Pallamano Altamura, sconfitta immeritata a Gaeta

Pallamano Altamura- HaennaIn una giornata poco fortunata la Pallamano Altamura esce sconfitta immeritatamente dal parquet laziale

C’è davvero tantissima sfortuna nella rocambolesca sconfitta rimediata dalla Pallamano Altamura in terra laziale contro la corazzata Gaeta per 25-18, il risultato, infatti, sicuramente non rispecchia quanto visto sul campo.
Mister Realmonte deve fare i conti con gravi problemi di formazione e si ritrova con capitan Baldassarra che, reduce da due settimane senza allenamento a causa del solito dolore al polpaccio che lo attanaglia ormai da tempo, stringe i denti e scende in campo in condizioni davvero precarie. Oltre al capitano biancorosso, l’allenatore altamurano deve anche fare a meno di Meggiolini e Luisi presenti solo per onor di firma: il primo con una frattura allo scafoide che molto probabilmente lo terrà fermo fino al termine di questa stagione sportiva e il secondo con una borsite all’anca che si è procurato in settimana durante una gara di under 18.
Anche con queste premesse poco felici la squadra altamurana riesce ad essere sempre pimpante e ben organizzata e fa vedere i sorci verdi al Gaeta controbattendo colpo su colpo per tutto il primo tempo. La squadra laziale soffre tantissimo e solo nel finale della prima frazione riesce a mettere la testa avanti e chiude il parziale sul 12-10.
Alla ripresa del gioco mister Realmonte cambia la sua difesa e mette pressione sui terzini laziali Filipovic e Yant; con questa mossa molto intelligente, il coach altamurano riesce a limitare il fortissimo pivot argentino Romano Hernan Gustavo. La squadra altamurana, molto concentrata e carica, mette in seria difficoltà la squadra laziale che accusa il colpo tanto che si arriva a metà della ripresa sul punteggio di 14-14 ma con la compagine biancorossa con il vantaggio psicologico. Proprio sul più bello, accade quello che tutti non avrebbero mai neanche potuto immaginare: uno dei due direttori di gara si procura la rottura del tendine d’Achille ed è costretto a lasciare la direzione di gara solo ad un arbitro. Il gioco rimane fermo per dieci minuti e alla ripresa la situazione psicologica si capovolge drasticamente, infatti, la Pallamano Altamura ha un vistoso calo nervoso e ne approfitta il Gaeta, che dal canto suo recupera energie psico-fisiche e non ha grosse difficoltà a chiudere la gara con il risultato finale di 25-18.
È sfumata, così, l’occasione per poter far punti su un campo ostico come quello del Gaeta, ma, tra le fila altamurane c’è la consapevolezza di avere disputato una gara buonissima e quella che il risultato finale non sarebbe stato sicuramente lo stesso senza quella lunga interruzione che ha stravolto completamente l’andamento della gara. Proprio da queste note positive deve ripartire mister Realmonte che ha a disposizione due settimane, visto il turno di pausa da scontare la prossima settimana, per recuperare morale e infortuni prima di andare in terra siciliana a domicilio dell’Albatro per la quinta giornata di ritorno.

Geoter Gaeta – Pallamano Altamura 25-18 (p.t. 12-10)

Geoter Gaeta: Amendolagine, D’Ovidio, Filipovic 8, Marciano 2, Onelli, Romano 1, Yant 7, Matarazzo, Antetomaso, Di Tucci, Colaruotolo, Scalesse, Panariello 4, De Siero 3. All. Medina
Pallamano Altamura: Pepe 1, Baldassarra 5, Tragni, Nardomarino 1, Grande, Loporcaro 5, Gentile 5, Pallotta, Loiudice, Colamonaco 1, Maggiolini, Luisi, Di Marno. All. Realmonte
Arbitri: Longobardi – Longobardi

Leonardo Loporcaro

The following two tabs change content below.
Avatar

La redazione

Avatar

Ultimi post di La redazione (vedi tutti)

Comments

comments

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: