Archivi tag: Hellas Taranto

Il ruggito del Team Altamura piega anche l’Hellas Taranto

htaranto-altamura
Una fase della partita (ph. Hellas Taranto)

Il Team Altamura espugna il campo dell’Hellas Taranto grazie ad un penalty assegnato dal direttore di gara proprio al novantesimo. Una decisione contestata dalla dirigenza jonica e che ha prodotto nell’immediato dopogara le dimissioni del presidente Gianni Occhinegro che ha anche annunciato il silenzio stampa da parte dei suoi.
Per raccontare il match di Faggiano, dunque, non si può prescindere dall’episodio che lo ha deciso, con un intervento dubbio del giovanissimo Pavano, il quale al limite dell’area di rigore jonica ha probabilmente toccato Sisalli, provocando la decisione del direttore di gara. Dal dischetto l’esperto Logrieco ha spiazzato Maraglino, assicurando alla propria squadra tre punti preziosi e pesantissimi.
La partita fino a quel punto era sempre vissuta su un cliché standard: con l’Altamura più propositivo e l’Hellas pericoloso nelle ripartenze. Un equilibrio costante che nella prima frazione ha prodotto solo un paio di conclusioni ospiti (al 15′ colpo di testa di Montrone a lato ed allo scadere un tiro di Fiorentino deviato da Maraglino) ed un reclamo dell’Hellas nei confronti dell’arbitro che non ha ritenuto opportuno assegnare un calcio di rigore ai tarantini per un atterramento subito da Cantoro lanciato verso la porta altamurana.
Nella ripresa la pressione degli uomini di Di Maio si è fatta più pressante e le occasioni da rete si sono moltiplicate. Al 3′ Cannito di testa, ha impegnato Maraglino, al 14′Montemurro, dopo una splendida serpentina in area di Di Senso ha colpito il palo a portiere battuto, ed al 24′ Dibenedetto ha deviato in rete una punizione di Fiorentino, ma in posizione irregolare. L’Hellas ha provato ad alleggerire la pressione con un sinistro di Pisano terminato a lato di poco e con una conclusione dalla lunga distanza di Pavano sulla quale per poco Rosato non faceva una frittata. Nel finale, poi, il rigore che ha deciso il match.

HELLAS TARANTO – TEAM ALTAMURA 0-1

HELLAS TARANTO: Maraglino, Sabatelli (32′ st Pavano), Pisano, Prete, Calò, Keita, Antonazzo, Manzella, Cantoro, Camporeale, Collocola. A disposizione: Anastasia, Basile, Turco, Mazza, Kunde, Greco. Allenatore: Renna.
TEAM ALTAMURA: Rosato, Natale, Montrone, Montemurro (38′ st Sisalli), Cannito, Dibenedetto, Ostuni, Fiorentino, Del Core, Rana (15′ pt Logrieco), Di Senso. A disposizione: Petruzzelli, Colaianni, Lede Caldas, Morea, Bongermino. Alienatore: Di Maio.
ARBITRO: Quattrociocchi di Latina.
RETI: 45’st Logrieco (TA, rig.)
NOTE: 300 spettatori circa, con una larga rappresentanza altamurana.

La Gazzetta del Mezzogiorno

Team Altamura esagerato, 6 a 0 all’Hellas

team-hellas
Team Altamura – Hellas Taranto: una fase della partita

6 a 0. Un risultato che fa subito pensare al tennis, anche se è raro che un set finisca con questo punteggio. Figuriamoci nel calcio dove, spesso le partite terminano a reti inviolate. Invece è successo davvero ed è il risultato finale della partita valida per il ritorno degli ottavi di Coppa Italia di Eccellenza che vedeva di fronte Team Altamura e Hellas Taranto. Cancellato, quindi, lo scialbo 0 a 0 della partita di andata e qualificazione ai quarti per la formazione guidata di Gennaro Di Maio a cui, evidentemente, l’aria di Gravina in Puglia, il match si è disputato al “Vicino”, fa bene.
Come detto in apertura, la partita, a causa dell’indisponibilità del “D’Angelo” va in scena al “Vicino” di Gravina in Puglia con inizio alle ore 19,00. Sugli spalti, monologo biancorosso come in campo con il Team a sfiorare il vantaggio per tre volte nel primo quarto d’ora. A spezzare l’equilibrio ci pensa Cannito al 25′, mentre sul finire del primo tempo si sblocca Rana che, con un gol di pregevole fattura, permette ai suoi di andare al riposo avanti di 2 a 0.
Nella ripresa il Team Altamura dilaga andando a segno in con Del Core all’11, piatto destro da poco dentro l’area su assist di Rana, con lo stesso Rana che al 19′, sugli sviluppi di una punizione dalla tre quarti, tocca quel tanto che basta per superare l’estremo tarantino. Ad arrotondare il risultato ci pensano Logrieco su rigore e Di Senso che, quindi, fissa il risultato finale sul 6 a 0.
Per il Team Altamura, quindi, un passaggio del turno abbastanza agevole e una partita che cancella, se ancora ce ne fosse bisogno, l’opaca prestazione dell’andata. Le notizie buone non finiscono qui: domani per la prima partita casalinga contro la neo promossa Avetrana, riapre i battenti lo stadio “D’Angelo” e, quindi, niente più partite casalinghe in trasferta. La partita contro la squadra tarantina inizierà alle 15,30 e sarà arbitrata dal barlettano Alessandro Carrer, coadiuvato da due assistenti della sezione di Lecce, Danilo Maci e Giacomo Tramis.

Team Altamura, oggi il ritorno di Coppa

coppaitalia
Coppa Italia Eccellenza

Giovedì di Coppa per il Team Altamura che nel tardo pomeriggio sarà impegnato contro l’Hellas Taranto nella partita si ritorno degli ottavi di finale del torneo che l’anno scorso è stato conquistato dal Gravina. E proprio lo stadio “Vicino” che ospita la squadra gialloblu, sarà il teatro della sfida perché, come era facilmente prevedibile, il “D’Angelo” di Altamura è ancora indisponibile.
I tifosi altamurani sicuramente non si faranno scoraggiare dal fatto di doversi sorbire un’altra trasferta, anche se breve, e si apprestano a colorare di biancorosso gli spalti dello stadio gravinese.
Il fischio d’inizio è previsto per le ore 19,00 agli ordini di Alessandro Recchia della sezione di Brindisi, assistito da Pasquale Vitobello e Francesco Festa della sezione di Barletta. Ricordo che in caso di parità, i goal in trasferta valgono doppio. Se la partita dovesse terminare a reti inviolate si andrà ai supplementari e, eventualmente, ai rigori.

Il Team Altamura stecca la prima

HellasT-Altamura
I tifosi altamurani in trasferta a Faggiano

Un vecchio proverbio recita: “Chi ben comincia è a metà dell’opera”. Non è il caso del Team Altamura che, impegnato nell’andata del primo turno di Coppa Italia, stecca il primo impegno stagionale, non andando oltre il pareggio, a reti inviolate, in casa dell’Hellas Taranto. Tante le attenuanti per la squadra guidata da Gennaro Di Maio: alcune assenze importanti, aut Logrieco, Rana e Di Senso per squalifica, e il gran caldo non hanno facilitato il compito della squadra altamurana che si è fatta irretire dai padroni di casa, bravi a non concedere niente agli attaccanti ospiti.
Primo tempo avaro di emozioni, da segnalare un goal annullato a Del Core per fuorigioco e un time out tecnico chiamato dal direttore di gara per permettere ai giocatori di rifiatare. Più movimentata la ripresa con i padroni di casa a fare la partita. Da registrare almeno due buone occasioni per i tarantini, al 3’ con Paladini che, da dentro l’area altamurana, manca il tocco vincente su assist di Visconti, bravo ad involarsi sulla fascia e al 16’ con lo stesso Visconti che costringere Petruzzelli ad una difficile parata. Al 20’ ultima emozione della partita, l’espulsione di Natale che lascia il Team Altamura in inferiorità numerica. I padroni di casa non ne approfittano e così la partita termina a reti inviolate.
In chiave qualificazione, il pareggio in trasferta per il Team Altamura è un buon risultato ma, da una squadra costruita per vincere, era lecito aspettarsi qualcosa in più. Evidentemente il caldo e i carichi della preparazione si sono fatti sentire, anche se non possono essere un alibi. Domenica, per l’esordio in campionato contro il Bitonto che ha travolto il Mola per 4 a 1, c’è bisogno di una prestazione più convincente.

HELLAS TARANTO – TEAM ALTAMURA 0-0

HELLAS TARANTO: Maraglino, Cantoro, Visconti, Prete, Keita, D’Andria, Collocola, Manzella, Paladini (41′ st Adamo), Pisano, Rotunno. A disposizione: Tanese, Basile, Punzo, Calò, Mazza, D’Andria A.. Allenatore: Renna.
TEAM ALTAMURA Petruzzelli, Natale, Labbrino (13′ st Colaianni), Montemurro, Montrone, Dibenedetto, Ostuni, Fiorentino, Del Core, Bongermino, Sisalli. A disposizione: Rosato, Azzariti, Cannito, Lede Caldas, De Giglio, Morea. Allenatore: Di Maio.
ARBITRO: Natilla di Molfetta.
ASSISTENTI: Acquafredda e De Palma di Molfetta.
AMMONITI: Cantoro, Manzella (HT); Montrone (TA).
ESPULSI: 20’ st Natale (TA), per doppia ammonizione:
RECUPERO: 3’pt, 5’st.
NOTE: partita condizionata dal caldo, spettatori circa 500 con buona rappresentanza di tifosi ospiti.

Team Altamura, solo dolci nella calza

Altamura-Taranto
Team Altamura – Hellas Taranto: l’azione che porta al vantaggio di Berardi

Si chiudono con il botto le festività natalizie del Team Altamura che, nella prima partita del 2016, si regala una Befana molto dolce. La squadra altamurana, infatti, impegnata al “D’Angelo” per la 2^ giornata di ritorno del campionato di Eccellenza pugliese, supera l’Hellas Taranto con un netto 3 a 0. Dimenticato, in solo colpo, il deludente pareggio di Leverano e la sconfitta dell’andata. Unica nota stonata gli infortuni di Logrieco e Damacco.
Nel primo tempo, nonostante il predominio territoriale, forse condizionata dal terreno reso pesante dalla pioggia caduta in questi giorni, la squadra altamurana stenta stenta ad ingranare, tant’è che la prima occasione arriva al 22′ con Disenso che, dalla distanza, costringe Maraglino in angolo. Sul corner successivo Grazioso, di testa e da ottima posizione, spreca tutto tirando tra le braccia dell’estremo ospite. Qualche minuto più tardi Logrieco esce per infortunio mentre al 26′ arriva la prima occasione per gli ionici con Beltrame che chiama in causa Spadavecchia. Al 35′ ci riprova Disenso ma Maraglino fa buona guardia mentre a due minuti dal riposo è Curci a non inquadrare la porta. Negli ultimi istanti della prima frazione altro infortunio per i biancorossi con Dammaco sostituto da Visconti.
Nella ripresa, dopo una punizione di De Tommaso che mette i brividi a Spadavecchia, il Team Altamura si porta in vantaggio al 5′ con Berardi che supera il portiere ospite con un tiro da venti metri. Un paio di minuti dopo ottima occasione per il pareggio per Menzella, appena entrato in campo, che svirgola da buona posizione. Il giocatore tarantino si ripete al 22′, ma sulla sua strada trova l’ottimo Spadavecchia. Dal possibile pareggio, in due minuti, si arriva al raddoppio dei padroni di casa con Curci che, ben servito in profondità da Disenso, supera Maraglino in uscita. Al 33′ c’è gloria anche per Del Core che fissa il risultato sul 3 a 0 con una bella conclusione al volo. Negli ultimi dieci minuti l’Hellas cerca il gol della bandiera ma la difesa altamurana fa buona guarda.
La vittoria del Team Altamura non le permette di recuperare posizioni in classifica, delle prime vincono tutte tranne il Casarano, ma costituisce una bella iniezione di fiducia in vista del big match di domenica prossima contro il Vieste.

TEAM ALTAMURA – HELLAS TARANTO 3-0

TEAM ALTAMURA: Spadavecchia, Natale, Triozzi, Diagnè, Grazioso, Dammacco (46′ pt Visconti), Disenso (25′ st Dispoto), Berardi, Del Core, Logrieco (24′ pt Lete), Curci. A disposizione: Dascalu, Capone, Mancini, Caldarola. Allenatore: Fino.
HELLAS TARANTO
: Maraglino, Leggieri, Visconti, Darcante, Camassa, Carlucci (6′ st Menzella), De Tommaso, Cellammare (17′ st Colucci), Beltrame, Cantoro (28′ st Collocola), Ferraro. A disposizione: Valentino, Sanarica, Mazza, Sanna. Allenatore: De Falco.
ARBITRO
: Balestrucci di Barletta, coadiuvato da Vitobello di Barletta e Cataneo di Foggia.
RETI
: 5′ st Berardi (TA), 24′ st Curci (TA), 33′ st Del Core (TA).
AMMONITI
: Disenso, Berardi (TA); Beltrame, Menzella (HT).
RECUPERO
: 2′ pt, 3′ st.
NOTE
: terreno pesante per la pioggia, spettatori 300 circa.

Team Altamura, un k.o. che non ti aspetti

Taranto - Altamura
Hellas Taranto – Team Altamura: una fase della partita

Sconfitta inaspettata quella rimediata dal Team Altamura, impegnato ieri pomeriggio a Mottola contro l’Hellas Taranto per la 2^ giornata del campionato di Eccellenza. 2 a 1 il risultato finale a favore degli jonici che hanno capitalizzato al meglio le occasioni avute, per l’Altamura, invece, un deciso passo indietro rispetto all’esordio di domenica scorsa.
Mister Longo, con Lacarra, Cannito e Panarelli ancora out, decide di affidarsi, per dieci undicesimi, alla formazione vittoriosa contro il Leverano. Unica variazione, dentro Capone, fuori Radulescu. Per i padroni di casa, sconfitti nella prima giornata, fari puntanti sull’ex di turno, l’attaccante Radicchio che, almeno inizialmente, si accomoda in panchina.
La partita si mette subito in salita per il Team Altamura che dopo soli cinque minuti di gioco si trova già sotto: Cantoro lanciato in profondità, scatta sul filo del fuorigioco e, anticipando quel tanto che basta Geanta, mette la palla in fondo al sacco. I padroni di casa insistono e, in più di un’occasione, si affacciano nell’area altamurana, senza riuscire a raddoppiare. La reazione del Team arriva intorno a metà frazione con Di Rito che, dal limite dell’area piccola, ha una ghiotta opportunità ma Maraglino, con un guizzo, gli dice di no. Qualche minuto più tardi è Moscelli, favorito da un liscio di un difensore, ad involarsi verso la porta, trovando ancora la strada sbarrata dall’estremo di casa. Poi, ci prova ancora Moscelli, con un’insidiosa punizione dal limite ma Maraglino non si fa sorprendere. A questo punto gli animi si surriscaldano, nasce un parapiglia, sedato con difficoltà dalla terna arbitrale e conclusosi con l’allontanamento di un dirigente tarantino. Sul finire del primo tempo, ottima opportunità per il raddoppio tarantino, ma Radicchio, a due passi da Geanta cicca la palla.
Nella ripresa chi si aspetta una reazione del Team Altamura rimane deluso. La formazione biancorossa, anzi, si fa prendere dal nervosismo e a farne le spese è Lorusso, espulso al 26’per doppia ammonizione, seguito, comunque, da Beltrame per fallo di reazione. Il Team subisce il contraccolpo psicologico e, infatti, al 35’ l’Hellas raddoppia con Radicchio, che dopo una sgroppata di Papa sulla fascia e il velo di un compagno di squadra, dall’altezza del dischetto mette alle spalle di Geanta. L’Altamura sembra incapace di reagire, almeno fino ai minuti di recupero quando accade un episodio che risulterà decisivo per le sorti dell’incontro: siamo nel terzo minuto di recupero, quando Papa, sugli sviluppi di una punizione per gli altamurani, tocca la palla con un braccio; per il direttore di gara è espulsione e rigore per gli ospiti. Sul dischetto ci va Moscelli che, però, centra la traversa. Il Team Altamura tenta il tutto per tutto ma il goal che accorcia le distanze arriva quanto è ormai troppo tardi: Moscelli dalla sinistra crossa al centro dell’area, Di Rito protegge palla, si gira e con un destro a fil di palo fulmina Maraglino. Qualche istante più tardi arriva il triplice fischio finale.
Dopo appena due giornate, quindi, cade l’imbattibilità del Team Altamura, a dimostrazione del fatto che il campionato di Eccellenza Pugliese è pieno di insidie. Le assenze tra le fila altamurane non possono essere un alibi ma siamo sicuri che la squadra guidata da mister Longo saprà reagire, già a partire da domenica prossima in casa del Vieste.

HELLAS TARANTO – TEAM ALTAMURA 2-1

HELLAS TARANTO: Maraglino, Papa, Sanarica, Sanna, Camassa, Visconti, Manzella, D’Arcante (38’ Colucci), Beltrame, De Tommaso (22’ st Radicchio); Cantoro (15’ st 16 Collocola). A disposizione: Valentino, Martino, Zaccaria, Misuraca. Allenatore: De Falco
TEAM ALTAMURA: Geanta, 2 Capone (33’ st Tragni), Natale, Lorusso, Montrone, Amato, Di Senso (40’ st Ghita), Logrieco, Di Rito, Moscelli, Golban (30’ st Stavila). A disposizione: Pentimone, Radulescu, Mancini, Paun. Allenatore: Longo.
ARIBITRO: Robilotta della sezione di Sala Consilina, coadiuvato da Spedicato e Maci della sezione di Lecce.
RETI: 5’ pt Cantoro (HT); 35’ st Radicchio (HT), 52’ st Di Rito (TA).
ESPULSI: 45’ pt Chirico, dirigente HT, al 45’st, per comportamento scorretto; 26’ st Lorusso(TA), per doppia ammonizione; 27’ st Beltrame (HT), per fallo di reazione; 48’ st Papa (HT), per fallo di mano su chiara occasione da gol.
AMMONITI: Papa, Beltrame (HT); Capone, Natale, Lorusso, Logrieco, Moscelli, Golban (TA).
RECUPERO: 3’ pt, 8’ st.
NOTE: Gara giocata allo Stadio “Tonino Chiappara” di Mottola. Spettatori circa 200, più di metà dei quali ospiti.

Sporting Altamura, con il Taranto di buono solo i tre punti

Sporting-TarantoVittoria doveva essere e vittoria è stata per lo Sporting Altamura che, nella prima giornata di ritorno del campionato di Eccellenza pugliese, supera per 1 a 0 l’Hellas Taranto, ultimo in classifica. Di buono, per l’undici altamurano, solo i tre punti arrivati al termine di quella che probabilmente è stata la prestazione peggiore della stagione.
Reduce dalla batosta di Casarano e con Montemurro out per squalifica, i ragazzi guidati da mister Di Maio sembrano ancora frastornati, fatto sta che la partita non decolla. La squadra altamurana sembra confusa e imprecisa, il Taranto, d’altro canto, dimostra di meritare l’ultima piazza. Il risultato, comunque, si sblocca al 16′ quando Quacquarelli, servito sul profondo da Castoro, sfrutta un’indecisione del portiere ospite, Valentino, che esce fuori dall’area e lo supera con un morbido pallonetto. Il goal sembra sbloccare gli altamurani che al 37′ sfiorano il raddoppio con Radicchio che, sempre su assist di Castoro, è fermato da un intervento provvidenziale del capitano jonico De Florio. Due minuti dopo si fanno vedere anche gli ospiti con contropiede di Marzella che servito da De Stratis, chiama in causa Ieszensky.
La ripresa si apre nel peggiore dei modi per lo Sporting con Cavaliere che in pochi minuti rimedia due ammonizioni e conseguente espulsione. Il Taranto non ne approfitta e, nonostante alcune sostituzioni, non riesce a pungere. Stessa cosa per lo Sporting che comunque si fa vedere con una punizione dai venti metri di Frascolla che, poco prima della mezz’ora, fa la barba al palo. Al 30′, però, gli altamurani rischiano grosso quando Danieli Vaz con un tiro dalla distanza abbastanza centrale impegna Ieszensky che con un intervento un po’ goffo devia la palla sulla parte alta della traversa prima di farla sua. Lo Sporting ringrazia la dea bendata e in pieno recupero si rende ancora pericoloso con Selvaggi che, quasi da metà campo, tenta di sorprendere Valentino con la palla che si spegne poco oltre la traversa. Un paio di minuti dopo arriva il triplice fischio finale.
Insomma, lo Sporting conquista una vittoria meritata anche se favorita dalla pochezza degli avversari. I giocatori altamurani sono apparsi stanchi e imprecisi mentre mister Di Maio ha dato l’impressione di non riuscire a leggere nel migliore dei modi la partita, non apportando qui correttivi che avrebbero potuto migliorare la manovra di gioco. In classifica la squadra altamurana recupera un paio di punti rispetto alla quinta posizione occupata dal Molfetta mentre domenica sarà di scena a Castellaneta.

SPORTING ALTAMURA – HELLAS TARANTO 1-0

SPORTING ALTAMURA: Jeszenszky, Armento, Cavaliere, Bucci, Cannito, Dibenedetto, Quacquarelli (43’ st Aloisio), Castoro, Radicchio (26’ st D’Introno), Frascolla, Stefanini (39’ st Selvaggi). A disposizione: Fiore, Rifino, Amodio, Tragni. Allenatore: Di Maio.
HELLAS TARANTO: Valentino, Rossi, Manzella, Recchia (22’ st Recchia), De Florio, Visconti, Zaccaria (40’ st Carbone), Danieli Vaz, Abbrescia, De Stradis (11’ st Caforio), Battista. A disposizione: Bianco, Bello, Marsiglia, Dellivrano. Allenatore: Passariello.
ARBITRO: Rizzello di Casarano, assistenti Mastria e Fusco di Brindisi.
RETI: 17’ pt Quacquarelli (SA).
AMMONITI: Armento, Cavaliere, Bucci, Cannito, Quacquarelli (SA); Visconti (HT).
ESPULSI: 6’ pt Cavaliere (SA), per doppia ammonizione.
RECUPERO: 1’ pt, 6’ st.