Pallamano Altamura, così non va

Pallamano Altamura
Pallamano Altamura

Prosegue con una sconfitta la stagione della Pallamano Altamura, impegnata in casa per la 2^ giornata del campionato di serie A2. La squadra altamurana è stata superata dal Noci con il punteggio finale di 14 a 21, al termine di una partita che gli ospiti hanno sempre condotto. Per i biancorossi una battuta d’arresto ancor più pesante rispetto a quella rimediata sette giorni fa a Benevento ed una partita infarcita da una serie interminabile di errori. Le tante assenze, ultima delle quali quella di Pepe, fratturatosi un dito durante la settimana, e il fatto di dover giocare per tutta la gara con gli stessi uomini ha influito sul risultato finale, anche se era lecito aspettarsi qualcosa in più.
A dire il vero le prime battute sono state abbastanza equilibrate con il Noci comunque sempre avanti. Poco prima della metà del primo tempo, il primo vero stappo della partita con gli ospiti che grazie sopratutto a D’Aprile e Vincenzo Laera vanno sul 3 a 7. Poi, una serie interminabile di errori da parte degli altamurani che falliscono anche tre rigori e restano a secco per quasi quindici minuti. In pratica una prima frazione quasi inguardabile che si conclude con un punteggio molto basso, 4 a 8.
Ad inizio ripresa regna un sostanziale equilibrio che le due squadre che ribatto colpo su colpo. Tra le fila della Pallamano Altamura il più in palla sembra essere Tragni che, dopo un primo tempo opaco, riesce ad andare in rete con continuità. L’equilibrio, però, non dura molto con il Noci che si invola fino al raggiungere il +6, 11 a 17, divario che aumenta sino al 14 a 21 finale. Da registrare nell’ultimo minuti di partita, l’espulsione dalla panchina di Pepe.
Insomma, per la Pallamano Altamura una prestazione da dimenticare, nonostante le tante attenuanti. La squadra guidata dal professor Gennaro Santoro ha dovuto affrontare tutti i settanta minuti di partita con gli stessi uomini, unica alterna quella tra i pali. Con queste premesse era difficile pensare di ottenere un risultato positivo contro un Noci mostratosi agguerrito sin dal prime battute, un Noci che, nonostante si sia trovato spesso in inferiorità numerica a causa dei tanti falli commessi, alcuni dei quali molto duri, ha fatto ruotare quasi tutti gli effettivi, sfiancando la resistenza della squadra altamurana.
Con questa sconfitta, la Pallamano Altamura resta ferma al palo, unica del suo girone e nel prossimo turno, di nuovo sul parquet del PalaPiccinni, il Capua vittorioso sul Benevento

ALTAMURA – NOCI 14-21

ALTAMURA: Fiore, Loizzo, Tragni 7, Dimarno, Colamonaco 1, Lauriero, Marvulli, Divanno, Ferrulli, Lanzolla 5, Gramegna, Donora 1, Continisio, Pepe. Allenatore: Santoro.
NOCI
: Boccardi, D’Aprile 5, De Finis 2, Degiorgio F. 2, Degiorgio T. 2, Fasano, Giannini, Laera A. 3, Laera V. 4, Malena 1, Repoli, Rutigliano 2, Potone, Ritella. Allenatore: Iaia.
ARBITRI
: Lorusso – Strippoli

The following two tabs change content below.
Domenico Olivieri

Domenico Olivieri

Erano gli anni dei "Figli dei Fiori" quando, esattamente nel 1977, nasceva Domenico Olivieri. Fin dai primi vagiti si mostrava un bambino turbolento così come lo erano quegli anni. Poi, durante l'adolescenza, inizia ad interessarsi allo sport pur non praticandone nessuno con profitto, divorando trasmissioni e quotidiani sportivi praticamente ogni giorno. Dopo la maturità, conseguita nel 1996 presso l'Istituto Tecnico Commerciale "F. M. Genco", inizia ad appassionarsi a tutto quello che riguarda la tecnologia. Poi, nel 2006, finalmente, decide di lanciarsi in prima persona nel mondo dello sport diventando addetto stampa di una squadra di calcio a 5, l'ormai defunta Avanti Delfini Altamura. Dopo due anni passa, sempre con lo stesso ruolo, tra le fila della Pellegrino Sport, altra squadra altamurana. Dal 2009 al 2011, invece, è l'addetto stampa della Tris Gravina, squadra militante nel campionato di serie C1 di calcio a 5. Grazie a questa esperienza inizia la sua collaborazione con un portale di calcio a 5, diventando parte integrante dello staff. Poi le collaborazioni con Altamuralife.it, pugliacalcio24.it e calciowebdilettanti.it. e, infine, dal 2012, insieme all'amico fraterno Leonardo Loporcaro, fonda il sito www.altamurasport.it, unico portale cittadino ad occuparsi di tutto lo sport. Le sue grandi passioni, oltre allo sport e alla tecnologia, sono i libri, il cinema e i viaggi, passione, quest'ultima, che lo ha portato in giro per il mondo. Nella vita di tutti giorni, inoltre, lavora come impiegato presso una società che opera nel comparto del mobile imbottito, è felicemente sposato e papà di una bambina.

Comments

comments

Domenico Olivieri

Domenico Olivieri

Erano gli anni dei "Figli dei Fiori" quando, esattamente nel 1977, nasceva Domenico Olivieri. Fin dai primi vagiti si mostrava un bambino turbolento così come lo erano quegli anni. Poi, durante l'adolescenza, inizia ad interessarsi allo sport pur non praticandone nessuno con profitto, divorando trasmissioni e quotidiani sportivi praticamente ogni giorno. Dopo la maturità, conseguita nel 1996 presso l'Istituto Tecnico Commerciale "F. M. Genco", inizia ad appassionarsi a tutto quello che riguarda la tecnologia. Poi, nel 2006, finalmente, decide di lanciarsi in prima persona nel mondo dello sport diventando addetto stampa di una squadra di calcio a 5, l'ormai defunta Avanti Delfini Altamura. Dopo due anni passa, sempre con lo stesso ruolo, tra le fila della Pellegrino Sport, altra squadra altamurana. Dal 2009 al 2011, invece, è l'addetto stampa della Tris Gravina, squadra militante nel campionato di serie C1 di calcio a 5. Grazie a questa esperienza inizia la sua collaborazione con un portale di calcio a 5, diventando parte integrante dello staff. Poi le collaborazioni con Altamuralife.it, pugliacalcio24.it e calciowebdilettanti.it. e, infine, dal 2012, insieme all'amico fraterno Leonardo Loporcaro, fonda il sito www.altamurasport.it, unico portale cittadino ad occuparsi di tutto lo sport. Le sue grandi passioni, oltre allo sport e alla tecnologia, sono i libri, il cinema e i viaggi, passione, quest'ultima, che lo ha portato in giro per il mondo. Nella vita di tutti giorni, inoltre, lavora come impiegato presso una società che opera nel comparto del mobile imbottito, è felicemente sposato e papà di una bambina.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: