8 Dicembre 2021

Altamurasport

Tutto lo sport cittadino in un clik

L’Audace Cerignola agli ottavi di coppa Italia, 2-0 al Team Altamura

4 min read
Il terzo tempo (© Notiziaweb)

Il terzo tempo (© Notiziaweb)


Il terzo tempo (© Notiziaweb)
Il terzo tempo (© Notiziaweb)

Un gol per tempo, firmati da Muscatiello e Palazzo: nel prossimo turno ci sarà il Gladiator

Con un gol per tempo, l’Audace Cerignola supera 2-0 il Team Altamura e avanza agli ottavi di finale di coppa Italia: risultato legittimo, con gli ofantini che hanno dominato la sfida e solo uno Spina migliore fra i suoi ha evitato un passivo maggiore. Ampio turnover da ambo le parti, Pazienza ritorna al 4-2-3-1 con Malcore di nuovo dal 1′ supportato da Achik-Botta-Muscatiello. Pezzella disegna invece un 3-5-2 in cui i riferimenti offensivi sono Lorenzo e Pinto. Appena 30” e Malcore sollecita la presa di Spina, dall’altra parte su traversone basso dalla sinistra è provvidenziale la diagonale di Russo a mettere in corner; Muscatiello al 7′ rientra sul destro e tira, parata in due tempi del portiere. Il Cerignola sblocca al 14′: filtrante di Giacomarro in area per l’inserimento di Muscatiello, Spina respinge la prima conclusione, ma non può nulla sulla successiva ribattuta dell’under classe 2001. Basile per Giacomarro, controllo e botta rapida appena alta, stessa sorte per Achik poco più tardi in ripartenza. E’ un monologo dei padroni di casa, Achik cerca il gol olimpico dalla bandierina, Spina si salva con qualche affanno. Sul finire di frazione, altre tre occasioni per gli uomini di Pazienza: Malcore girà largo di testa sul primo palo da corner di Achik, mentre un paio di combinazioni fra l’attaccante e Muscatiello vedono prevalere in entrambe le volte il numero uno murgiano, bravo soprattutto nella prima circostanza ad evitare il raddoppio. E’ solo la traversa invece a negare ad Achik la gioia personale su punizione prima del duplice fischio: la palla ricade al di qua della linea di porta.
Ritmi più compassati nella ripresa, il primo cenno di cronaca al 57′, quando Russo mette il turbo sull’out mancino ma si perde sul più bello, calciando in maniera imprecisa. Il Team Altamura resta approssimativo nella costruzione, l’Audace gestisce e con l’ingresso di Loiodice passa al 4-3-3. Poco dopo le mezzora, il subentrato Zerbo di testa manda a lato, mentre all’81’ contropiede ofantino con Palazzo a servire Achik e quest’ultimo ad assistere Botta, che trova sulla sua strada l’ottimo Spina prima e un difensore avversario poi: nel prosieguo dell’azione, Loiodice fa la proverbiale barba al palo col tiro sul palo lungo. Ultimi minuti: sponda di Palazzo, buco di Caruso, Mincica non inquadra la porta di prima intenzione. Giusto al 90′, Brescia compie l’unico vero intervento della gara ed è decisivo, volando all’incrocio per neutralizzare la punizione ben calibrata da Monaco. I biancorossi ci credono, Molinaro in girata spedisce a lato e, dopo qualche minuto di suspance, i gialloblu chiudono i conti con il bel piazzato al volo nel sette di Palazzo, dopo corta respinta ospite (94′).
Quarta vittoria consecutiva e nono risultato utile fra campionato e coppa per il Cerignola, che affronterà negli ottavi il Gladiator (giustiziere del Bitonto) il 5 gennaio 2022 con sede da stabilire con sorteggio. Con una ulteriore iniezione di fiducia e morale, adesso si preparerà la trasferta di domenica, in casa della Virtus Matino.

AUDACE CERIGNOLA-TEAM ALTAMURA 2-0

Audace Cerignola (4-2-3-1): Brescia, Basile, Silletti, Sirri (63’ Manzo), Russo, Spinelli (63’ Loiodice), Giacomarro (52’ Maltese), Achik (84’ Mincica), Botta, Muscatiello, Malcore (68’ Palazzo). A disposizione: Fares, Dorval, Tascone, Vitiello. Allenatore: MichelePazienza.
Team Altamura (3-5-2): Spina, Clemente, Monaco, Caruso, Tazza, Cancelliere (35’ Massari), Lucchese, Ziello (72’ Molinaro), Dayawa (77’ Barg Moser), Lorenzo (61’ Zerbo), Pinto (71’ Russotto). A disposizione: Giuliani, Sales, Tedesco, De Vivo. Allenatore: Luigi Pezzella.
Reti: 14′ Muscatiello, 94′ Palazzo.
Ammoniti: Spinelli, Silletti (AC); Lorenzo, Clemente (TA).
Angoli: 8-3. Fuorigioco: 1-1. Recuperi: 1′ pt, 5′ st.
Arbitro: Silvestri (Roma 1). Assistenti: Rastelli (Ostia Lido)-De Simone (Roma 1).

Homepage

Allegati

Rispondi