Bello diventa una bolgia biancoazzurra e, sospinti dal tifo amico, i ragazzi di mister Medico rispondono colpo su colpo agli attacchi di De Tellis e Magni. Al secondo time-out tecnico si arriva con la Domar avanti 16-15. Per due volte i biancorossi provano a fuggire via, ma l’Alessano li riprende e, con due aces di De Pascalis, porta a casa il quarto set ristabilendo la parità. Per la cronaca il set termina 25-22.
Le emozioni, però, devono ancora arrivare. Il tie-break è infatti di quelli da cardiopalma.
Il tifo alessanese è ormai alle stelle, la Domar dovrà affrontare il cosiddetto “settimo uomo in campo”. La Domar prova per 2 volte a indirizzare il parziale dalla sua parte, ma viene in entrambe le occasioni raggiunta dai biancoazzurri. Al cambio di campo è avanti l’Aurispa 8-7. I salentini spingono fino all’11-8, ma, quando sembra che i biancorossi stiano per mollare, viene fuori una reazione di orgoglio favolosa che permette all’Altamura di ribaltare il punteggio e, con Cataldi, di chiudere il match in proprio favore per 3-2. Esplodono i pochi sostenitori biancorossi consapevoli che si tratta davvero di un’impresa. Violato il Pala Don Tonino Bello, la Domar non c’era mai riuscita finora, eguagliato il record di vittorie consecutive della scorsa stagione (9). L’unico rimpianto è non esserci riusciti conquistando i tre punti, a causa di una partenza in salita e di qualche imprecisione sul finire di quarto set.
Passando all’analisi consueta della gara bisogna dire che l’Alessano si è dimostrata davvero una corazzata costruita per lottare ai vertici del campionato e questo dà maggiore consistenza all’impresa compiuta dai LEONI BIANCOROSSI. Mazza e Carrozzo hanno davvero dato del filo da torcere ai ragazzi di mister Paglialunga risultando a tratti quasi immarcabili. Il grande merito dei salentini è stato il poter sfruttare la loro esperienza , capacità molto utile in gare secche. Ancora non in perfette condizioni l’ex di turno Mastropasqua che, vittima di un brutto infortunio a metà stagione, è ancora in fase di ripresa.
Per i biancorossi una gara con pochissime sbavature, un successo di grande prestigio che dimostra ancora una volta il valore di questo gruppo. Un successo così importante può realizzarsi solo grazie al contributo di ogni singolo membro è banale, ma sempre utile sottolinearlo. La palma di migliore in campo se la condividono De Tellis e Magni: il primo ha messo a segno l’ennesima prestazione da incorniciare, il secondo è risultato ancora una volta mvp con 25 punti; impressionante la serie di 4 punti consecutivi nel 4° set e i 5 muri personali. Grandissimo contributo quello fornito da capitan Maiullari, che in questa stagione ha tirato fuori prestazioni davvero di altissimo livello, Zonno che ha senza dubbio vinto la sfida contro il suo pari-ruolo avversario e Cataldi che da qualche gara mostra di essere tornato ai fasti della scorsa stagione. Buono l’apporto di Sette, specie in fase di attacco e, in qualche frangente in battuta, e di Giove e Rinaldi alternatisi in difesa e ricezione a partire dal quarto set ennesima dimostrazione della grande forza della coppia di liberi della Domar, la migliore del campionato. Da sottolineare la serie di battute preziosissime nel terzo set di Disabato che hanno messo in crisi la ricezione avversaria. Prezioso il lavoro di mister Paglialunga nel preparare la gara e tirare fuori i punti deboli di uno squadrone come l’Alessano.
L’unico neo della gara è venuto dalla coppia arbitrale dimostratasi ancora una volta non in grado di gestire un così importante incontro.
L’ultima giornata di campionato vedrà la Domar ospitare il Fasano, mentre nel big match di giornata l’Alessano andrà a far visita allo Squinzano che in casa non ha mai perso (salvo con la Domar) battendo anche l’Ugento attuale capolista. Lo Squinzano deve vincere per poter provare a lanciare l’ultimissimo assalto ai Falchi che, con un successo, si garantirebbero l’accesso diretto in B1.
La Domar deve fare un ultimo sforzo dare il massimo nell’ultima gara interna, questo il compito per i biancorossi. Alla luce dei risultati fin qui maturati, non cambia la priorità: leoni, non facciamo calcoli, divertiamoci.

PALLAVOLO AZZURRA ALESSANO – DOMAR VOLLEY ALTAMURA 2-3 (25-22, 21-25, 18-25, 25-22, 13-15)
Durata set: 27, 27′, 25′, 32′, 19′. Tot: 142′.

Pallavolo Azzurra Alessano: Felicetti (3), Mastropasqua (12), Mazza (23), Carrozzo (24), Valli (2), De Pascalis (8), Lazzari (L), Avelli (5), Calabrese (0), D’Urso (L), De Giovanni (0), N.e.: Vantaggio. All. Medico. Aces: 5, Errori Battuta: 11, Muri: 12. Errori punto: 19.
Domar Volley Altamura: Zonno (2), Magni (25), De Tellis (18), Maiullari (13), Sette (11), Cataldi (14), Giove (L), Rinaldi (L), Disabato (1), Schettini (0), N.e.: Chierico, Lospalluto, Troka. All. Paglialunga, 2°all. Cappiello. Aces: 3, Err. Battuta: 7, Muri: 14. Errori punto: 13.

Ilario Ninivaggi
Ufficio Stampa e Comunicazione
Domar Volley Altamura

The following two tabs change content below.
Avatar

La redazione

Avatar

Ultimi post di La redazione (vedi tutti)

Comments

comments

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: