Maratona di Roma, anche l’Happy Runners Altamura al via

Maratona di RomaDomenica 20 marzo va in scena la 17^ edizione della maratona capitolina

Manca meno di una settimana a quella che, per gli appassionati di corsa su strada, è forse la maratona più prestigiosa d’Italia: la maratona di Roma. La corsa capitolina, giunta alla sua 17^ edizione, con il passare degli anni ha acquisito sempre più prestigio richiamando ai nastri di partenza un numero sempre maggiore di appassionati. In questa edizione che, lo ricordiamo, si correrà domenica 20 marzo, sono attesi oltre 16.000 partecipanti con un incremento rispetto alla passata edizione di oltre 800 iscrizioni. Tra questi spicca la presenza di uno sparuto gruppo di atleti altamurani dell’Associazione Sportiva Happy Runners, primo tra tutti Massimo Fiore, al quale, alla vigilia di questo importante appuntamento abbiamo rivolte alcune domande.
Massimo, la prima domanda: in quanti siete a partecipare alla corsa romana?
Siamo in tre: io, Giuseppe Ardino e Nicola Squicciarini, tesserati con la ASD Happy Runners Altamura anche se Ardino e Squicciarini risiedono da tempo a Treviso ma sono altamurani doc.”
Per quanti di voi sarà la prima maratona?
“Questa di Roma è la mia terza maratona dopo quelle di Venezia 2009 e Carpi 2010, mentre per i mie compagni di squadra si tratta della seconda partecipazione alla maratona, avendo partecipato anche loro a quelle di Carpi nel 2010.”
La maratona è una gara massacrante che, solo per portarla a termine, richiede una preparazione meticoloso. Da quanti mesi vi state allenando?
“Per quanto mi riguarda ho cominciato la preparazione, purtroppo da solo senza compagnia, la prima settimana di dicembre dell’anno scorso in quanto dovevo completare un programma di ben 16 settimane, articolato da sedute di allenamento che vanno dal potenziamento, alla velocità, fino ai cosiddetti lunghi della domenica che vanno da minimo di 21 km fino ad un massimo di 36-37 km. L’ultimo, quello da 36 km l’ho corso l’ultima domenica di febbraio, mentre durante le settimane che hanno preceduto la gara vera e propria ho svolto un lavoro di scarico per arrivare meno affaticati. Suppongo che anche i miei compagni di avventura abbiamo seguito una preparazione simile alla mia.”
Come si vive psicologicamente l’avvicinarsi dell’evento?
“L’evento è ormai alle porte, mancano pochi giorni e l’allenamento più duro è ormai superato. Adesso inizia una fase di scarico anche a livello mentale, poi con l’approssimarsi dell’evento subentrerà quella giusta tensione e adrenalina per affrontare la gara. La maratona di Roma, per noi italiani, è sicuramente più sentita rispetto alle altre perché, a parte il fascino risaputo di Roma, è la più importante d’Italia e quello con il più alto numero di partecipanti.”
La corsa, e la maratona in particolare, è uno sport di fatica. Come mai lo hai preferito ad altri? Come ti è nata la passione?
“La passione per la corsa l’ho sempre avuta, con il tempo mi è aumentata. Prima correvo soltanto per mantenermi in forma poi, una volta abbandonato il calcio, mi è venuta voglia di confrontarmi con me stesso. Allenandomi ho conosciuto gente come me, appassionata per la corsa, che mi ha suggerito di iscrivermi in una società in modo da poter partecipare a competizioni ufficiali. Ho cominciato con le gare di 10 km, fino a cimentarmi nelle distanze più lunghe, prima nella mezza maratona e infine, nella maratona vera e propria.”
Con quali obiettivi ti appresti a correre questa maratona?
“Pensandoci, il ricordo va subito alla prima maratona, Venezia 2009, in cui mi posi l’obiettivo di terminarla nelle 4 ore senza riuscirvi anche se la portai a termine. Nella seconda, Carpi 2010, sono riuscito a centrale l’obiettivo chiudendo in 3h37. Per la maratona di Roma, invece, per scaramanzia, non vi svelo il tempo che mi sono prefissato, posso solo dire che i presupposti per fare meglio rispetto al passato ci sono tutti: la forma è buona e c’è quel pizzico di esperienza in più che non guasta mai. In definitiva l’obiettivo è quello di terminare la gara in buona salute.”
Noi ti auguriamo di raggiungere i tuoi obiettivi e ti auguriamo buona fortuna.
“Vi ringrazio per gli auguri e per il vostro interessamento.”
Si chiude qui la nostra chiacchierata con Massimo Fiore, portacolori della Happy Runners Altamura che, insieme ai suoi compagni di squadra Giuseppe Ardino e Nicola Squicciarini, cercherà di portare in alto i colori cittadini nella maratona capitolina che, lo ricordiamo, si terrà domenica prossima con partenza prevista per le ore 9,00.

Domenico Olivieri

The following two tabs change content below.
Avatar

La redazione

Avatar

Ultimi post di La redazione (vedi tutti)

Comments

comments

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: