Archivi tag: Claudio Lorusso

Tutto lo sport che c’è, in arrivo la 2^ stagione

Dopo l’esperinza della passata stagione e l’ottimo risocntro ottenuto, sta per ripartite la trasmissione sportiva “Tutto lo sport che c’è” che,  per questa nuova stagione, prevede parecchie novità. La prima riguarda la rete televisiva che manderà in onda la trasmissione che sarà Canale 2. L’altra ci riguarda da vicino perchè per questa 2^ stagione la redazione di Altamurasport.it sarà parte integrante del programma. A condurre il format ci sarà sempre Claudio Lorusso, produzione sempre a cura della Maxagency.
Per il lancio della nuova stagione, la produzione ha indetto una conferenza stampa che si terrà questo pomeriggio alle ore 18,30 presso la l’ex sala della giunta del Comune di Altamura. Invitiamo tutte le associazioni sportive e gli appassionati di sport a partecipare. Nel frattempo godetevi questo simpatico promo.

Trofeo Coni 2105, il diario del 25 settembre 2015

Foto01
Gli atleti altamurani durante il riscaldamento

Ore 08:00: mattinata tranquilla con un po di pioggia. Abbiamo tifato Puglia nelle altre discipline, dal triathlon (nuoto,bici,corsa) alla pallapugno, dall’hockey su prato al rugby. Le strutture qui sono straordinarie.
Ore 12.00
: leggero pranzo pre gara. Pasta, pollo bianco e qualche patata.
Ore 13.00
: partenza verso il campo gara. È qui che i volti dei ragazzi hanno iniziato a cambiare espressione. Sale l’ansia.
Ore 14.20
: inizia la fase di riscaldamento. Accanto a noi si scoprono le carte. I cognomi e nomi di tanti ragazzi spiati nelle settimane precedenti per calcolare una mezza classifica diventano ragazzi in carne e ossa. E ti rendi conto che in queste categorie le differenze auxologiche sono tante.
Ore 14.45
: nel frattempo le tribune si popolano e il nostro striscione viene installato, anche a far pressione alle altre squadre. Altamura c’è.
Ore 15:30
: Iniziano le gare con un po’ di ritardo. I primi a scendere in pista sono i ragazzi dei 60 mt piani. Subito bene con Didonna che ferma il crono a 8.4, suo nuovo PB, Tragni 8.8, Baldini 9.5. Nel lungo Marroccoli PB con 4,60 mt, Pepe 4,29. Pepe si ripete con uno straordinario 46 mt sul lancio del vortex (simile al giavellotto). Meno bene del previsto Marroccoli che stecca la gara lanciando soli 31 mt. Nel peso bene Baldini con 9 mt di lancio. Non bene Didonna e Tragni. I primi trittici di gare non danno buoni riscontri. Chiudono le loro fatiche anche Marroccoli e Pepe con i 600mt. Alla fine Pepe (classe 2003) chiudo con un ottimo 1700 punti. Comunque iniziamo a capire che gli altri non scherzano. Bene le fiamme gialle Roma (Lazio) e il veneto.Ore 18:30: Inspiegabilmente parte con un’ora di ritardo anche la gara di Lorusso. Si parte con l’alto. Dopo le prime misure facili, bisogna arrivare a 1,49 con molti errori, anche a causa di una pedana leggermente umida e scivolosa. La misura di 1,52 non viene fatta di pochissimo. Quindi arriva il capolavoro. Nei 60hs Davide parte in terza batteria e ferma il crono a 9.1, pari a 872 punti, il punteggio più alto in tutte le gare. Ci fan ben sperare, ma il peso , suo tallone d’Achille, ci regala solo 10,72 cm che gli fa perdere qualche punto rispetto agli altri. Alla fine è quarto individuale con 2184 punti.Ore 21.30: finite le gare e visto l’orario, le classifiche e le premiazioni verranno stilate domani mattina (oggi, n.d.r.). Da una nostra previsione dovremmo attestarci tra la 5^ e la 6^ posizione dietro le grandi regioni del nord. Aspettiamo domani.
Ore 22.30
: per oggi abbiamo finito. Siamo stanchi, ma davvero soddisfatti. Abbiamo una grande squadra e siamo in lotta con le migliori regioni e che squadre di atletica. Senza una pista, già essere qui era un successo, ma stabilire la migliore prestazioni tra tutte le gare in programma con Davide Lorusso, è in un risultato insperato. Il Lazio, la Lombardia, il Veneto, squadre a vocazione militare come le Fiamme Gialle, squadre in lizza per gli scudetti come Enterprise, 100 Torri Pavia. Abbiamo lottato con tutti, con Francesco Pepe ( classe 2003) a fronteggiare armadi di ragazzi, con Stefano Didonna e Donato Marroccoli a consacrare la loro crescita atletica, con Vito Tragni e Antonio Baldini ancora acerbi perché arrivati da poco. Siamo un grande team, soprattutto quando i tecnici delle squadre blasonate ti avvicinano e ti stringono la mano. Ecco tutto ciò, consapevoli che questi ragazzi meritano una struttura. Adesso! Buonanotte.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Trofeo Coni 2105, il diario del 24 settembre 2015

Foto03
Gli atleti della squadra altamura

24 Settembre 2015Ore 08,30: facendo colazione, abbiamo capito la vera portata di questo evento perché c’era una marea di gente. Il villaggio Ge.Tur. che ci ospita sembrava la stazionecentrale di una grande città, con 20 dialetti diversi. Una bolgia!
Ore 10.30
: piccola sgambata in corsa nei lunghi viali alberati della struttura.
Ore 12.30
: a pranzo ognuno con il proprio braccialetto colorato per evitare ingorghi. Una grande organizzazione
Ore 15.30
: riunione tecnica per le gare di domani. All’uscita nel grande viale centrale del Ge.Tur. di tutto di più con una bella novità. Le divise sono tutte uguali per tutti con l’unica differenza che sulla schiena è riportato il nome della regione. Il tutto fa da prologo all’evento cerimonia.
Ore 17.00
: trasferimento verso lo stadio di una marea bianca di ragazzi e ragazze. Arrivati allo stadio, vado alla conferenza stampa dov’è presente anche il presidente del CONI Giovanni Malagò.
Ore 18.00
: inizia la cerimonia di inaugurazione. Momento molto toccante, come spesso mi capita in queste occasioni, a stento trattengo la commozione. Si applaudono tutte le squadre, ma e’ chiaro che il boato Puglia è particolare. Poi, inno nazionale, la fiaccola e, infine, il laser show che chiude la cerimonia. All’uscita saluto personalmente Malagò e lo ringrazio per tutto quello che stiamo vivendo. Piccolo intoppo per il rientro: non troviamo il nostro pullman e così decidiamo di percorrere a piedi i 2 km che ci separano dal Ge.Tur. Questo ci aiuta nell’anticipare tutti nella cena.
Ore 22.00
: la stanchezza inizia a farsi sentire. Si va a dormire. Domani è il grande giorno.

Questo slideshow richiede JavaScript.