Real Altamura, troppo forte per i resti del Corato

RealAltamura-AtleticoCoratoI bianco-rossi hanno la meglio sulla prima della classe, decimata dalle assenze

È finito prima di iniziare il big match valido per la 27^ giornata del girone A di promozione pugliese che, al “D’Angelo” di Altamura, metteva di fronte i padroni di casa del Real all’Atletico Corato, squadra in testa alla classifica. 3 a 1 il risultato finale a favore dell’undici altamurano, troppo forte per quel che restava della formazione coratina.
Per questa importante partita, mister Abrescia, in tribuna per squalifica, deve fare a meno di numerosi pezzi da novanta ed è costretto a schierare Loiudice nell’inedito ruoto di centrale difensivo e Siciliani a far coppia con Costanza a centrocampo, in attacco rientra Petaroscia. Non va meglio al tecnico ospite, Loseto che, a causa di non meglio precisati problemi, è costretto a lasciare in panchina i suoi uomini migliori schierando, di fatto, una formazione juniores.
La partita inizia con oltre mezz’ora di ritardo e la differenza tecnica tra le due squadre è evidente sin dalle prime battute con il Real che prende immediatamente il comando del gioco, portandosi in vantaggio al 12′ grazie a D’Introno che, lasciato colpevolmente solo dalla difesa ospite, di testa insacca un cross dalla destra di Doria. Il Real non si accontenta e continua a spingere, sfiorando il raddoppio al 25′ con una punizione di Doria che sorvola di poco la traversa. Al 35′ ci prova Petaroscia che, dopo un’azione insistita, lascia partire un tiro dal limite dell’area che lambisce il palo. Un minuto dopo è D’Introno a scaldare i guanti dell’estremo difensore coratino, Crisantemo, con una potente conclusione dell’interno dell’area di rigore, alzata in angolo. La prima frazione è un monologo del Real che al 40′, finalmente, raddoppia: lancio in profondità sulla fascia sinistra per Petaroscia, cross basso sul secondo palo per Maurelli che, di piatto destro, spinge la palla in rete. Il goal della giovane ala altamurana fa calare il sipario sui primi 45 minuti.
Nella ripresa il copione non cambia con il Real che si proietta subito in attacco, trovando, al 6′, il terzo goal: D’Introno, spostato sulla sinistra, si accentra, scarica per Costanza che, dal limite dell’area, lascia partire un pallonetto che appare senza pretese. Il vento, forte e fastidioso per l’intera durata della contesa, ne modifica la traiettoria, ingannando Crisantemo che, nonostante un estremo tentativo, non può far altro che raccogliere la palla dal fondo del sacco. Due minuti più tardi c’è gloria anche per gli ospiti con Catalano che, da trenta metri, direttamente da calcio di punizione, riesce a sorprendere Lorusso, eroe della partita si sette giorni fa. Nei restanti minuti della ripresa il Real Altamura sfiora ripetutamente il quarto goal ma, un po’ di imprecisione e un po’ la voglia di infierire sugli avversari, fanno si che il punteggio non cambi più.
A fine partita il Real Altamura non festeggia più di tanto, mentre gli ospiti scompaiono immediatamente negli spogliatoi. Molte facce lunghe tra le fila coratine per una partita dalle premesse di spettacolo ma che si è conclusa con un vero e proprio mistero. L’arbitro della partita, il foggiano Lopriore, interpellato a fine partita, non ha rilevato nessun episodio particolare, imputando il ritardato inizio della partita a problemi legati alla numerazione delle divise da gioco della squadra ospite. Non dello stesso avviso sono apparsi i dirigenti coratini che, seppur senza dichiararlo esplicitamente, hanno fatto intendere che prima della partita alcuni loro giocatori sono stati pesantemente condizionati. Si parla, addirittura, di un’aggressione, ipotesi smentita categoricamente dalla dirigenza bianco-rossa. Vedremo se ci saranno degli sviluppi.
Tornado al campo, bisogna ricordare che domenica prossima il Real Altamura sarà impegnato in una partita che, almeno sulla carta, appare ampiamente alla sua portata, dovendo affrontare in trasferta il Soccer Atletico, fanalino di coda del girone.

REAL ALTAMURA – ATLETICO CORATO 3-1

REAL ALTAMURA: Lorusso (10′ st Barberio), Iurlo (37′ st Della Valle), Chiaradia, Costanza, Loiudice, Favia, Maurelli, Siciliani, D’Introno, Doria, Petaroscia (1′ st Ariani). A disp.: Tassielli, Ianni, Tafuni, Ricci. All.: Moramarco
ATLETICO CORATO: Crisantemo, Pasculli, De Marinis, Catalano, Dabisceglia, Parise, Conna, Lence, Mastrolillo, Gemini, Della Valle. A disp: Loporchio, Baldassarre, Cota, Sardella, Zaccaro, Pedone, Di Giogio. All.: Loseto
MARCATORI: 12′ pt D’Introno (RA), 40′ pt Maurelli (RA), 6′ st Costanza (RA), 8′ st Catalano (AC)
ARBITRO: Sig. Lopriore (sez. Foggia)
AMMONITI: 24′ pt Della Valle (AC), 23′ st Iurlo (RA)
RECUPERO: 0′ pt, 2′ st

Domenico Olivieri

The following two tabs change content below.
Avatar

La redazione

Avatar

Ultimi post di La redazione (vedi tutti)

Comments

comments

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: