Archivi tag: Juniores

Team Altamura, a breve l’inizio delle attività della Juniores

Team Altamura
Team Altamura

Avranno inizio il 13 settembre le attività della formazione juniores della Team Altamura che quest’anno sarà guidata dal tecnico barese Renato Romano, vincitore nella passa stagione del campionato regionale Juniores con la Sudest Locorotondo. La squadra è stata ultimata dal tecnico e dal responsabile Nicola Caldarola. Diversi saranno, però, anche gli elementi in prova in rosa ed inoltre i ragazzi, oltre che dal punto di vista tecnico, saranno anche seguiti dal punto di vista alimentare, grazie alla collaborazione di una nutrizionista, la dott.ssa Mariangela Aquila, che già segue attentamente i ragazzi della prima squadra. Per quanto riguarda la parte atletica la supervisione sarà affidata al preparatore della prima squadra Claudio Giannoccaro.

Mister Angelastri: “Per me il calcio è divertimento ed emozioni”

AlbertoAngelastri
Alberto Angelastri, allenatore della Fortis Altamura Juniores

Terminate tutte le attività agonistiche, in casa Fortis Altamura, è già tempo di bilanci. Se la prima squadra ha concluso le proprie fatiche domenica scorsa, la rappresentativa Juniores è già “ferma” da qualche settimana, un periodo abbastanza lungo per poter stilare un resoconto della stagione più dettagliato. A condurci in questa disamina della stagione disputata dalla squadra Under 18 è l’allenatore, Alberto Angelastri, che ha condotto i “falchetti”, alla sua prima esperienza in panchina, ad un più che onorevole terzo posto nel girone C del campionato di categoria. Di rilievo, inoltre, un primato, quello delle reti subite, 17, che hanno fatto della squadra altamurana quella con la miglior difesa.
Mister, prima esperienza da allenatore. Com’è andata?
“Come prima esperienza è andata benissimo, nonostante le difficoltà che si potevano incontrare, dovute alla mia “prima volta” come allenatore. Gestire un gruppo di ragazzi non è facile per nessuno, soprattutto di questi tempi”.
Come nasce la tua passione per il calcio?
“La mia passione nasce da bambino. Ho sempre visto il calcio come divertimento ed emozione sia da provare sia da trasmettere e credo che i miei ragazzi lo abbiamo imparato”.
Come mai, seppur ancora giovane, ha deciso di accomodarti in panchina invece che scendere in campo?
“Ho voluto iniziare questo percorso per non perdere tempo, nel senso che come giocatore non sarei mai arrivato ad alti livelli, anche se non ne ho mai avuto l’opportunità di provare. Ed è proprio quella che voglio concedere ai miei ragazzi. In più ho incominciato un percorso di studi che mi ha portato a scoprire e a conoscere il calcio in maniera profonda e globale. Il mio obiettivo numero uno, però, è poter trasmettere emozioni positive ai miei ragazzi e a chi ci vede. Come detto, per me il calcio è emozione”.
Un bilancio sul campionato della squadra. Soddisfatto?
“Come bilancio direi ottimo. Credo che i ragazzi abbiano superato le aspettative, siamo arrivati terzi e abbiamo la miglior difesa e ciò non è da buttate assolutamente soprattutto se condito da ottime prestazioni e gioco espresso, il che, a questi livelli non è facile da vedere. Abbiamo trovato difficoltà dovute al campo pessimo, ai pochi allenamenti a causa dell’enorme affluenza al “Cagnazzi”, ma ci siamo messi d’impegno e abbiamo superato tutte le difficoltà, semplicemente giocando a calcio”.
Qualche nome da segnalare?
“Tutti i ragazzi meritano un plauso e una considerazione per il futuro perché tutti hanno contribuito quando c’è ne era bisogno. È solo merito loro: Goffredo, De Santis, Nicola Colonna, Vincenzo Colonna, Cornacchia, Cristallo, Denora, Quattromini, Facendola, Forte, Giannulli, Kazazi, Lanzolla, Lorusso, Pallotta, Pennacchia. Sono loro il futuro. E un grazie va anche ai ragazzi che per motivi di studio hanno smesso di giocare ma che non hanno mai fatto mancare il loro supporto”.
Progetti futuri? Si continua?
“Spero che i miei progetti futuri possano essere legati ancora a questa società che tanto mi ha dato”.
Adesso una domanda un po’ scomoda. Da osservatore come giudichi il campionato della prima squadra?
“Come allenatore il mio compito è osservare per poter migliorare e non giudicare l’operato degli altri. Certo sia la società, che lo staff tecnico e i giocatori erano chiamati a dare di più per ottenere i risultati che ci spettavano. Ma bisogna farlo insieme!”
E dei progetti extra calcistici cosa ci dici? Anche tu parteciperai a Federicus?
“Al di fuor del calcio il mio primo obiettivo è terminare la magistrale in scienze motorie. Per quanto riguarda Federicus, in base ai miei impegni lavorativi e di studio cercherò di dare il mio contributo per un qualcosa che non può far che bene alla città di Altamura”.
Alberto, grazie per la disponibilità.
“Grazie a te per lo spazio che ci hai concesso. Alla prossima”.

Fortis Juniores, manita al Bitetto

Fortis-Bitetto
Juniores: Fortis Altamura – Bitetto

Rotondo successo per la Fortis Altamura nel campionato regionale Juniores. La squadra guidata dall’ottimo Alberto Angelastri ha rifiltato cinque gol, la “manita” come la chiamano gli spagnoli, al malcapitato Bitetto che siè consolato con il gol della bandiera.
Il primo tempo si è concluso sul punteggio di 0 a 0 con la fortis che ha avuto una supremazia sterile e gli ospiti hanno sbagliato un calcio di rigore. In ques’ultima circostanza buona la parata del nostro portiere Goffredo.
Nel secondo tempo tempo la formazione murgiana ha premuto sull’accelleratore e, in seguito ai cambi effettuati da mister Angelastri, ha dilagato con i gol, in sequenza, di Cristallo, doppietta di Calderoni, gol degli ospiti, e sigilli finali di Giannulli e Denora.
A seguito di questo successo e, grazie ad alcuni risultati favorevoli, la Fortis risale al terzo posto, in coabitazione con FBC Gravina e Noicattatori e, sopratutto, può vantare la miglior difesa del girone, con sole 11 reti al passivo. Sabato trasferta ad Acquaviva.

Fortis Altamura Juniores, quattro punti in cinque giorni

Fortis-Quartieri
Campionato Juniores: Fortis Altamura – Quartieri Uniti Bari

Quattro punti in cinque giorni per la rappresentativa Juniores della Fortis Altamura, impegnata nel girone C del campionato regionale di categoria. Al pareggio a reti inviolate ottenuto sabato scorso in casa della seconda della classe, il Real Adelfia, partita che inaugurava il girone di ritorno, ha fatto seguito la vittoria ottenuta nell’anticipo di ieri al “Cagnazzi” contro i Quartieri Uniti Bari. 2 a 0 il risultato a favore dei falchetti, con entrambe le reti messe a segno da Calderoni. In classifica i ragazzi guidati da Alberto Angelastri, in attesa che si completi in quadro della 2^ giornata di ritorno, scavalcano, almeno momentaneamente, il Noicattaro e agguantano i cugini della FBC Gravina, con la Sudest Locorotondo che, nonostante una partita in meno, sembra già irraggiungibile. Prossimo impegno per la squadra altamurana, la trasferta a Rutigliano
Per chiudere, un breve cenno alla prima squadra della Fortis, impegnata nel campionato regionale di Promozione. Come è noto, domenica scorsa la formazione allenata da Piero Moramarco non è scesa in campo a causa della neve caduta durante la notte tra sabato e domenica. Questo, però, non ha evitato alla squadra ospitata, lo Sporting Ordona, di sobbarcarsi una lunga trasferta che, a detta del presidente della squadra foggiana, si sarebbe potuta evitare se i dirigenti altamurani avessero avvisato che era quasi impossibile scendere in campo. Senza voler polemizzare ulteriormente, la Fortis Altamura garantisce, a nome del DS Luca Genco, del team manager Dino Lorusso e del segretario Tommaso Fiorino, in contatto costante con le forze dell’ordine, che è stato fatto tutto quanto il suo potere per evitare alla squadra foggiana la trasferta. Purtroppo ciò non è accaduto, ma non per sua responsabilità.

Fortis Altamura, la Juniores ritrova la vittoria

Latino-Fortis
Calcio Latino Bari – Fortis Altamura

Termina con una vittoria, che mancava da qualche turno, il girone di andata della Fortis Altamura nel girone C del campionato regionale Juniores. La formazione allenata da Alberto Angelastri è riuscita a battere, con il minimo scarto, 1 a 0, il fanalino di coda Calcio Latino Bari che, nonostante la posizione in classifica, ha venduto cara la pelle.
La partita, giocata al comunale di Bitritto ha visto i padroni di casa fare la partita per i primi 15 minuti, con buone manovre di gioco che, però non hanno impensierito più di tanto la retroguardia altamurana. Dal canto suo, la Fortis, a differenza delle ultime apparizioni, non è riuscita d imporre il proprio gioco e, addirittura, intorno alla mezz’ora ha rischiato di capitolare dopo un calcio di rigore concesso a favore dei padroni di casa per un fallo di Quattromini. Per fortuna il penalty calciato dal giocatore di casa termina alto.
Nel secondo tempo è cambiata la musica, con la Fortis subito in attacco alla ricerca del vantaggio. Da mettere in conto almeno cinque nitide occasioni da gol per la squadra murgiana che, un po’ per imprecisione e un po’ per la bravura del portiere barese, non è riuscita a sfondare. I giocatori altamurani, comunque, non si sono scoraggiati e, a quattro minuti dalla fine, hanno trovato il meritato vantaggio con Cristallo, bravo a bucare la porta, con un bel sinistro dal limite dell’area.
Grazie a questa vittoria, la Fortis Altamura riagguanta il Noicattaro in quarta posizione e si porta a soli tre punti dai cugini del Gravina, sconfitto dalla Sudest che continua a mantenere il primato.
Sabato prossimo prima giornata di ritorno in casa del Real Adelfia, attualmente seconda forza del campionato.

Fortis Altamura Juniores, niente da fare contro la Sudest

Fortis-Sudest
Fortis Altamura – Sudest Locorotondo

Niente da fare per la Fortis Altamura Juniores che, nel pomeriggio di ieri, ha ospitato la Sudest Locorotondo, squadra che guida la classifica del girone C del campionato regionale di categoria. La squadra altamurana, nonostante la superiorità numerica per due terzi della partita, si è dovuta arrendere per 1 a 2.
Nel pantano del “Cagnazzi“, la partita si mette subito in salita per la Fortis che al primo minuto va in svantaggio, con Morea che, sfruttando un’incomprensione tra Goffredo e Lorusso, complice il terreno di gioco viscido, mette la palla in rete. La squadra altamurana, comunque, gioca discretamente e al 15′ sfiora il pareggio con un gran tiro di Calderoni che impegna severamente Martino. Al 30′ gli ospiti restano in dieci per l’espulsione di Morsillo ma i padroni di casa non ne approfittano.
Il secondo tempo inizia con la Fortis subito a cercare il pareggio, solo sfiorato all’8′, palo direttamente su corner, ma al 18′ arriva la doccia fredda con De Gregorio che trasforma un rigore concesso generosamente dall’arbitro a seguito di un contatto spalla a spalla tra Lanzolla e Morea. Nonostante il doppio svantaggio, gli altamurani non si arrendono e al 34′ riescono a dimezzare lo svantaggio con Lanzolla che, su calcio d’angolo, insacca di testa. Poi, arrembaggio finale con altre due palle nitide per i falchetti, ma il risultato non cambia più.
A seguito di questa sconfitta la Fortis perde anche la quarta posizione, sopravanzata dal Noicattaro.
Sabato terzo impegno in una settimana con i falchetti che andranno a fare visita alla Latino Bari, squadra fanalino di coda.