Archivi tag: Calcio

Coppa Italia, il Team Altamura perde il primo round

Troina-Altamura
L’autore del gol vittoria Souare (ph. Prof. Cortese)

Se lo aggiudicano i siciliani del Troina il primo round dei quarti di finale di Coppa Italia nazionale di Eccellenza. A farne le spese, se pur con il minimo scarso, 1 a 0, il Team Altamura che, comunque, non ha demeritato, disputando la partita a viso aperto. Encomiabili anche i supportes altamurani, un centinaio quelli presenti che, nonostante il giorno feriale, si sono sobbarcati una lunga trasferta, pur di non far mancare il loro supporto alla squadra.
Squadra che vince non si cambia? Non è così per mister Panarelli che, forse per via dei tanti impegni ravvicinati, cambia quattro undicesimi rispetto alla partita vinta contro il Novoli. Fuori, quindi, Colaianni, Lede, Bottone e Ostuni, dentro Cannito, Fiorentino, Fernandez e Morea.
I padroni di casa partono forte, presentandosi in un paio di circostanze dalle parti di Keita, la prima volta con Diallo che però si fa pescare in posizione di fuorigioco, poi con una conclusione di De Souza Santos che, fortunatamente, non inquadra la porta. Il Team Altamura cerca di rispondere colpo su colpo e al 18’ va vicino al vantaggio con Fernandez che impegna severamente Lizzoni. Al 23’ ancora Troina pericoloso con Souare, ottima la risposta di Keita, tre minuti più tardi è Adeyemo a sprecare un’ottima occasione di testa sugli sviluppi di una punizione. L’ultima occasione della prima frazione, però, è di marca altamurana con Sisalli che costringe Lizzoni ad intervento difficile.
La ripresa inizia con i fuochi d’artificio perché Russo da una parte e Montrone dell’altra vengono espulsi per reciproche scorrettezze, lasciando le squadre in dieci. A partire meglio anche in questa frazione sono i siciliani che dopo essersi resi pericolosi in due occasioni, all’11’ trovano il vantaggio grazie a Souare. Il Team Altamura non riesce a reagire e, così, al 21’ mister Panarelli corre ai ripari inserendo Bottone al posto di Senso. Sono però i padroni di casa a rendersi pericolosi sempre con Souare. La squadra murgiana sembra un po’ in difficoltà ma nei minuti finali sfiora il pareggio, al 40’ con Rana, bravo ancora una volta Lizzoni, e in pieno recupero con Tragni che da pochi, passi, calcia incredibilmente fuori. Qualche istante più tardi arriva il triplice fischio finale.
Insomma, per il Team Altamura, discorso qualificazione ancora aperto. Tra sette giorni, infatti, si replica a campi invertiti e la squadra altamurana ha la forza per rimontare. Intanto, una buona notizia arriva dal fronte campionato: il giudice sportivo ha assegnato al team murgiano la vittoria a tavolino della partita di due domeniche fa giocata in casa dell’Atletico Vieste e terminata sul campo con il risultato finale di 3 a 1 per gli ofantini. A costare la vittoria alla squadra viestana il tesseramento non regolare di Pafundi. Il Team Altamura, quindi, si presenta a Cerignola con la concreta possibilità, in caso di vittoria, di riaprire il campionato.

TROINA-TEAM ALTAMURA 1-0

TROINA: Lizzoni, Russo, Del Col, Tuninetti, Silvestri, Fricano, Souare, De Souza Santos (39’ st Marullo), Diallo (32’ st Romeo), Melillo (24’ st Orlando), Adeyemo. A disposizione: Messina, Bello, Fernandez Cipolla, Marletta. Allenatore: Pagana.
TEAM ALTAMURA: Keita, Cannito, Sisalli, Di Benedetto, Montrone, Montemurro, Di Senso (21’ st Bottone), Fiorentino, Fernandez (1’ st Tragni), Rana, Morea. A disposizione: Caiati, Natale, Colaianni, Notaristefano, Ostuni. Allenatore: Panarelli.
ARBITRO: Beretta di Monza.
ASSISTENTI: Spena di Saronno e Monella di Chari
RETI: 11’ ST Souare (T).
AMMONITI: Silvestri, Russo, Diallo, Del Col (T): Montemurro, Fiorentino (TA)
ESPULSI: 2’ st Russo (T) e Montrone (TA) per reciproche scorrettezze.
RECUPERO: 1’ pt, 5’ st.

Il Team Altamura non si arrende

Team-Novoli
La squadra altamurana festeggia con i tifosi

Successo sofferto ma meritato per il Team Altamura che, così come era accaduto dopo la batosta di Casarano, rialza immediatamente la testa e, battendo in casa il Novoli per 3 a 2, riscatta la deludente sconfitta rimediata a Vieste. Non è stato tutto semplice per la squadra altamurana che, nonostante abbia mantenuto costantemente in mano il pallino del gioco, ha dovuto rimontare lo svantaggio di 2 a 1, maturato al termine della prima frazione.
Per il suo nuovo esordio in forma ufficiale sulla panchina altamurana, mister Panarelli schiera una formazione con due prime punte, Bottone e Rana, mentre Di Senso, tra i migliori anche mercoledì in Coppa, agisce sulla fascia destra. Tra le fila degli ospiti da registrare la sola assenza dello squalificato Schiavone.
Partenza fulminea per il Team Altamura che dopo due giri di lancette è già in vantaggio: discesa sulla destra di Di Senso, cross al centro dell’area di Bottone che, calciando di prima intenzione, insacca, nonostante il tentativo di parata da parte di Larghezza. Due minuti dopo occasione per raddoppiare, ma Ostuni, dal limite, non inquadra di poco la porta. Il Team Altamura sembra poter disporre a proprio piacimento degli avversari, ma al 32’ arriva la prima doccia fredda: sugli sviluppi di un angolo, la difesa altamurana si addormenta, la palla arriva tra i piedi di Giorgetti che, appostato sul secondo palo, pesca Di Silvestro che, da due passi, insacca nella porta sguarnita. Al 43’ ancora in evidenza Giorgetti che, entrato in area di rigore, viene steso da Dibenedetto. Il direttore di gara assegna il penalty che lo stesso attaccante salentino si incarica di tirare: Keita è bravo ad intuire la traiettoria del tiro, ma non può far niente sul tap-in di Carlucci.
La ripresa segue lo stesso canovaccio della prima frazione: Altamura subito pericoloso con Dibenedetto che, su calcio d’angolo, di testa, si vede respingere il tiro da Poti sulla linea di porta. La formazione murgiana insiste e al 12’ trova il meritato pareggio grazie ad una grande azione personale di Di Senso che, dopo aver superato tre difensori, calcia sul palo più lontano dove larghezza non può arrivare.  Il pareggio sta stretto al Team che, però, in due occasioni, con Di Senso e Rana, sfiora il gol del vantaggio che, comunque, arriva al 20’ grazie a Dibenedetto che, sugli sviluppi di una punizione di Di Senso, trova la deviazione vincente. Nella seconda parte della frazione, il Team Altamura si limita a controllare e porta a causa una vittoria meritata.
Grazie a questi tre punti, il Team Altamura mantiene vivo il discorso campionato, soprattutto perché domenica prossima c’è la trasferta a Cerignola. Intanto, però, mercoledì c’è da giocare l’andata dei quarti di finale di Coppa Italia contro i siciliani del Troina.

TEAM ALTAMURA – NOVOLI 3-2

TEAM ALTAMURA: Keita, Colaianni, Sisalli, Dibenedetto, Montrone, Montemurro, Di Senso, Lede (14′ st Fernandez), Bottone (35′ st T ragni), Rana (44′ st Cannito), Ostuni. Adisposizione: Caiati, Natale, Notaristefano, Morea. Allenatore: Panarelli.
NOVOLI: Laghezza, De Giorgi, De Vincentis, Di Silvestro, Elia, Poti, Carlucci (33′ st Di Lorenzo), Podo, Fiscella, Malagnino, Giorgetti. A disposizione: Margiotta, Quarta, Giannuzzi, Vergari, Cappilli, Rizzi. Allenatore: Schipa.
ARBITRO: lannella di Taranto.
ASSISTENTI: Balestrucci di Barletta e Miceli di Taranto.
RETI: 2′ pt Bottone (TA), 32′ pt Di Silvestro (N), 44′ st Carlucci (N); 12′ st Di Senso (TA), 20′ st Dibenedetto (TA).
AMMONITI: Di Senso, Colaianni (TA); De Giorgi, Carlucci, Podo (N).
RECUPERO: 1’ pt, 3’ st.
NOTE: spettatori circa 600.

Team Altamura, un altro tonfo in trasferta

Vieste-Altamura
Le squadre dopo il triplice fischio finale

Seconda sconfitta consecutiva in trasferta per il Team Altamura che, dopo aver perso l’imbattibilità stagionale a Casarano, rimedia un’altra batosta. Ancora tre gol al passivo per la squadra altamurana, questa volta superata dall’Atletico Vieste per 3 a 1. Una sconfitta senza attenuanti quella rimediata dalla squadra altamurana, sconfitta che, oltre a significare l’addio quasi definitivo alla vittoria del campionato, costa la panchina a mister Di Maio che, nella mattinata di ieri, ha rassegnato le dimissioni.
La prima frazione, abbastanza equilibrata, termina a reti inviolate, anche se ci sono da segnalare almeno un paio di episodi, un diagonale di Rana che termina di poco a lato e un rigore sbagliato da Augelli, rigore concesso per l’atterramento di Saani da parte di Petruzzelli.
Il risultato si blocca al 5’ della ripresa grazie a Saani che, servito in profondità, supera la difesa altamurana e insacca alle spalle di Petruzzelli con tocco di precisione. La squadra altamurana accusa il colpo e dopo qualche minuto rischia di capitolare per la seconda volta quando Triggiani, con un colpo di testa da distanza ravvicinata, non inquadra la porta. Il raddoppio, comunque, è nell’aria e arriva al 27’: cross basso dalla destra di Potenza per Augelli che, dal centro dell’area, supera Petruzzelli, riscattando l’errore dal dischetto nella prima frazione. Il Vieste potrebbe dilagare ma per due volte Petruzzelli risponde alla grande ai tentativi di Partipilo e di Potenza. La partita sembra ormai chiusa ma al 36’ ci pensa Bottone a riaprirla con una bella girata che non lascia scampo a Terbeshi. Quatto minuti dopo, episodio che avrebbe potuto riaprire definitivamente i giochi: il direttore di gara, Crescenti, prima concede un rigore agli altamurani per fallo di mano, poi cambia decisione dopo aver consultato gli assistenti. In pratica, rigore non concesso perché prima c’era stato un fuorigioco che ai più è apparso inesistente. In pieno recupero, infine, arriva il tris dei padroni di casa con Triggiani, su assist di Augelli.
Insomma, domenica da dimenticare per il Team Altamura che, come detto in apertura, non solo deve abbandonare quasi definitivamente i sogni di promozione diretta, ma deve prepararsi per l’importante sfida di Coppa Italia, prevista domani in casa contro il Portici, senza allenatore. In panchina, salvo sorprese, dovrebbe accomodarsi Luigi Panarelli, nominato da pochi giorni direttore generale e che già l’anno scorso aveva guidato il team murgiano nell’ultimo spezzone di stagione.

ATLETICO VIESTE – TEAM ALTAMURA 3-1

ATLETICO VIESTE: Terbeshi, Lucatelli (43′ st Pafundi), Partipilo, Kouame, Silvestri, Caruso, Augelli R. (49′ st Prencipe), Potenza, Triggiani, Colella, Saani (19′ st Milella). A disposizione: Innangi, Gallo, Sicignano, Vescia. Allenatore: Francesco Bonetti.
TEAM ALTAMURA: Petruzzelli, Colaianni, Cannito, Lede (12′ st Bottone), Ostuni (37′ st Morea), Dibenedetto, Di Senso, Fiorentino, Tragni, Rana, Sisalli. A disposizione: Keita, Natale, Zimbardi, Notaristefano, Lombardi. Allenatore: Gennaro Di Maio.
ARBITRO: Crescenti della sezione di Trapani.
ASSISTENTI Festa di Barletta e Acquafredda di Molfetta.
RETI: 5′ st Saani (AV), 27′ st Augelli R., (AV), 36′ st Bottone (TA), 46′ st Triggiani (AV).
AMMONITI: Petruzzelli, Cannito, Dibenedetto, Fiorentino, Rana, Sisalli (TA).
ESPULSI: Innangi (AV) dalla panchina.
RECUPERO: 1′ pt; 5′ st.
NOTE: terreno in sintetico. Pomeriggio prevalentemente nuvoloso, temperatura intorno ai 13º.

Il Team Altamura soffre ma vince

Team Altamura – Pro Italia Galatina (ph. Carlo & Rita Fotografi)

Ritorno immediato al successo per il Team Altamura che, dopo la batosta rimediata a Casarano, supera tra le mura amiche e con il minimo scarto, 1 a 0, la Pro Italia Galatina, squadra tutt’altro che irresistibile. A regalare i tre punti a mister Di Maio ci ha pensato Montemurro che ha risolto una partita che non si era messa bene per gli altamurani, costretti, ancora una volta, a giocare parte della partita in inferiorità numerica.
Senza Logrieco, Rana e Fernandez, mister Di Maio manda in campo una formazione con un solo attaccante di ruolo Bottone, supportato da Di Senso, libero di scorrazzare per tutto il campo. Per gli ospiti, reduci dal pareggio contro il Bisceglie, ancora out Paulinho e Alemanni.
Partita abbastanza statica almeno nel primo quarto d’ora, complice il terreno di gioco pesante. La prima occasione è per Sisalli che impegna Esposito con un tiro-cross, ancor più clamorosa quella che capita al 19′ a Tragni, che sfruttando un’indecisione della retroguardia ospite, si presenta solo davanti alla porta, ma Esposito è bravo ha respingere il tiro del giovane esterno altamurano. Poi, più nulla fino al 40′ quando Di Senso, ottimamente lanciato da Lede, non inquadra la porta.
Ad inizio ripresa, unica occasione per il Galatina con una punizione di Negro che chiama in causa Petruzzelli. Al 18′ gli altamurani protestano per un trattenuta ina rea abbastanza evidente ai danni di Bottone ma l’arbitro sorvola. Qualche minuto più tardi la squadra altamurani resta inferiorità numerica a seguito dell’espulsione, per doppio giallo di Montrone, anche se il secondo appare eccessivo. Il Team Altamura non demorde e, più con l’orgoglio che con il gioco, cerca di guadagnare l’intera posta in palio e ci riesce al 37′ quando Montemurro con un gran tiro su cross di Tragni la secco Esposito. Nell’ultimo scampolo di partita il Team Altamura si limita a controllare e, dopo quattro minuti di recupero, arriva il triplice fischio finale.
Vittoria più sofferta del previsto, ma meritata, per il Team Altamura che, pur non sciorinando un gran gioco, è riuscita a guadagnare tre punti che, visto il risultato del Cerignola, pareggio a Novoli, le permettono di portarsi a soli quattro punti dalla test della classifica.
Adesso per la squadra altamurana, un po’ di riposo in vista dei prossimi impegni, domenica a Vieste e mercoledì della prossima settimana al “D’Angelo” contro il Portici per l’ultimo turno del triangolare valido per il primo turno della Coppa Italia di Eccellenza nazionale. A proposito di questa competizione, da seguire, mercoledì 1 marzo, la sfida da Portici e Moliterno.

TEAM ALTAMURA – PRO ITALIA GALATINA 1-0

TEAM ALTAMURA: Petruzzelli, Natale, Montrone, Montemurro, Morea (32′ st Ostuni), Dibenedetto, Tragni, Lede, Bottone (41′ st Cannito), Di Senso, Sisalli. A disp. Caiati, Zimbardi, Notaristefano, Rotunno, Mercoledisanto . All. Di Maio.
PRO ITALIA GALATINA
: Esposito, Calò M., Gobello (38′ st Cambò), Pastore, Mirabet, Greco F., Negro, Petrachi (31′ st Erario), Quintana, Marasco, Chiriatti (41′ st Sterlicchio). A disp. Greco L., Margalotti, De Pascalis, Calò A. All. Mosca.
ARBITRO: Carrer di Barletta.
ASSISTENTI: Cannone di Foggia e De Chirico di Molfetta.
RETE: 37′ st Montemurro (TA).
AMMONITI: Montrone, Montemurro, Morea, Sisalli (TA); Esposito, Calò M., Greco F., Marasco (G).
ESPULSI: 21′ st Montrone (TA) per doppia ammonizione.
RECUPERO: 3′ pt, 4′ st

Team Altamura, addio sogni di gloria

Casarano-Team
Team Altamura, una fase di gioco

È caduto l’ultimo tabù del campionato di Eccellenza, stagione 2016/2017: non ci sono più squadre imbattute. L’unica a vantare lo zero nella casella delle sconfitte era il Team Altamura che, però, dopo la sonora sconfitta per 3 a 0 a Casarano, ha perso anche questo primato. Mai in partita la formazione guidata da Gennaro Di Maio, costretta in inferiorità numerica per tutto il secondo tempo.
L’ultimo acquisto del Team Altamura, Bottone, si accomoda in panchina e così ad affiancare Rana in avanti è Rotunno. La squadra altamurana regge bene per i primi venticinque minuti, poi, però, incassa il primo gol di Schirinzi
che, con un tiro-cross, beffa Keita. Da lì, la partita si trasforma in un monologo dei padroni di casa e a peggiorare le cose ci pensa Fernandez che nell’extra time della prima fazione si becca il rosso diretto per un fallo di reazione. Per l’attaccante Venezuelano è la seconda partita consecutiva conclusa anzitempo, dopo l’espulsione rimediata contro il Barletta.
Nella ripresa la reazione della squadra altamurana non arriva e, anzi, è il Casarano a suggellare un’ottima prova raddoppiando con Pignataro
che, dopo aver intercettato palla, si trova la strada spalancata verso la porta difesa da Keita che, nel tentativo di fermare, l’attaccante rossoblù, lo atterra. La palla, comunque, termina lo stesso in rete e il portiere biancorosso viene “solo” ammonito. Al 19′ arriva il tris del Casarano con Caputo
che supera Keita da calcio di punizione. Il Team Altamura non prova neanche a cercare il gol della bandiera, l’unico tiro è una punizione centrale di Fiorentino, e così il triplice fischio finale sancisce la fine dell’imbattibilità.
Per la formazione murgiana, quella di Casarano è stata probabilmente una delle più brutte prestazioni della stagione e il fatto di essere in emergenza da parecchio tempo non può essere un alibi per una società così ambiziosa. Adesso, il cammino verso la promozione diretta in serie D si fa molto arduo e, oltretutto, bisogna iniziare a guardarsi alle spalle con il Casarano che si è avvicinato.
Il tempo per le analisi, però, non c’è: mercoledì si va a Moliterno per la prima partita del triangolare valido come primo turno della fase nazionale della Coppa Italia di Eccellenza.

CASARANO – TEAM ALTAMURA 3-0

CASARANO: Casalino M., Signore, Schirinzi, Zaminga (35′ st Portaccio), Stranieri, Casalino A., Stringano (83′ Leggieri), D’Arcante, Pignataro, Quarta, Caputo (24′ st Iunco). A disposizione: Pastorelli, Rosciglione, Marretti, Colluto. Allenatore: Sportillo.
TEAM ALTAMURA: Keita, Natale (1′ st Tragni), Montrone, Montemurro, Cannito, Di Benedetto, Morea, Fiorentino, Fernandez, Rana, Rotunno (16′ st Di Senso). A disposizione: Petruzzelli, Zimbardi, Ostuni, Lede, Bottone. Allenatore: Di Maio.
ARBITRO: Recchia di Brindisi.
ASSISTENTI: Colaianni di Bari e Colavito di Taranto.
RETI: 25′ pt Schirinzi (C), 12′ st Pignataro (C), 19′ st Caputo (C).
AMMONITI: Zaminga, Casalino M. (C), Cannito, Keita, Fiorentino (TA).
ESPULSI: 46′ pt Fernandez (TA) per fallo di reazione.
RECUPERO: 1’pt., 3’st.
NOTE: Pomeriggio soleggiato, temperatura 16°, terreno in buone condizioni.