Libertas Basket, altro scivolone casalingo

Libertas Basket AltamuraGli altamurani non riescono a dare continuità alla vittoria contro l’Apricena

La 26^ giornata del campionato di basket di serie D contrappone la Libertas Altamura e il Cus Foggia. Entrambe le squadre si affrontano consapevoli di non chiedere più nulla al campionato, anche se la Libertas dopo la vittoria di Apricena e la sconfitta del Don Bosco Bari ha riaperto in parte il discorso play-off.
Il Foggia arriva in terra murgiana con soli otto elementi disponibili, ma con la volontà di voler continuare la striscia positiva che dura da quattrto gare. La Libertas, invece, vuole tornare a vincere d’avanti al proprio pubblico, infatti, la vittoria in casa manca da tre gare. Le premesse non sono delle migliori dato che coach Laterza deve fare a meno del play La Stella, di Calia e Infante e a questo si aggiunga che la gara non viene disputata nel consueto palasport, per problemi tecnici, ma al PalaBaldassarra, dove i ragazzi non hanno mai disputato neanche un allenamento. Una sconfitta, questa, per il comune di Altamura, che nonostante i tanti introiti che ne derivano dalla gestione dei palazzetti, da sfoggio di una totale inettitudine nel saperli gestire, abbandonando tali strutture a se stesse senza una costante e dovuta manutenzione.
La cronaca. Coach Laterza schiera Ciaccia, Manicone, Romito, Maselli e Indrio, mentre Morelli risponde con Gioia, Carbone, Russo, Matella e Dell’Aquila. Subito dopo la palla a due sono gli ospiti a far loro l’inerzia del gioco. Russo si carica la squadra sulle spalle e porta i suoi sul 0-4, dall’altra parte le soluzioni a tiro da tre di Maselli e Ciaccia vengono respinte dal ferro. L’Altamura si sblocca dopo 3’30” di gioco dalla lunetta con Romito che fa 1 su 2. La partita procede a ritmi blandi, ma il fallo tecnico fischiato a Gioia sveglia la Libertas. Capitan Bevilacqua mette dentro tutti e due i tiri liberi e sul possesso seguente Romito da sotto mette dentro il canestro che vale il sorpasso, 5-4. La risposta dei cussini non tarda ad arrivare, e Russo scarica una bomba a cui gli fa eco la tripla di Bevilacqua alla sua miglior partita stagionale. Gli altamurani serrano le fila in difesa e sulle ripartenze Maselli con una tripla, prima, e con un contropiede, poi, firma il 13-7. Coach Morelli a 2’26” dal termine chiama un time-out per riorganizzare le idee, intanto Laterza ne approfitta per mescolare le carte, mandando in campo l’under Picerno e Lauriero. Al rientro è ancora la Libertas a dominare, le tre bombe consecutive, una di Maselli e due di Bevilacqua fissano il risultato finale del primo quarto sul 22-13.
Al rientro Papeo accorcia le distanze con una bomba, mentre la Libertas non riesce a sfruttare le occasioni create. Il Foggia approfitta del black-out altamurano e grazie ai canestri della premiata ditta Russo e Dell’Aquila piazza un parziale di 14-0 e si porta sul 22-27. Coach Laterza, allora, rimanda in campo Indrio e Romito. I due, insieme a Manicone riportano la squadra a -2, 29-31, ma l’Altamura risente della giornata no del play Manicone e in fase di costruzione perde moltissime palle. Ad interrompere il buon momento altamurano ci pensa Dell’Aquila con due triple che ricacciano i locali a -10. Coach Laterza, a quel punto, chiama un time-out per riorganizzare i suoi in fase d’attacco e al rientro subito Romito accorcia, ma il pivot altamurano nella stessa azione si infortuna, un problema alla caviglia destra per lui che lo costringe a star fuori per tutta la gara. La breve interruzione favorisce gli ospiti, che lucidi sotto canestro allungano e chiudono il tempo sul 32-43, vincendo il quarto per 10-30.
Dopo la pausa lunga è la Libertas a pigiare sull’acceleratore, una tripla di Ciaccia e un contropiede di Manicone portano la squadra a -6, ma a placare gli animi dei locali ci pensa Papeo che firma il 39-48. La Libertas non da continuità alla propria manovra. Da sottolineare le molte infrazioni di passi di Lauriero e Barozzi, a causa dei quali non concretizzano gli assist dei loro compagni e a questo si aggiunga una non buona lettura delle azioni offensive del gruppo che spesso forza il tiro da tre o comunque in fase di penetrazione sbatte contro il muro di Dell’Aquila e La Macchia. Intanto gli ospiti continuano a martellare con Papeo e Dell’Aquila e chiudono il quarto sul 45-62.
Alla ripresa Papeo in contropiede porta i suoi a +19, massimo vantaggio. La Libertas si sblocca con Barozzi, che si riscatta dagli errori precedenti mettendo dentro 6 punti. La squadra di casa però non trova i punti con le penetrazioni di Manicone, puntualmente stoppato da Dell’Aquila e in difesa soffre i tiri dalla lunga distanza dello stesso. Dopo 2′ di gioco Laterza chiama un time-out, mossa che però non spezza la verve agonistica della squadra avversaria che allunga con la bomba di Russo, autore di ben 31 punti. A quel punto torna in campo Bevilacqua che, con 5 punti a cui si aggiungono i 2 della bella penetrazione di Ciaccia, porta i suoi a -13. Coach Morelli, prontamente, interrompe il buon momento dei locali, ma al rientro Bevilacqua accorcia con una bomba. Gli universitari, però, non si abbattono e rispondono con una tripla di Papeo che ricaccia gli altamurani a -13. Ciaccia sul ribaltamento di fronte concretizza con una tripla il recupero in fase difensiva di Barozzi che stoppa Carbone. Lo score recita 63-73. All’Altamura, però, non riesce l’aggancio e a due minuti dal termine perde anche Maselli, per 5 falli. Le soluzioni da tre degli altamurani non danno gli effetti sperati e il match si chiude con il risultato di 65-78.
Il Cus, meritatamente, torna a casa con i due punti e conferma il suo buon momento. Nonostante la squadra si sia presentata con soli otto atleti, di cuisette7 effettivi, dato che capitan Matella è sceso in campo per pochi minuti, ha mostrato un’ottima condizione atletica. Da sottolineare le superlative prestazioni di Dell’Aquila e Russo, i due ragazzi hanno alternato soluzioni dal perimetro e belle giocate dal pitturato, disputando un’ ottima partita anche in fase difensiva, annullando le penetrazioni di Manicone. Per la Libertas, invece, è da salvare la prestazione di Bevilacqua, il capitano con i suoi 20 punti ha cercato, più volte, di far rientrare i suoi in gara, che non hanno dato continuità agli sforzi del numero 11. A questo si aggiungano la poca cattiveria sotto canestro, le diverse infrazioni di passi, frutto anche dell’inesperienza dei giovani, le assenze e l’infortunio di Romito ed ecco spiegate le possibili cause della sconfitta. L’unica attenuante per i ragazzi altamurani può essere il fattore campo, infatti la squadra non essendosi mai allenata sul parquet del PalaBaldassarra è come se avesse giocato in trasferta.
La prossima giornata vede il Cus Foggia affrontare il Corato, mentre la Libertas sarà ospitata dal Vieste. La squadra, probabilmente, dovrà affrontare la gara senza alcun allenamento settimanale, se l’amministrazione comunale non provveda a rendere efficiente il palazzetto.

LIBERTAS BASKET ALTAMURA – CUS FOGGIA 65-78
Parziali: 22-13, 32-43, 45-62, 65-78

Libertas Basket Altamura: Maselli 12, Romito 8, Manicone 5, Bevilacqua 20, Indrio 8, Barozzi 6, Ciaccia 8, Lauriero, Fiore, Picerno, All. Laterza
Cus Foggia: La Macchia 6, Papeo 15, Matella 2, Carbone 4, Russo 31, Dell’Aquila 20, Gioia, De Vincenzo, All. Morelli
Arbitri: Armandi di Bari e Di Bari di Noicattaro

Libertas BK Altamura
www.libertasaltamura.it

The following two tabs change content below.
Avatar

La redazione

Avatar

Ultimi post di La redazione (vedi tutti)

Comments

comments

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: